Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Buon Anno! - 1

31 dicembre 2008






Auguri!

 R. M.

Maestro Roberto.

30 dicembre 2008



Segnalo volentieri l'appena nato blog del collega Roberto Sconocchini, Maestro Roberto, che tratta di TIC per la scuola...e non solo! Il blog di Maestro Roberto, docente elementare da sempre interessato alle Tecnologie per l'Informazione e la Comunicazione, ha lo scopo  di raccogliere le tante risorse che colleghi hanno da tempo messo a disposizione di tutti nei loro spazi, oltre ai tanti spunti che la rete fornisce ogni giorno, sistematizzarli e restituirli per portare un contributo in più a disposizione di tutti.

Buon lavoro, Maestro Roberto!

R. M.

Fisica...in video.

28 dicembre 2008


Il sito curato dal Prof.  Andrea de Capoa, docente di fisica, propone una vasta raccolta ragionata di video (circa 300, selezionati su YouTube)  che trattano di vari argomenti scientifici, con particolare riferimento alla fisica.
I video sono selezionati principalmente in base a criteri di chiarezza, semplicità e valenza didattica dei contenuti proposti e sono accompagnati da brevi, ma accurati testi introduttivi.
Pur destinati generalmente a studenti di Scuola Superiore, non sarà difficile trovare tra i video segnalati e recensiti qualche filmato da proporre anche agli alunni degli ordini inferiori, come ad es. quello qui sotto richiamato, in cui si vede come, facendo interagire l'acido contenuto nell'aceto con il carbonato di calcio del guscio di un uovo, si ottenga su quest'ultimo un curioso effetto...:








R. M.

La Moltiplicazione Araba.

22 dicembre 2008

Schermata menu.



Il mio ultimo programma  "LA MOLTIPLICAZIONE ARABA" intende introdurre gli alunni alla curiosa procedura di calcolo risalente al XVI secolo.





Nella sezione "Per saperne di più" si presenta la procedura (tanto semplice da eseguire quanto non facile da spiegare a parole...), con alcuni links che permettono ulteriori approfondimenti on line. Nella sezione "La procedura virtuale", l'alunno ha la possibilità di esercitarsi direttamente con il metodo arabo, eseguendo alcune moltiplicazioni di complessità graduata.





Grazie ad un percorso guidato, si potrà sempre arrivare velocemente ai prodotti finali.




Schermata del video.


Infine, un video appositamente realizzato visualizza concretamente la procedura in azione "sulla carta".

Il programma  "LA MOLTIPLICAZIONE ARABA" è disponibile sul cd "Il mio software".

R. M.

La Moltiplicazione Vedica.

8 dicembre 2008






Il mio nuovo programma "MOLTIPLICAZIONE VEDICA", nato su input di un post del blog Matem@ticamente di recente qui segnalato, intende introdurre gli alunni alla curiosa procedura di calcolo della cosiddetta "moltiplicazione vedica", attribuita a Jagadguru Shankaracharya Shri Bharati Krishna Tirthaji Maharaja (1884 – 1960), padre riconosciuto della matematica risalente ai Veda, l'antichissima raccolta di testi sacri della religione induista.



Schermata menu del programma.


La disarmante semplicità della procedura può tornare utile a tutti, in modo particolare a quegli alunni che incontrano difficoltà nel calcolo scritto, magari perchè non hanno ancora ben interiorizzato i prodotti della tavola pitagorica. La procedura infatti prescinde completamente dalla conoscenza delle tabelline: si tratta sostanzialmente di "contare" dei punti di incrocio all'interno di un reticolo in cui delle linee orizzontali, corrispondenti alle cifre del moltiplicando, si intersecano con linee verticali, corrispondenti alle cifre del moltiplicatore. Accanto ad una sezione in cui si forniscono sinteticamente informazioni sull'argomento, con alcuni links che permettono ulteriori approfondimenti on line, il programma presenta una sezione in cui l'alunno ha la possibilità di esercitarsi in modo virtuale con la procedura vedica, eseguendo alcune moltiplicazioni di complessità graduata: grazie ad un percorso guidato, potrà arrivare ai prodotti finali con pochi colpi di click.



