Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Le ruote magiche.

28 febbraio 2010

http://www.leruotemagiche.it/?p=358

























Le Ruote Magiche - Capitolo 1 – Una difficile vigilia di Natale via kwout


"Le ruote magiche" è un fumetto in stile manga  pubblicato a puntate sul web. La storia affronta il tema della disabilità vista e vissuta con gli occhi di Emi, un'adolescente alle prese con le barriere architettoniche, ma soprattutto mentali che la costringono a lottare  con lo spirito coraggioso di una piccola guerriera non contro draghi o maghi malvagi, ma contro i pregiudizi di chi la circonda. Il fumetto nasce dall'idea e dalla sceneggiatura di Ileni Schofield, studentessa quindicenne italo-inglese che convive fin da piccola con la diplegia, ed è realizzato da un team di giovanissimi autori, disegnatori, inchiostratori quasi tutti italiani guidato da Wish, artista e insegnante di fumetto pistoiese. Il primo episodio di "Le ruote magiche" è già on line e presenta Emi, la protagonista, alle prese con le compagne di scuola che la escludono dagli inviti a una festa. E poi perplessa, in una "difficile vigilia di Natale", di fronte al regalo di una sedia a rotelle: che certamente la aiuterà ad essere più indipendente, ma che, teme, la farà apparire agli occhi dei coetanei ancora più "diversa". È l'inizio di una storia a lungo respiro che, spiega l'artista Wish,  "vuole mettere i lettori nei panni di una persona con disabilità, raccontare dal di dentro le emozioni e i problemi che può vivere una ragazza in questa situazione".


R. M.

Via | Sophia.it


 


 


Scuola Mia.

27 febbraio 2010

http://scuolamia.pubblica.istruzione.it/web/guest/home











Portale Scuola Famiglia - Portale ScuolaMia via kwout


Attivato da qualche giorno dal MIUR, "Scuola Mia" è il nuovo servizio web che, tramite un portale dedicato, consente alle scuole di offrire interessanti servizi alle famiglie via Internet. I servizi già attivati e riservati alle scuole e alle famiglie che vorranno aderire tramite registrazione riguardano l'avviso ai genitori sulle assenze e sui ritardi degli alunni (sia giornaliere, via sms, sia periodiche), la possibilità di visualizzare la pagella in formato elettronico e di prenotare i colloqui con i docenti, nuove forme di comunicazione scuola-famiglia attraverso vari canali (posta elettronica, sms, web, ecc.) e il rilascio di certificati scolastici in formato elettronico. Molti altri servizi verranno attivati nel corso dell'anno scolastico.

R. M.

Via | Sophia.it




 


Stimati numeri.

26 febbraio 2010

http://oswego.org/ocsd-web/games/Estimate/estimate.html

estimate via kwout
 


Estimate è una simpatica applicazione on line che consente agli alunni di ogni ordine e grado di esercitare l'occhio in una serie di stime numeriche, graduate su vari livelli di difficoltà.
Le "linee dei numeri" su cui esercitarsi presentano un range che può andare, a nostra scelta, da 0 a10,  da 0 a 100, da 0 a 1000 e da 0 a 10000: sono i primi 4 "stage", in cui si è invitati a indovinare quale numero intero viene indicato di volta in volta dalla freccia. Gli stage da 5 a 8 riguardano invece i numeri decimali. Una volta espressa la propria stima, l'alunno ne può verificare immediatamente la correttezza cliccando su "Reveal". Un'applicazione utile, quindi, per testare la propria capacità di dominare con adeguata sicurezza la successione dei numeri in base alla loro "posizione" sull'immaginaria linea numerica.

R. M.

Via | QuikTips


Il piccolo BASIC.

