Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Senza titolo 426

27 settembre 2007


Una schermata del programma.

Il programma "Regoli 3", di Sandro Sbroggiò, propone, come i precedenti già segnalati, una serie di attività matematiche per bambini di 8-9 anni da svolgere direttamente al computer basandosi su rappresentazioni grafiche simboliche dei "numeri in colore" o "regoli" ideati da Gattegno e Cuisenaire. Dopo le attività "Costruisci" e "Muro", entrano in scena le frazioni.





Una schermata del programma.

Nell'attività "Frazioni 1" si tratta di calcolare il valore di una frazione data con il numero di regoli, mostrati. Prima di tutto è necessario dividere la riga di Regoli come indicato dal denominatore, trascinando e posizionando esattamente le "puntine". Successivamente, si potrà scrivere il risultato della frazione. L'esercizio completo è composto da dieci frazioni.




Una schermata del programma.

"Frazioni 2" è uguale a "Frazioni 1", ma in questo caso non ci sono le "puntine", il risultato va scritto direttamente nella casella di testo.




Una schermata del programma.


"Frazioni 3" è la versione difficile di "Frazioni 2":  oltre alle frazioni 1/2, 1/3, 1/4, 2/3, 3/4, le sole utilizzate in Frazioni 1 e Frazioni 2, qui vengono usate anche quelle con numeratori e denominatori entro il 9.




Una schermata del programma.

"Frazioni 4" è una :variazione degli esercizi precedenti. In questo caso oltre a scrivere direttamente il risultato della frazione è possibile selezionare il regolo che ne reppresenta la soluzione.
Come nei precedenti programmi della serie, anche in questo l'autore raccomanda agli educatori o ai genitori di non intendere il software come uno strumento sostitutivo dei "numeri in colore" reali: il bambino deve potere compiere con essi, concretamente, le stesse operazioni che vengono proposte in questo software, prima di eseguirle al computer.



Il programma "Regoli 3" è liberamente scaricabile da  vbscuola.it .

R. M.

17 commenti:

gio000 ha detto...

questa segnalazione è proprio ad hoc in questo momento....

vbscuola lo conosco ma.... ahi, il tempo di controllare tutto, manca.

Tu Renato, offri un importante servizio,

grazie sempre!

g.

ps. niente da lloogg? ho perfino inviato una segnalazione (scritto in inglese, traducendo con babelfish! :-))

burgundo ha detto...

Niente da fare, finora: quelli di lloogg non mi vogliono!...Grazie di tutto, comunque, Gio!


R. M.

gio000 ha detto...

mi informo in proposito su qualche altro blog!

bisognerebbe tartassare a dovere quelli di llogg .......

nereide1 ha detto...

Renato, conosco da tempo vbscuola.it. Sempre ottimi programmi....


Colgo l'occasione per ringraziarti del commento al mio ultimo post su matematicamente e degli apprezzamenti che hai rivolto alla mia lezione sulla comprensione del testo. Il confronto con un collega della stessa disciplina è basilare. Nel caso specifico, poi, voi maestri siete specialisti del cloze!

Io utilizzo la tecnica del cloze nella comprensione del testo, insieme ad altre tecniche, da diversi anni perchè mi ha dato risultati confortanti con gli alunni in difficoltà oltre che con tutti gli altri! E' una cosa strana, ma constato che diversi miei colleghi di disciplina non si soffermano a sufficienza sulla comprensione del testo, identificando il problema con la risoluzione quasi fosse una perdita di tempo insistere sulla prima fase.


E invece, per esperienza, la prima fase è fondamentale per potere matematizzare e successivamnete risolvere i problemi.

Tu cosa ne pensi?

Bye:))

burgundo ha detto...

Concordo in pieno, Annarita! La comprensione del testo dei problemi, sia a livello linguistico (si usa spesso, come ho già detto, un "gergo" particolare nei testi che, unitamente ad una certa stringatezza degli stessi, ne mette a volte a rischio la comprensione anche letterale...), sia a livello matematico (comprensione dei termini specifici...).


Vai, Annarì!


R. M.

grrensun ha detto...

Ciao Renato, grazie per i tuoi dolcissimi auguri.

Un grande abbraccio. leila

gio000 ha detto...

Renato,

ti ho detto che mi sarei informata per lloogg e l'ho fatto.

Mi sono stati confermati problemi con gli inviti... e consigliato di segnalare indirizzi con hotmail, gmail e yahoo.

Se tu hai uno di questi account fammi sapere.

a presto

g.

burgundo ha detto...

Gio, ecco un altro mio indirizzo: murelli45@gmail.com . Mi spiace per il tempo che ti ho fatto perdere. Vediamo l'ultimo tentativo.