La procedura in azione.




Infine, un video appositamente realizzato visualizza concretamente la procedura in azione "sulla carta".



La pagina del video.



Il  programma "MOLTIPLICAZIONE VEDICA" è disponibile sul cd "Il mio software".


R. M.

Qui You Tube: a voi Gelmini!

6 dicembre 2008






Il fatto di non condividere gran che della sua cosiddetta riforma non mi impedisce di salutare con grande compiacimento l'iniziativa del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini, che nei giorni scorsi ha aperto un proprio canale su You Tube.
Il canale si presenta come il luogo virtuale in cui il ministro si confronterà con i ragazzi, che potranno inserire video-domande o commenti: ogni settimana il ministro risponderà agli studenti sui temi della scuola, dell’ università e della ricerca, confrontandosi con gli stessi attraverso uno strumento tra i più utilizzati (anche se non sempre a proposito) dai giovani d'oggi. Una iniziativa a parer mio lodevole, che merita di essere seguita anche da docenti e genitori.

R. M.

I miei primi dieci numeri.

4 dicembre 2008





 

Il mio nuovo programma "Matilde presenta...I MIEI PRIMI DIECI NUMERI", molto semplice, è pensato per i piccoli della prima classe di Scuola Primaria, ma anche eventualmente per quelli della Scuola dell'Infanzia (3° anno). Risulta suddiviso in due sezioni.
Nella prima, Matilde propone i numeri da 0 a 9. Ogni schermata visualizza in successione cifra, dita della mano, regolo dei numeri in colore e un insieme di elementi (sempre animati), tutti corrispondenti di volta in volta al numero presentato.
Nella seconda sezione, un semplice e veloce esercizio: "Conta e clicca". Si tratta di associare numeri a quantità date di elementi, sempre entro l'ambito numerico 0-9. Per ogni insieme di elementi, con un semplice click del mouse si seleziona sulla linea dei numeri la cifra corrispondente. Al termine dell'esercizio, se non si sono commessi errori, si ha la possibilità di stampare un simpatico disegno da personalizzare e colorare a piacere, tratto dal sito "www.midisegni.it", per gentile concessione dell'autore.

Il programma è disponibile sul cd "Il mio sodftware"

R. M.

Moltiplicazione Vedica

30 novembre 2008






Segnalo l'interessantissimo post che la Prof. Annarita Ruberto, nel suo blog Matem@ticamente, dedica alla cosiddetta Moltiplicazione Vedica, curiosa modalità grafica per l'esecuzione di moltiplicazioni che può essere utile proporre agli alunni, specie se  incontrano ancora qualche difficoltà nel calcolo di base.
Il metodo illustrato nel video è attribuito a  Jagadguru Shankaracharya Shri Bharati Krishna Tirthaji Maharaja (1884 – 1960), padre della Matematica Vedica, risalente ai Veda, antichissima raccolta di opere sacre di estrema importanza presso la religione induista. Per approfondire l'argomento, un interessante articolo sul sito Polymath.

R. M.

Ai voti!

23 novembre 2008



"ValTix.08" è un foglio di calcolo automatico per la valutazione delle prove di verifica, con calcolo della percentuale delle risposte esatte e trasformazione immediata in voti numerici.
Messo a punto da Maestro Tix, di nonsoloscuola.org, lo strumento prevede pure la creazione in tempo reale di 2 grafici: punteggio raggiunto dai singoli alunni e scostamento dei risultati di ciascuno dalla media di classe.






