Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Agenda cartacea? Sì, ma col coding!

15 settembre 2017

https://youtu.be/NhgOzO08NQc

Videopresentazione dell'agenda dell'insegnante di Giunti Scuola, che contiene contributi sul coding. Non è in vendita, ma i docenti possono richiederla ai rappresentanti della rete commerciale Giunti fino ad esaurimento delle 50.000 copie stampate.

A scuola! A scuola!

12 settembre 2017

http://www.repubblica.it/salute/2017/09/04/news/riabituarsi_al_tran_tran_scolastico_dopo_le_vacanze_estive_i_compiti_dei_genitori-174381430/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P8-S1.6-T2

Su Repubblica.it, un piccolo vademecum con qualche consiglio per affrontare il periodo del ritorno a scuola di bambini e ragazzi.

Si ricomincia!

11 settembre 2017

http://www.repubblica.it/scuola/2017/09/11/news/7_7_milioni_di_studenti_800mila_prof_370mila_classi_e_mille_problemi_aperti_che_la_scuola_cominci-175138451/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3-S1.8-T1

Su Repubblica.it, si parla della riapertura delle scuole, che avverrà, a seconda delle regioni, a partire da oggi e nei prossimi giorni, accompagnata dagli immancabili problemi... Auguri a tutti!

Compiti a casa? Ma anche no!

6 settembre 2017

http://www.repubblica.it/scuola/2017/09/06/news/_mai_piu_compiti_a_casa_da_biella_a_trapani_via_alla_sperimentazione-174724376/?ref=RHPPLF-BH-I0-C4-P4-S1.4-T1

Su Repubblica.it, si parla del "...progetto sperimentale che coinvolge la scuola primaria e la scuola media per 166 classi di cinque province italiane (Biella, Verbania, Milano, Torino e Trapani)" e che prevede, attraverso una diversa organizzazione del tempo-scuola, di sollevare gli alunni dal peso dei compiti a casa,  di quelle   faticosissime rielaborazioni domestiche che spesso richiedono il coinvolgimento dei genitori.

Alunni svantaggiati in classe? Per i più bravi è meglio.

5 settembre 2017

http://www.repubblica.it/scuola/2017/09/05/news/ocse_inclusione_di_alunni_svantaggiati_una_risorsa_anche_per_i_piu_bravi_-174669125/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P1-S1.6-T1

Su Repubblica.it, si dà conto di quanto sostiene l'Ocse nell'ultimo dossier che rielabora i dati del Pisa 2015: "...A scuola, l'inclusione dei soggetti più svantaggiati (stranieri, deprivati culturalmente ed economicamente) paga. E, oltre a costituire un'occasione per questi ultimi, fa addirittura migliorare le performance degli alunni 'più bravi' o fortunati...".

Scuola digitale: "pensiero stupendo" o "pensiero magico"?

18 agosto 2017

http://www.giannimarconato.it/2017/08/il-pensiero-magico-per-cambiare-la-scuola-e-il-fallimento-della-scuola-digitale/

Sul suo blog, Gianni Marconato interviene a proposito del "rischio di fallimento del piano ministeriale per la così detta scuola digitale...", attribuito da qualcuno alla cattiva formazione del personale che si sta facendo. Secondo Marconato, invece, "...Quel piano, animato da pensiero magico è, invece destinato a fallire per cause ben peggiori e strategiche, ovvero per l’insussistenza dei suoi presupposti: che la scuola possa cambiare (in meglio, ovviamente) grazie a massicce dosi di digitale...  La scuola ha un proprio significato, ha una propria funzione nella società, ha propri meccanismi di funzionamento, ha propri “criteri di successo”.
Il digitale, inteso come contenuto e strumento, a scuola può dare un contributo per attrezzare i giovani con le conoscenze e le abilità necessarie a vivere il proprio futuro ma il futuro è fatto di tante dimensioni, di tante problematiche che meritano attenzione da parte della scuola. Credere che il digitale, a cascata, attivi tutti i meccanismi necessari a far star bene il giovane nel mondo futuro è compiere un atto di ingenuità, è compiere un’analisi pressapochista dei meccanismi del cambiamento, significa aver preso un enorme abbaglio. Oppure...".

Oppure, secondo Marconato, c'è di peggio...