25 febbraio 2010

http://www.apprendereinrete.it/Risorse_online_per_la_scuola/Small_Basic/Small_Basic_V08.kl


















Small Basic V0.8 via kwout


E' giunta alla versione 0.8 "Small Basic" ,  l’applicazione pensata per rendere semplice e divertente l’attività di programmazione. Basata su un linguaggio di programmazione semplice, facile da imparare e corredato da un ambiente di sviluppo intuitivo e gradevole all’uso, Small Basic rende la programmazione un gioco da ragazzi. Ideale sia per i ragazzi (quelli più grandi, almeno) che per gli adulti, Small Basic aiuta i principianti a muovere i primi passi nel meraviglioso mondo della programmazione. Small Basic si ispira al mitico linguaggio di programmazione BASIC originale, ed è basato sulla piattaforma Microsoft.NET. È molto compatto grazie alle sue 15 parole chiave ed usa concetti minimali per ridurre il più possibile la barriera dell’apprendimento. Tra le nuove funzionalità, molto interessante è la possibilità di creare applicazioni che vengono eseguite in Silverlight direttamente online, come ad esempio Tetris o Star Games, l’utente crea il suo programma che funziona sul suo PC, come in passato, e, quando lo pubblica, sulla pagina web risultante viene visualizzato il codice del suo programma, come prima, ma viene anche eseguito direttamente.
"Small Basic"  è liberamente scaricabile dalla pagina di riferimento su "Apprendere in rete".

R. M.


Scrivere senza distrazioni.

24 febbraio 2010

http://www.creawriter.com/







Full screen text editor, disctraction free, increase your creativity in writing via kwout


 


"CreaWriter" è un text editor per Windows che, a quanto si dice sul sito di riferimento,  permette di aumentare la propria produttività e creatività nella videoscrittura grazie all'interfaccia minimalista a schermo intero, con la possibilità di "appoggiare" l'area di lavoro su uno sfondo accattivante e di immergerla in gradevoli suoni d'ambiente, tipo il crepitio del fuoco di un camino...In realtà, queste caratteristiche, unitamente a una dotazione essenziale di strumenti di lavoro raggiungibili in pannelli di controllo a scomparsa, creano un ambiente per la videoscrittura effettivamente semplice e pulito, adatto proprio all'ambito scolastico.
La versione free di "CreaWriter", con alcune limitazioni rispetto alla versione per "donatori", è scaricabile da questa pagina.

R. M.

Via | Geekissimo


Due parole, una storia.

22 febbraio 2010

Schermata iniziale.
 

Il mio nuovo programma "DUE PAROLE, UNA STORIA" fa parte della serie di programmi  da me dedicati alla memoria di Gianni Rodari nel trentesimo anniversario della scomparsa: un piccolo, ma sentito tributo all'inventore della grammatica più bella e coinvolgente che ci sia, quella "grammatica della fantasia" con cui egli invita(va) ogni bambino a mettere in gioco la propria creatività. Ed è proprio a uno dei suoi "esercizi di fantasia", che il programma si ispira.

Estrazione prima parola.

 

In sostanza: il programma "consegna" all'alunno due parole estratte casualmente da due elenchi diversi di 20 parole ciascuno, il primo costituito da nomi di cose inanimate...
 



Estrazione seconda parola.
 

...il secondo, da nomi di viventi.
 



Pronti per invantare la storia?
 

A questo punto, si chiede all'alunno di inventare e scrivere direttamente all'interno del programma una breve storia (una piccola fiaba, un raccontino realistico...), con l'unica condizione che contenga entrambe le parole date. Sarà necessario stimolare gli alunni a che le due parole non vengano inserite in modo estrinseco, tanto per rispondere alla consegna: conviene che l'"oggetto" e soprattutto il "personaggio" avuti in sorte giochino un ruolo importante all'interno del racconto.



Si scrive e poi si stampa!


In ogni caso, la breve storia prodotta verrà stampata per essere condivisa all'interno del gruppo classe insieme a quelle dei compagni (assai probabilmente diverse tra loro, essendovi in tutto 400 possibilità differenti di combinare le due parole...), non trascurando l'idea di farne un collage su di un cartellone o una piccola pubblicazione. Va da sè che gli alunni potranno essere impegnati in questa attività individualmente, a coppie o per piccoli gruppi, anche in relazione al numero di postazioni PC a disposizione. Se l'attività stessa sarà proposta in termini di mero gioco creativo, senza finalità... valutative di alcun genere (almeno esplicite...), e le attese dell'insegnante non saranno eccessive, anche in rapporto all'età e alle capacità degli alunni, i risultati potranno essere in taluni casi anche sorprendenti. Comunque sia, dopo la stampa della propria storia, l'alunno potrà stampare anche alcune immagini di fiabe famose (da midisegni.it), con l'augurio che, chissà, pure la sua possa, un giorno, diventare... un piccolo classico!... : )

Il programma "DUE PAROLE, UNA STORIA" è disponibile sul cd "Il mio software".