Una volta modificata la scala di livello proposta, inserendo i valori in uso nella propria scuola, vanno inseriti preventivamente due valori:
- il punteggio massimo ottenibile nella prova in questione;
- il numero degli alunni presenti alla prova stessa.
A questo punto si digiterà per ogni alunno il punteggio ottenuto e si avrà in modo automatico ed immediato il relativo punteggio in percentuale che determinerà il corrispondente voto numerico in base alla scala impostata.

Uno strumento semplice e pratico, in versione beta, da provare senz'altro, per prove di verifica e test valutabili in percentuale, in ogni ordine di scuola, dalla primaria alle superiori.

Il file .xls è scaricabile da questa pagina.

R. M.

Facciamo scienze!

22 novembre 2008






Sempre per la serie..."L'altro You Tube", quello che può offrirci un grosso contributo sul piano didattico, una playlist di 23 video di scienze proposta dalla Zanichelli a questo indirizzo.
Da non perdere!


R. M.

Via | Scientificando

Roma, 320 D. C.

16 novembre 2008






Il video presenta il progetto Roma Antica, la più imponente simulazione architettonico-urbanistica in 3D di edifici storici che sia mai stata resa disponibile a chiunque nel mondo, essendo inserita all’interno di Google Earth (http://earth.google.it/rome/).
Si tratta di una straordinaria raccolta di 6.700 edifici dell’antica Roma ricostruiti in 3D e visualizzabili fin nei più minimi dettagli. Con un realismo straordinario, utilizzando gli strumenti di navigazione di Google Earth si può  esplorare in modo  virtuale la città eterna come appariva nel 320 D.C., all’epoca dell’Imperatore Costantino, "entrando"  in molti degli edifici ricostruiti (Foro Romano, il Colosseo, ecc.) per osservarne le architetture nei minimi dettagli.
Per apprezzare in modo fluido le simulazioni 3 D di "Roma Antica" occorre però poter contare su pc adeguatamente forniti di memoria, non sempre disponibili in ambito scolastico. Per fortuna, nella versione italiana vengono messi a disposizione degli utenti contenuti ad alto valore aggiunto, rappresentati da video documentari in tema tratti dall'archivio video della RAI. I video sono pure raggiungibili direttamente , accedendo all'apposito canale YouTube: www.youtube.it/romaantica. Alcuni argomenti: "Il Colosseo" (3 video); "La Colonna Traiana" (5 video"; "La Domus Aurea" (4 video).

R. M.

2 mouse accessibili.

15 novembre 2008


Per una volta non segnalerò software  o risorse web 2.0 per la didattica, ma bensì, su input della collega Paola Limone, un'importante, bellissima realizzazione dei ragazzi dell'ITIS "Primo Levi" di Torino, che hanno progettato, costruito e collaudato i mouse "Clicap" e "Clapush" per consentire l'uso del computer a persone affette da disabilità gravi.
Si tratta di due mouse particolari,  progettati, realizzati e collaudati, positivamente, nell’ambito delle ore di Lab. di Tecnologia, disegno e progettazione del quinto anno del corso di elettronica dell’Istituto torinese. La loro progettazione è partita da due esigenze diverse. Nel primo caso, “Clicap”, vi era la necessità di permettere l’uso del PC ad utenti che oltre ad avere limitazioni nei movimenti mancano di un pieno controllo del movimento stesso.
Nel secondo caso, “Clapush”, si trattava di permettere l’uso del PC ad utenti in grado di compiere un solo movimento estremamente limitato. In particolare, si è  ipotizzato un utente in grado di attivare, in un qualunque modo, unicamente un contatto aperto/chiuso (on/off).
Inutile dire che le due realizzazioni hanno suscitato grande interesse, tanti articoli e tanti complimenti (anche da parte del  Presidente della Repubblica!), ma... Nessuno che si sia fatto avanti per produrli!!!
In un settore in cui ci si lancia spesso e volentieri nella frenetica produzione di improbabili quanto inutili gadget elettronici di ogni risma, possibile che nessuno si interessi e produca questi utilissimi strumenti scaturiti dall'impegno e dalla creatività dei bravi studenti torinesi?

