Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Senza titolo 213

26 febbraio 2006








Dal CARNEVALE BURGUNDO 2006, alcune immagini scattate poco fa: il corteo medioevale.

Il maestro Renato.



Senza titolo 212

24 febbraio 2006




Ragazzi, tutti al 25° CARNEVALE BURGUNDO!

"Vogliam stare allegramente,

vogliam ridere e scherzar!!!"

Il maestro Renato.

Senza titolo 211

18 febbraio 2006




Ed eccoci al quarto brano del "Don Giovanni", che dovremo imparare nella prossima lezione di musica.  Si tratta della celebre serenata "Deh, vieni alla finestra", che Don Giovanni canta  sotto le finestre della casa di Donna Elvira.  Però non è Donna Elvira che  il grande seduttore chiama alla finestra, ma bensì la sua cameriera,  una nuova preda da aggiungere al suo lungo catalogo...



Deh, vieni alla finestra, o mio tesoro!
Deh, vieni a consolar il pianto mio:
se neghi a me di dar qualche ristoro,
davanti agli occhi miei morir vogl'io.

Tu ch'hai la bocca dolce più che il miele,
tu che il zucchero porti in mezzo al core,
non esser, gioia mia, con me crudele:
lasciati almen veder, mio bell'amore!




Beh, ci sa fare Don Giovanni, eh? Ma certo non sospetta ancora che terribile fine lo aspetta!

A presto!

Il maestro Renato.



Senza titolo 210

12 febbraio 2006



Ed eccoci al terzo dei  brani  del "Don Giovanni" che dovremo imparare in vista della nostra partecipazione alla rappresentazione dell'opera di Mozart al Teatro Fraschini di Pavia, il 20 marzo. Si tratta di "Su svegliatevi" e lo eseguiremo, quel giorno, alternandoci al grande seduttore:


Su svegliatevi da bravi
su coraggio , o buona gente,
vogliam stare allegramente
vogliam ridere e scherzar!




Su coraggio, o buona gente, e...
A presto!

Il maestro Renato.

Senza titolo 209

6 febbraio 2006




Nelle prossime lezioni di musica, proseguendo lo studio del "Don Giovanni" di Mozart in vista della nostra partecipazione alla rappresentazione dell'opera al Teatro Fraschini di Pavia,  dovremo affrontare la seconda aria di Leporello, nella quale il servitore di Don Giovanni presenta a Donna Elvira il catalogo delle numerose conquiste del suo padrone. Eccone il testo (in rosso, la parte che dovremo cantare noi):


Madamina! Il catalogo è questo
Delle belle che amò il padron mio:
Un catalogo egli è che ho fatto io;
Osservate, leggete con me.
In Italia seicento e quaranta,
In Germania duecento e trent’una,
Cento in Francia, in Turchia novant’una,
Ma in Ispagna son già mille e tre.
V’han fra queste contadine,
Cameriere, cittadine,
V’han contesse, baronesse,
Marchesine, principesse
E v’han donne d’ogni grado,
d’ogni forma, d’ogni età.

Madamina! Il catalogo è questo
Delle belle che amò il suo padrone:
ci son dentro un bel po' di persone,
quante sono sentite un po' qua:
In Italia seicento e quaranta,
In Germania duecento e trent’una,
Ma in Ispagna son già mille e tre.
Cameriere, cittadine,
Marchesine, principesse.

 

Coraggio, il 20 marzo si avvicina!

Il maestro Renato.


Senza titolo 208

5 febbraio 2006








Le foto che avete fatto nei pressi del nostro edificio scolastico venerdì 27 gennaio mostrano gli effetti di quella che per voi, ragazzi di 10 anni, può essere considerata la prima, vera, grande nevicata della vostra vita!...Tanta neve così, infatti, nella nostra zona, era un bel pezzo che non si vedeva!...

A presto!


Il maestro Renato.