R. M.

Mettersi alla prova nella quarta prova.

20 febbraio 2010

http://scuola.zanichelli.it/online/quartaprova/













Risorse online per la preparazione alla quarta prova dell'esame di Stato per la scuola secondaria di primo grado via kwout


 


Il sito della Zanichelli mette lodevolmente a disposizione degli alunni della terza classe di Scuola secondaria di primo grado più di 400 quesiti per esercitarsi nella cosiddetta quarta prova di italiano e di matematica. Affrontando i quesiti assegnati nelle prove del 2008 e 2009 e nuovi quesiti scritti appositamente per l'occasione, l'alunno può impegnarsi a scelta in un'esercitazione di allenamento, con utile feedback del computer in caso di errore, oppure in un vero e proprio test completo, di un'ora, come quello che affronterà a giugno. All'esame di Stato per la scuola secondaria di primo grado dovrà infatti cimentarsi, oltre che con le tre prove scritte canoniche, anche con la quarta prova scritta di italiano e matematica, preparata dall’INValSI (Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema educativo di Istruzione e di formazione) e uguale per tutte le scuole medie d'Italia.

R. M.

Via | Maestro Roberto


Noteput.

19 febbraio 2010






E dopo la LIM,  Noteput, la lavagna interattiva...musicale!

R. M.

Prima l'uovo o la gallina?

http://utenti.quipo.it/base5/geopiana/tangovale.htm

Il tangram ovale via kwout


Sul mai abbastanza lodato sito "Base 5 - Appunti di matematica ricreativa", il Prof. Gianfranco Bo presenta il Tangram ovale, interessante variazione del celeberrimo puzzle di origine cinese. Invita a fotocopiarne l'immagine per poi stamparla su cartoncino e ritagliarla per ottenere i 9 pezzi del curioso puzzle. Non solo: offre indicazioni sulla costruzione dell'ovolo di partenza e sua dissezione utilizzando matita, righello e compasso. Infine pubblica una serie di figure di animali ottenute con i pezzi del Tangram ovale e invita gli alunni a costruirne di nuove e a inviargliele: pronti alla sfida?

R. M.


Per...concludere IL FAGIOLO MAGICO.

18 febbraio 2010

Schermata iniziale.
 

Dopo "Per...concludere IL PIFFERAIO MAGICO",  anche Il mio nuovo programma "Per...concludere IL FAGIOLO MAGICO" fa parte della serie di programmi dedicati alla memoria di Gianni Rodari nel trentesimo anniversario della scomparsa: un piccolo, ma sentito tributo all'inventore della grammatica più bella e coinvolgente che ci sia, quella "grammatica della fantasia" con cui egli invita(va) ogni bambino a mettere in gioco la propria creatività. Ed è proprio a uno dei suoi "esercizi di fantasia", così ben esemplificato dall'Autore stesso nel suo celebre "Tante storie per giocare", che il programma si ispira.  


Invito alla lettura.
 

In sostanza: viene proposta la (ri)lettura di una celebre fiaba (nella fattispecie, quella del "fagiolo magico" di Richard Walker, qui ridotta e adattata), che viene interrotta... proprio sul più bello.
 


Invito a concludere.
 

A questo punto, si chiede all'alunno di inventare e scrivere direttamente all'interno del programma una propria personale conclusione della storia, da stampare e quindi confrontare sia con quelle prodotte dai compagni, sia con il "vero" finale, quello originale della fiaba in questione. Gli alunni potranno lavorare individualmente, a coppie o per piccoli gruppi, anche in relazione al numero di postazioni PC a disposizione. Importante: nel caso conoscessero fiaba e relativo finale, occorrerà stimolarli a proporre in ogni caso una conclusione assolutamente lontana da quella originale. Se l'attività sarà proposta in termini di mero gioco creativo, senza finalità... valutative di alcun genere (almeno esplicite...), e le attese dell'insegnante non saranno eccessive, anche in rapporto all'età e alle capacità degli alunni, i risultati potranno essere in taluni casi anche sorprendenti. 
Comunque sia, alla fine, sarà possibile stampare alcune immagini della fiaba (da www.midisegni.it), da colorare a piacere, e ancora, se collegati alla rete, visionare una celebre versione a cartoni animati della fiaba stessa.