R. M.


Il cercavideo.

11 novembre 2008






Più volte ho qui sottolineato il ruolo che un buon video può giocare all'nterno di un nostro percorso didattico e la Rete è piena di buoni video (per la serie: non solo fuffa...): basta cercarli!
"Ashampoo ClipFinder" è uno dei tanti  programmi gratuiti che permettono di trovare, guardare e scaricare sul proprio pc filmati di ogni genere.



Il programma in azione: la ricerca dei video.






Da una sola schermata è possibile ricercare il filmato che interessa su tutti i portali di video (You Tube e tanti altri)...




Il programma in azione: visualizzazione e download.


...guardarlo e scaricarlo sul PC (in formato FLV) con un semplice click del mouse. Veramente molto semplice e decisamente pratico.

Per avere la versione completa di ClipFinder è necessario registrarsi (gratuitamente).

R. M.


5 anni fa.

9 novembre 2008

Il primo post.

Mi sembra ieri...


R. M.

Video libero, cultura libera.

7 novembre 2008

Un ottimo esempio di divulgazione e spiegazione della cultura libera quella di Christian Biasco, matematico convertito al teatro, che da qualche tempo si dedica alla produzione collaborativa di videoguide che parlano di strumenti della rete con un linguaggio chiaro, immediato, ma estremamente preciso, così da coinvolgere tanto lo spettatore inesperto quanto quello più ferrato.
Il tutto nell'ambito di un progetto aperto a tre livelli.
È aperta la scrittura: con il sistema wiki del Cantiere, Biasco mette a disposizione della rete il materiale di studio, i testi, le proposte, così da coinvolgere gli utenti stessi nell' elaborazione dei testi alla base dei video.
Non solo: è aperta la produzione, in quanto si mira a reclutare collaboratori che possano contribuire direttamente alla produzione delle guide, assumendo in proprio specifiche responsabilità come la fornitura di materiale video, la traduzione dei testi, l'opera di montaggio.
Infine, sono  aperte le licenze:  i testi sono rilasciati con licenza GNU FDL, mentre i video con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo: in tal modo i contenuti prodotti  possono essere liberamente divulgati e fruiti ai più vari livelli.

Nel video qui richiamato, la presentazione didatticamente assai efficace della nuova versione del browser Mozilla Firefox 3.

R. M.

Via | Punto Informatico.


Un po' di relax. - 1

6 novembre 2008






Un po' di relax con due simpatici giochi-passatempo.
"Gem Towers" è un puzzle nel quale occorre eliminare  tris di oggetti simili (gemme di varie forme e dimensioni) scostandone altri.
Cliccando e spostando cubi, stelline, palline e altre forme colorate, ed eliminando a gruppi di tre o più linee di elementi simili, il divertimento è assicurato, anche perchè non mancano  gradevoli effetti sonori ed una realizzazione generale di buon livello.




Basse le richieste hardware di "Gem Towers", disponibile anche  in una versione ZIP senza bisogno di installazione.





"Boll 1.0" unisce invece un classico "battimuro" ad un altrettanto storico "Pong", mostrandosi quindi come un  tennis virtuale con un muro da abbattere in mezzo.
Giocandolo in coppia, in due contemporaneamente, utilizzando mouse e freccine, ci si può impegnare in una sfida divertente ed insolita, buttando prima giù il muro divisorio e quindi continuando a giocare a tennis tra le macerie restanti.

R. M.


Via | Punto Informatico.

C'è vita intelligente su You Tube!