(Poi mando lloogg dove dice Grillo...)


R. M.

gio000 ha detto...

LOL!!

sì, in questi casi viene voglia....:-)

comunque...tentativo eseguito. Noi non molliamo!


ps. arrivato Cd stamane, fra un po' lo vedo.... grazie!

gio000 ha detto...

visto il CD :-)

in prima ho scoperto lacune sui numeri decimali... non va così male il calcolo di base stavolta, ma con i dec c'era un po' di confusione....

Ho spiegato .. ma credo che li farò esercitare con "decimali€uro". (mi annoio meno anche io ..... :-) grr...)

nereide1 ha detto...

Ciao, Renato. Ho ancora una volta verificato, come avevamo già rilevato, che i feeds di splinder lasciano un bel po' a desiderare. Mi riferisco al rollsense. I miei posts non compaiono mai in tempo reale come altri: una volta compaiono dopo un giorno, un'altra dopo mezza giornata, un'altra ancora dopo due giorni. Poi, quando il post è finalmente rilevato, le ultime pubblicazioni di altri blog prendono il sopravvento spazzando i miei dopo poche ore dal loro apparire. Mah, non fa niente, eh. Era solo un ragionare sul funzionamento di uno strumento che non è, diciamo così, ........molto democratico;)).


Salutoni:)

burgundo ha detto...

Sì, è vero quanto dici, è il limite di rollsense: io preferirei che riportasse l'ultimo post di ciascuno dei blog scelti e lo lasciasse in vista fino al successivo dello stesso autore, ma così non è e guai se uno scrive in un giorno più post: vengono tutti riportati, a scapito di quelli degli altri... Nonostante questo grosso limite, il rollsense meriterebbe di essere più diffuso, secondo me, perchè si vedono con un colpo d'occhio i titoli di post che magari interessano, mentre ad es. il roll di Criteo (utile, per carità: ci siamo conosciuti grazie a lui!...) ripropone un po' sempre gli stessi blog e uno deve andare poi a controllare alla cieca se v'è qualcosa di nuovo e interessante... Se tu e Giovanna, ad esempio, inseriste il rollsense scegliendo, tra alcuni altri, reciprocamente, i nostri blog, forse ci sarebbero più opportunità di condividere in giro i nostri post: perchè non provate? (Spero che anche Gio legga questo suggerimento...).

Buona domenica!


R. M.

gio000 ha detto...

ciao Rena',

ho creato il mio roll-sense!

Hai ragione, evidenzia gli ultimi post in ordine temporale fra i feeds immessi.

mmhh.. non ci sono i tuoi ultimi, altri hanno scritto dopo! :-(


nereide1 ha detto...

Ho un po' di dubbi riguardo al rallentamento della home, intendo per il rollsense, Renato. La template troppo infarcita di script si appesantisce. Ho eliminato widgets e altro proprio per velocizzare....vedrò cosa fare. Dopo 30 sec il visitatore passa avanti eheheh!

Salutoni

burgundo ha detto...

Ciao, Gio! Ho visto il rollsense,certo io non posto molto, essendo i miei post costituiti ognuno da una segnalazione di software e, a più di un anno dall'inizio, comincia a diventare più lento il ritmo di segnalazioni...

E' finalmente arrivato il tuo invito per lloogg, ma ormai sono in "closed beta", tra poco dovrebbe partire la versione aperta a tutti, vedremo...Grazie, comunque!


R. M.

burgundo ha detto...

Sì, Annarita, le sidebar troppo infarcite rallentano, anch'io devo decidermi a fare un po' di pulizie (ad esempio: il "top five" di blogroll, che tra l'altro non è quasi mai attivo; anche il "zoom clouds" non mi dice gran che, bisognerebbe ripulirlo spesso delle parole poco significative, ma...), ma il rollsense lo tengo: mi è molto di aiuto, mi segnala post che stuzzicano la mia curiosità fin dal titolo...Quanto ai visitatori "mordi e fuggi" e impazienti, beh, non è il caso di preoccuparsene più di tanto, secondo me: chi è veramente interessato, di solito porta pazienza...

Ciao!


R. M.

nereide1 ha detto...

Renato, sono d'accordo sul "mordi e fuggi". Però penso ai visitatori occasionali che potrebbero essere dei potenziali lettori interessati....e a volte si passa avanti perchè veramente non si ha tempo. Penso a me stessa quando faccio una ricerca su internet, a volte trovo delle pagine così pesanti che passo avanti e pure non sono un tipo "mordi e fuggi" perchè se un blog è interessante ci ritorno spesso....ma chissà quanti ne avrò lasciati indietro!


Bacioni:)