Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Tabelline: che passione (in tutti i sensi)!

14 settembre 2007


"Tornare alle TABELLINE!"


Va bene! Gli insegnanti che, negli ultimi anni, avevano (tra)lasciato la tavola pitagorica, tornino sui loro passi quanto prima! Una domanda: di grazia, qualcuno sa quanti siano questi reprobi? Perchè io non ne ho mai conosciuti: ho sempre visto maestre e maestri impegnati a presentare le "tabelline" ai loro alunni affannandosi ad utilizzare strategie e accorgimenti didattici di ogni sorta: rappresentazioni grafiche di ogni tipo, "incroci" e schematizzazioni varie, financo la musica (ad es. con quelle deliziose canzoncine che il Coro dell'Antoniano di Bologna aveva dedicato tempo fa a ciascuna delle 10 tabelline...). E, ultimamente, anche il computer ha trovato un ruolo non trascurabile per facilitare una sicura padronanza della famosa tavola da parte degli alunni. Risultati ottenuti: positivi al 100%? Certo che no, ma la gran parte degli alunni, con maggiore o minor fatica, l'obiettivo lo raggiunge(va)...E a proposito di software che potrebbero essere utili alla bisogna, vorrei richiamare le segnalazioni di alcuni programmi didattici in argomento che ritengo tra i più riusciti:




"I Cavalieri della Tavola Quadrata", di Gabriele Zanini e Mirko Tantardini, segnalato qui.







"Gioca con le tabelline", di Enzo Iorio, segnalato qui.




Anche il sottoscritto ha realizzato alcuni programmini sulle tabelline: ne segnalo uno, gli altri vengono presentati sul mio sito, nella sezione "Benedette tabelline!" (titolo che è tutto un programma...):




"La Palestra delle Tabelline", segnalato qui.

R. M.


11 commenti:

nereide1 ha detto...

Belli questi programmi, Renato, e utili anzi utilissimi! Personalmente, sono una fautrice delle tecnologie al servizio dell'apprendimento e non per questo ho mai trascurato gli algoritmi di base! Al contrario! Semmai penso in tutta onestà di aver offerto un'opportunità in più (un valore aggiunto direi) anche e soprattutto ai ragazzi con difficoltà di apprendimento. Penso , ad esempio, agli alunni che si sono avvantaggiati di questi strumenti e senza i quali sarebbero rimasti tagliati inesorabilmente fuori dalle attività di classe....

Gli insegnanti dovrebbero "ritornare" dunque alla grammatica e alle tabelline recuperando che cosa il tempo dedicato alla I di informatica? Ma quando mai! Nella mia realtà, e non credo di fa parte di un campione particolare, è tutto il contrario: ovvero si è cercato di far accettare le nuove tecnologie con risultati mortificanti! E si vede che ne sono ben consapevoli anche nelle alte sfere politiche...dati i diversi progetti ministeriali: Fortic è il caso più eclatante.....nato per alfabetizzare un gran numero di insegnanti, ma che è fallito miseramente! Quindi, non si vengano a dire fesserie dalle alte sfere e dintorni per piacere (cà nisciunu è fessa!) pretendendo anche che dobbiamo applaudire il ritorno ad un passato più produttivo sotto il profilo dell'assesment!

Certamente, le varie indagini internazionali sull'assesment in discipline quali matematica, scienze, lettura e problem solving forniscono risultati pessimi(si pensi per tutte all'indagine PISA). Ma la 1° indagine internazionale PISA sulle competenze di base dei quindicenni" è avvenuta nel 2000, quasi un decennio fa oramai, e testava le competenze derivanti da un periodo precedente all'attuale....quindi non ha senso demonizzare l'informatica, che non ha mai assunto da noi connotati di rilievo. Anzi il programma di Lisbona di quegli anni e i vari libri Bianchi hanno cercato di colmare le lacune allora rilevate a livello internazionale, si badi bene. Solo che il resto dell'Europa si è data da fare introducendo riforme valide e i risultati delle indagini successive lo hanno confermato. Per l'Italia, questo non è successo anzi i risultati sono peggiorati...colpa di politiche sbagliate? Probabilmente! Intanto l'appuntamento di Lisbona 2010 incalza e noi siamo al palo! In paesi quali la Svezia, che si assesta ai verici delle citate indagini OCSE, gli alunni dispongono di un computer ciascuno...quindi quello che afferma Fioroni contraddice la realtà dei fatti!