4 novembre 2008


Filmati demenziali, all'insegna del più becero e gratuito bullismo (per tacere d'altro)? Video di mero intrattenimento, nel migliore dei casi? Tanta fuffa? Sì, su You Tube c'è molto di questo, ma anche altro, solo che non è sempre facile trovarlo!
Ora Openculture segnala una settantina di collezioni di video provenienti da vari fornitori di media,  istituzioni culturali, università e organizzazioni non profit, tutti raggiungibili sul portalone di video più famoso del web.
Si va dalle collezioni di video della BBC ( come quelli di *NATURAL HISTORY), ai filmati  che illustrano il lavoro che sta facendo Amnesty International per la salvaguardia dei diritti umani nel mondo, oppure ai video resi disponibili da importanti Musei. E tanto, tanto altro ancora, riferito ai più diversi ambiti di conoscenza (ovviamente, in inglese) e spendibile anche in ambito scolastico.
Insomma: c'è vita intelligente sul Pianeta You Tube e la lista di Openculture è un prezioso punto di partenza per raggiungerla.

R. M.

Catturateli!

3 novembre 2008


Può tornar utile anche in ambito scolastico un programma di cattura-schermo come "CaptureIt",  il software messo gratuitamente a disposizione oggi  e per 24 ore (fino alle 9 di domattina 4 novembre) da "Giveawai of the day".



Schermata di lavoro del programma.


Il software permette di catturare facilmente qualsiasi elemento, come le finestre, gli oggetti, gli schermi interi, le regioni rettangolari, le regioni di dimensione fissa, e finestre/pagine web da scorrere. Permette anche di inserire note e modificare le schermate catturate.






Opzioni di Picpick.


Ancora più performante, specie sul piano dell'editing delle immagini catturate, si presenta l'analogo programma "PicPick", anch'esso gratuito e proprio oggi segnalato qui da Maestro Alberto.

R. M.




TROOL.

1 novembre 2008


"TROOL" (Tutti i Ragazzi Ora On Line) è un progetto della Regione Toscana che ha lo scopo di  promuovere un uso di internet, sicuro e consapevole tra i bambini della Scuola Primaria e i ragazzi dei primi due anni della Scuola Secondaria di primo grado, attraverso un portale dedicato, laboratori didattici e interventi formativi.
Due sono i punti di partenza del Progetto: il digital divide e la sicurezza on line.
Secondo una recente ricerca, solo il 36, 7 % dei ragazzi fra i 6 ed i 17 anni utilizza internet. La maggior parte dei ragazzi italiani quindi  non utilizza ancora la rete e il progetto Trool si propone di superare il divario tecnologico tra chi utilizza frequentemente la rete e chi non vi ha neppure accesso.
Ma si sa che spesso la rete è sentita come uno spazio pericoloso dove i ragazzi possono entrare in contatto con chiunque e accedere a qualsiasi contenuto anche non adatto a loro. Navigare in sicurezza è perciò  la seconda esigenza dalla quale nasce il progetto Trool.
Quindi, non solo si offre ai bambini e ai ragazzi l'opportunità di cimentarsi con un  vero e proprio social network e di entrare nel mondo del web 2.0, scrivendo e pubblicando propri contenuti attraverso un semplice sistema di editing, ma viene anche offerto un elenco di siti  considerati sicuri e affidabili: si tratta per il momento solo di una settantina di links, ben lontani dunque dai circa 1500 indicizzati su "Ricerche Maestre", il motore di ricerca per fanciulli dai tre ai 12 anni creato da Alberto Piccini e di cui si è parlato ultimamente anche su "LA STAMPA.it" - Blog.




E tuttavia, l'ancor giovane iniziativa promossa dalla Regione Toscana merita di essere seguita con molta attenzione da parte di docenti e genitori, oltre che dai ragazzi cui è principalmente destinata.

R. M.

Active Pixels.

31 ottobre 2008


Active Pixels è un programma gratuito (e anche per questo da prendere in seria considerazione in ambito scolastico...) che ispirandosi all'inarrivabile (ma costosissimo...) Photoshop, consente di gestire e creare immagini su più livelli, supportando un centinaio di formati compreso il ".PSD" del programmone di Adobe. E' uno strumento relativamente abbastanza semplice, con cui tagliare, ruotare, ridimensionare, inserire scritte, applicare una cinquantina d'effetti differenti, fare insomma fotoritocco a livelli più che accettabili.