Il programma "Per...concludere IL FAGIOLO MAGICO" è liberamente scaricabile da questa pagina del sito di riferimento.

R. M.

Non solo l'ora.

17 febbraio 2010


 


“Time.is”  presenta a grandi cifre l'ora corrente, ma non solo: la compara con quella dell'orologio di sistema segnalandone la difformità; permette di inserire la nostra località, mostrandone la differenza orario con qualunque altra località nel mondo, e ne indica l'ora del sorgere del sole (sunrise) e del tramonto (sunset); grazie all'integrazione con Google Maps, consente di visualizzare la mappa della nostra o di qualsiasi altra località.
 



Cliccando sulla località scelta e indicata sotto l'orologio (in figura, quella in cui abito), ci verranno restituiti diversi e utili dati, come latitudine e longitudine, popolazione, fuso orario di appartenenza, ora legale/solare. In più, altri dati sulla nazione, come popolazione, valuta, superficie, capitale, ecc. Non manca un link alla voce su Wikipedia relativa alla località indicata.
Un sito estremamente utile, dunque, anche in ambito scolastico.

R. M.


Via | QuickTips



 

 

Docenti.tv.

16 febbraio 2010

http://www.docenti.tv/




















































Docenti.tv via kwout


"Docenti.tv" è un portale video per i docenti italiani che mette a disposizione centinaia di video utili per fare lezione in classe o documentarsi e aggiornarsi.  Destinati ad insegnanti di ogni ordine e grado, sono attualmente disponibili:




39 Videos





95 Videos







più 13 guide filmate su argomenti vari, quali l'uso della LIM con esempi di lezioni, documentazione di attività laboratoriali, ecc.
In conclusione: un utile portale tutto made in Italy dove trovare interessanti contributi video caricati da colleghi, cui aggiungere, eventualmente, i propri.

R. M.

Via | Maestro Roberto


Per...concludere IL PIFFERAIO MAGICO.

15 febbraio 2010

Schermata iniziale.
 

Il mio nuovo programma "Per...concludere Il PIFFERAIO MAGICO" è il primo di una serie di programmi che andrò a dedicare alla memoria di Gianni Rodari nel trentesimo anniversario della scomparsa: un piccolo, ma sentito tributo all'inventore della grammatica più bella e coinvolgente che ci sia, quella "grammatica della fantasia" con cui egli invita(va) ogni bambino a mettere in gioco la propria creatività. Ed è proprio a uno dei suoi "esercizi di fantasia", così ben esemplificato dall'Autore stesso nel suo celebre "Tante storie per giocare", che il programma si ispira. 



Lettura.
 

In sostanza: viene proposta la (ri)lettura di una celebre fiaba (nella fattispecie, quella del pifferaio di Hamelin, versione dei fratelli Grimm, ridotta e adattata), che viene interrotta... proprio sul più bello.
 



Proposta...finale.


A questo punto, si chiede all'alunno di inventare e scrivere direttamente all'interno del programma una propria personale conclusione della storia, da stampare e quindi confrontare sia con quelle prodotte dai compagni, sia con il "vero" finale, quello originale della fiaba in questione. Gli alunni potranno lavorare individualmente, a coppie o per piccoli gruppi, anche in relazione al numero di postazioni PC a disposizione. Importante: nel caso conoscessero fiaba e relativo finale, occorrerà stimolarli a proporre in ogni caso una conclusione assolutamente lontana da quella originale. Se l'attività sarà proposta in termini di mero gioco creativo, senza finalità... valutative di alcun genere (almeno esplicite...), e le attese dell'insegnante non saranno eccessive, anche in rapporto all'età e alle capacità degli alunni, i risultati potranno essere in taluni casi anche sorprendenti. Comunque sia, alla fine, sarà possibile stampare alcune immagini della fiaba, da colorare a piacere (da www.midisegni.it ), e ancora, se collegati alla rete, visionare una bella versione a cartoni animati della fiaba stessa.

Il programma "Per...concludere Il PIFFERAIO MAGICO" è disponibile sul cd "Il mio software".

R. M.

Go to Mingoville!