E potrei citare altre indagini comparative internazionali dei primi anni novanta (IALS oppure SIALS), ma mi si faccia il piacere! Ecco perchè il discorso è lungo molto lungo caro Renato e non si può ridurre all'equazione meno informatica + meno inglese = migliori competenze di base. Ci sarebbe da scrivere un articolo e chissà che prima o poi non lo faccia, così almeno mi sfogo un po' e dico le cose per come stanno nude e crude, dati concreti e non belle parole fumose!

Ciao, Renà....ci sono cascata eh! e non volevo....

burgundo ha detto...

Condivido in toto quanto hai scritto, Annarì, in toto!... :)))


R. M.

anonimo ha detto...

a Rena',

sei fortissimo!

Ho sorriso e mi viene da applaudirti :-)

I tuoi programmi sono più belli, ma fra poco, quando comincerò con i ragazzi, metterò sul blog un mio lavoro in Excel sulle tabelline... e non solo (si chiama così: tab e non solo). E' carino, contiene anche le gratificazioni per le risposte esatte più "difficili" :-)

ciao!

giovanna

burgundo ha detto...

Resto in attesa di vedere il tuo lavoro col foglio di calcolo, Gio!

A presto!


R. M.

nereide1 ha detto...

Ciao, Renato:). Trascorso un buon week-end?


Hai ricevuto il messaggio in posta privata?

burgundo ha detto...

Sì, Annarita: il week-end coincide(va) con la sagra del paese, che continuerà domani e martedì, sagra ancora (abbastanza) sentita a livello locale, con varie manifestazioni e la (graditissima) incombenza di seguire la nipotina alle giostre...Quindi un po' di tregua al pc (ma non troppa!)...Avevo visto il messaggio e contavo proprio di risponderti quanto prima (un anticipo: fortunati i tuoi alunni!).

A presto.


R. M.

nereide1 ha detto...

Eh, le sagre, per fortuna, sono ancora molto sentite anche qui dove vivo.

E i nipotini sono sempre i nipotini! Mia madre dice che sono due volte figli!

Ok! Aspetto il tuo messaggio:))

Salutoni!

nereide1 ha detto...

Tabelline A Tutto Gas Per Ripassare Divertendosi!

[..] Cari ragazzi di 1° A, vi propongo alcune ottime e divertenti risorse per il ripasso delle tabelline. Alcuni di voi ne hanno veramente bisogno, ma il ripasso fa bene a tutti!!! E allora, via... Cliccate sui link, che trovate subito dopo le immagini [..]

leucotea ha detto...

Risultati pessimi, Annarita, con i dovuti distinguo, tuttavia, per le indagini OCSE (a seconda delle regioni, a seconda delle scuole private o meno).


C'è poi da dire che un'indagine internazionale circa le competenze della lettura nella scuola elementare pone l'Italia al 6° posto. Questa indagine, IEA-PIRLS 2006, della quale chissà perché si parla pochissimo, offre risultati assai confortanti e addirittura migliori rispetto al 2001:

"In tutti gli strati regionali il rendimento è decisamente superiore alla media internazionale"


Dati 2006 - Dati 2001

Nord Ovest 555,48 - 560,22

Nord Est 555,44 - 546,19

Centro 557,49 - 548,31

Sud 545,97 - 527,83

Sud e Isole 546,13 - 525,38


Un caro saluto

Renata


leucotea ha detto...

Ah, il commento di Annarita cui ho risposto era di un anno fa più o meno.

Me ne sono accorta ora!

;))

Ciao.

r.

nereide1 ha detto...

Sì, Renata, il mio commento era di circa un anno fa, ma io passo sempre da Renato;)


In quanto ai "distinguo", facciamoli pure, ma non cambia la sostanza delle cose.


C'è anche il "Primo rapporto sulle scuole italiane", ancora più recente dell'indagine IEA-PIRLS 2006 e che non riguarda soltanto le competenze nella lettura, ma rappresenta un'indagine ad ampio raggio, l'unica in 150 anni:


http://websomethingelse.blogspot.com/2007/09/il-primo-rapporto-sulle-scuole-italiane.html