Scherrmata di lavoro.


Da segnalare, fra il molto altro, lo strumento di esportazione "Save for Web", che permette di scegliere con precisione i parametri di compressione delle immagini da mettere online, mostrando a nostra scelta l'immagine originale, la versione compressa e persino le differenze tra le due, ovvero tutto quel che si perde con la compressione e/o riduzione dei colori salvando in GIF, JPG o PNG per il Web.
Sul blog del programma si annuncia la versione 4 di Active Pixels: sarà bene tenerla d'occhio!

R. M.

Via | Punto Informatico



Show collaborativo.

29 ottobre 2008

Schermata caricamento file.

Show Document è un ottimo servizio web 2.0 che ci consente di caricare sul web un nostro documento  e di accedervi on line contemporaneamente con altre persone, ad es., in ambito scolastico, con nostri colleghi docenti.  



Schermata avvio sessione di lavoro.

Una volta caricato il nostro documento (una programmazione, una relazione, un progetto, una scheda didattica, ecc.) sui server del sito, potremo invitare uno o più colleghi a visitare quella pagina scegliendo fra tre modalità: l'inserimento del codice sessione, il link diretto o un'e-mail automatica.




Schermata modifiche al documento.

Dopo di che, accedendo al documento in contemporanea con i colleghi, avremo la possibilità di utilizzare i diversi strumenti a disposizione per evidenziare, correggere, inserire parti di testo, modificando in modo collaborativo il documento stesso, per poi magari convertirlo automaticamente in PDF. Potremo addirittura chattare con i nostri compagni di lavoro all'interno della stessa pagina.
Si tratta di un servizio web 2.0 comodo ed efficiente, che potrebbe tornar utile anche agli alunni più grandi , se impegnati in lavori, ricerche o relazioni di gruppo.

R. M



Primo PDF.

28 ottobre 2008


Non sono pochi i programmi free utili per la creazione di PDF senza dover ricorrere al costoso programma di Adobe. Uno tra i più conosciuti è certamente PrimoPDF.
Il funzionamento di PrimoPDF è molto semplice e analogo a quello dei programmi similari: viene installato sul pc una stampante "virtuale" a cui inviare i documenti da convertire in PDF.
Dovendo convertire ad esempio un file creato con Word (o con qualunque altro programma che produca documenti stampabili, inclusi Excel™ e PowerPoint™),  basta cliccare su stampa e selezionare PrimoPDF e in pochi istanti avremo il nostro documento nel celebre formato.

Nel filmato (in inglese) viene mostrata la semplice procedura.






R.M.

Il Creapresentazioni.

22 ottobre 2008

Schermata iniziale del programma.

"Il creapresentazioni", di Giusy ed Elisabetta Landi , è un programma per documentare esperienze didattiche in modo semplice ed efficace, con l'uso di testi, immagini e suoni.




Schermata di una presentazione.

Schermata di una presentazione.

Schermata di una presentazione.

Schermata di una presentazione.

Schermata di una presentazione.

Può essere utilizzato sia nella scuola primaria che nella scuola media inferiore per realizzare semplici ma efficaci presentazioni senza dover ricorrere ai più complessi, abituali programmi.
Gli alunni possono imparare ad usarlo autonomamente già a partire da 7-8 anni, nell'ambito delle proprie attività laboratoriali.
Il prodotto finale può essere facilmente distribuito o messo in rete nel sito della propria scuola.

Il file compresso, liberamente scaricabile da questa pagina, contiene anche una scheda didattica per gli insegnanti, in formato .pdf.

R. M.

The Universal Declaration of Human Rights

20 ottobre 2008





Uno splendido video sulla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.

R. M.

Pubblicità che ingrassa? No, grazie!

19 ottobre 2008






Sul sito dell'Associazione Altroconsumo è partita la meritevole campagna Pubblicità che ingrassa contro il marketing aggressivo e le abitudini alimentari scorrette.



Dalla presentazione della campagna:



"La pubblicità, infatti, condiziona la nostra vita: le sue esche attirano i più piccoli verso il cibo troppo ricco di zuccheri, grassi e sale. Ecco un esempio: nella mentalità comune - indotta soprattutto dalla pubblicità - i cereali per la prima colazione sono un’ottima alternativa a merendine e snack confezionati. Il nostro test dimostra però che non tutti i prodotti sono uguali: alcuni fiocchi sono stracolmi di zucchero; altri di acidi grassi trans o insaturi (i meno sani); qualcuno esagera con il sale. Consumers International, l’organizzazione mondiale delle associazioni di consumatori, è da sempre impegnata nella lotta contro l’obesità infantile. Una battaglia che passa anche attraverso la condanna della pubblicità aggressiva e poco trasparente. Altroconsumo, con le associazioni di consumatori internazionali, promuove la necessità di un Codice internazionale di autoregolamentazione sul marketing di alimenti e bevande destinate ai più piccoli. L’obesità non è una questione estetica: un bambino obeso ha altissime probabilità di diventare un adulto obeso. Con possibile sviluppo di malattie cardiovascolari, diabete e tumori. E con conseguenze, economiche e sociali, devastanti. L’unica via percorribile, dunque, è una maggiore prevenzione, che parta dai più piccoli. Per queste ragioni Altroconsumo - con una petizione - chiede al governo italiano di difendere i bambini dal marketing aggressivo e dalla pubblicità di prodotti non salutari".


Una campagna meritevole, si diceva, che dovrebbe trovare soprattutto in ambito scolastico la massima considerazione, magari partendo proprio dalla presentazione agli alunni del video proposto da Altroconsumo.


R. M.


Via | Maestro Antonio

Carnevale della Matematica

14 ottobre 2008


Oggi, 14 ottobre, è il giorno dedicato alla sesta edizione del  Carnevale della Matematica, ospitata questa volta da Matem@ticaMente, il seguitissimo blog sulla matematica curato dalla bravissima Prof. Annarita Ruberto, che tra l'altro mi onoro di annoverare fra gli amici più assidui del "Quadernone blu". Il Carnevale della matematica è un’iniziativa ideata da .mau. sul modello del Carnival of Mathematics , allo scopo di radunare dei blogger che parlino di matematica. Il 14 di ogni mese, un blogger si offre di scrivere un post che parli di matematica, raccogliendo i post di argomento matematico che gli sono stati segnalati, presentandoli brevemente:  può trattarsi di articoli di altri blog, software matematico, relazioni tra matematica e altre ambiti della conoscenza…Insomma qualsiasi cosa abbia come tema la matematica e dintorni. L'idea di fondo, dunque,  è che in questo modo si possono conoscere nuovi blog e soprattutto nuova matematica (nel senso di "cose che non si sapevano, oppure modi nuovi di vedere le cose che si sapevano").
I contributi raccolti e segnalati oggi dalla vulcanica Prof. Annarita, numerosissimi, sono estremamente interessanti e variegati: un'occasione unica per fare sicuramente tante inaspettate scoperte relative al mondo dei numeri e a tutto quanto gli gira intorno.

Per un'occhiata alle precedenti edizioni:

14/05/2008 Carnevale della Matematica 001 (Gli studenti di oggi)



14/06/2008 Carnevale della Matematica 002 (Notiziole di .mau.)



14/07/2008 Carnevale della Matematica 003 (matematicamedie)



14/08/2008 Carnevale della Matematica 004 (Il blog di Chartitalia)


14/09/2008 Carnevale della Matematica 005 (Rudi Matematici)





R. M.

Informatica senza computer?

11 ottobre 2008


Insegnare informatica senza computer? Si può, con Computer Science Unplugged , una collezione di attività progettate per insegnare i concetti fondamentali dell'informatica senza utilizzare alcun computer. Tutte le attività sono indipendenti da ogni hardware o software, quindi possono essere usate ovunque e le idee contenute non diventano obsolete e non passano di moda. Le attività di csunplugged sono state provate e migliorate negli ultimi 15 anni usandole effettivamente nelle classi e nei programmi extrascolastici in molte parti del mondo. A questo indirizzo è possibile effettuare il download del  manuale per insegnanti di Computer Science Unplugged, versione italiana e in formato .pdf, con suggerimenti di attività didattiche per l'insegnamento dell'informatica da sviluppare nelle nostre scuole primarie e   medie inferiori.

R. M.

10 dita sulla tastiera.

10 ottobre 2008

Una schermata del programma.

"TutoreDattilo", l'applicazione di  Claudio Gucchierato pensata per aiutare i bambini, ma anche gli adulti meno esperti, nell'uso della tastiera del computer, è giunto alla versione 7.1
Come si sa, scrivere con dieci dita (tecnicamente "alla cieca") è sicuramente il metodo più veloce e razionale di utilizzare la tastiera del computer e con TutoreDattilo e un po' di pazienza e costanza, in breve tempo è possibile riuscirvi.
Il programma propone, di default, una serie di esercizi suddivisi in tre livelli con difficoltà progressive, che consentono di migliorare rapidamente la velocità e la precisione di battitura.
Molti sono gli aiuti che TutoreDattilo rende disponibili per favorire l'apprendimento della dattilografia "alla cieca", tra questi i più importanti sono:

  • la tastiera colorata (il colore associato al dito da usare per ogni tasto da premere con la mano destra e sinistra)

  • le "manine" che mostrano graficamente il dito da usare

  • i tasti evidenziati con effetto "tasto premuto" che indicano cosa digitare

  • la barra dinamica che mostra la velocità di battitura

  • il messaggio incoraggiante che al termine di ogni frase digitata fa un confronto con la frase precedente indicando il numero di battute al minuto e rilevando i progressi raggiunti

  • lo sfondo della frase che lampeggia e il suono segnalano gli errori commessi

  • la possibilità di stampare la tastiera

  • un simbolo grafico che cambia colore e immagine in funzione degli errori commessi.

  • la funzione che evidenzia il tasto da premere, che segnala l’errore commesso e anche il tasto errato eventualmente premuto

  • la possibilità di eseguire esercizi utilizzando testi liberi in formato *.txt

  • la possibilità di visualizzare la tastiera con effetto bi o tridimensionale

  • il salvataggio individuale della posizione raggiunta nel corso di dattilografia


Al termine di ogni esercizio, inoltre, è possibile visualizzare e stampare un dettagliato resoconto dei risultati parziali e complessivi ottenuti. Tale resoconto comprende, oltre alla velocità e ai punteggi ottenuti nei singoli esercizi, le battute totali, la velocità media, gli errori e il rapporto tra questi e le digitazioni complessive.
L'autore del programma avvisa che è in fase di sviluppo una nuova versione del TutoreDattilo (la 8) esclusivamente per la tastiera italiana che sarà probabilmente disponibile per gli inizi del nuovo anno (2009). 


"TutoreDattilo" 7.1 è liberamente scaricabile da questa pagina.


R. M.



Halloween di carta.

9 ottobre 2008


Si avvicina la festa di Halloween e potrebbe essere un'idea proporre agli alunni più piccoli di avvalersi dei "papertoys" (modellini di carta da ritagliare e assemblare) in tema proposti in una specifica sezione del sito The Toy Maker. Sono in formato pdf e tutti scaricabili gratuitamente.


Il "Professor Pumpkin's Boo Bus" da ritagliare.


Altri siti da cui scaricare tanti simpatici "giocattoli di carta" di vario genere: Papertoys e  il già segnalato Toy a day.

R. M.

Via | Maestro Antonio