14 febbraio 2010

http://www.mingoville.com/it.html









Mingoville.com - English for Kids. Approved by Teachers. via kwout



"Mingoville" è un ambiente e-learning divertente, gratuito (ma con alcune limitazioni rispetto alle versioni a pagamento) e colorato che propone lezioni d’inglese riguardanti ortografia, grammatica, lettura e  pronuncia, rendendo l'apprendimento della lingua divertente tramite esercizi, canzoni e giochi proposti da simpatici  e coinvolgenti personaggi variopinti.
Per saperne di più, si può scaricare l'esauriente Teachers’guide (in inglese, obviously).

R. M.

Via | Apprendere in rete


 


"We Are The World 25 Per Haiti"

13 febbraio 2010






A 25 anni dalla registrazione originale, una nuova, splendida  versione, dedicata al martoriato popolo di Haiti.

R. M.

Chat al volo? Sì, grazie!

12 febbraio 2010


Può tornar utile pure in ambito scolastico avere la possibiltà di conversare on line, anche occasionalmente,  con amici e, appunto, colleghi che non dispongano magari di account di MSN e compagnia chattando o non siano raggiungibili (ancora?) sui vari social network. "Neat Chat" offre questa possibilità nel modo più semplice e veloce possibile, senza alcuna registrazione e installazione di software: è sufficiente utilizzare un browser web per comunicare via chat Neat. Il tutto, ovviamente, in modo gratuito.
Per avviare una sessione di chat, tutto quello che si deve fare è andare alla home page del sito di riferimento, inserire un nickname e fare clic sul pulsante Start Group. Una volta fatto questo, la sessione di chat è avviata e il browser carica la chat room. È quindi necessario invitare le persone con cui vogliamo conferire inviando loro la URL della chat room. Non solo: possiamo pure condividere documenti, inviare messaggi privati e cambiare lo stato attraverso una interfaccia pulita e intuitiva. Si può anche accedere a tutte le conversazioni che hanno avuto luogo in nostra assenza.
Insomma: un servizio (tra i tanti) che si distingue per estrema praticità e semplicità. Da provare, se non altro!...

 

R. M.

Via | Geekissimo

Confronti stellari.

11 febbraio 2010






Immagini che mostrano le dimensioni dei pianeti rispetto al Sole e il Sole rispetto ad altre stelle.
Tanto per ricordare ancora una volta quale infinitesima parte dell'universo sia il nostro mondo...

R. M.

Impariamo a disegnare.

10 febbraio 2010



http://www.drawspace.com/lessons/lesson.php?id=e01
























Drawspace.com - Level - Lesson via kwout


"Drawspace" è un portale interamente dedicato al disegno a mano libera, che pubblica guide, lezioni e tips in materia consultabili on line o scaricabili in locale (occorre registrarsi, in ogni caso). Guide e lezioni coprono numerosi argomenti specifici (la prospettiva, la figura umana, le caricature, i cartoons...), sono raggruppate su tre livelli (beginner - Intermediate - Advanced) e sono in inglese, ma ricche di illustrazioni esplicative. Una miniera di trucchi e suggerimenti pratici per chi vuol migliorare la propria capacità di disegnare e vuole essere in grado di offrire qualche utile dritta anche ai propri alunni...

R. M.

Via | Geekissimo


Hansel e Gretel.

9 febbraio 2010

Schermata del menu.
 

Il mio nuovo programma "A tu per tu con...Hansel e Gretel", molto semplice, è rivolto ai piccoli della seconda/terza classe di Scuola Primaria.

 

Lettura della fiaba.

Viene proposta la lettura della celebre fiaba dei fratelli Grimm, ridotta e adattata per l'occasione, suddivisa in 8 momenti-chiave, ognuno costituito da un testo e una tavola a colori.
 



Ricostruire la sequenza.
 

Una volta letta la fiaba, si possono svolgere alcune facili attività volte a verificarne un' adeguata comprensione. In "Riordina le figure" si tratta di ricostruire la corretta sequenza temporale dei momenti principali del racconto, riordinando la serie di immagini a corredo.
 



"Dimmi: chi dice...".
 

In "Dimmi: chi dice...?", vengono proposte alcune battute di dialogo: si tratta di individuare il personaggio che di volta in volta le pronuncia nel corso della narrazione.



Una schermata del cloze.
 

 In "Completa il cloze", occorre inserire correttamente le parole mancanti all'interno di estratti del testo. Ogni volta, se non si commettono errori, si ha la possibilità di stampare uno dei disegni della fiaba, riproposto in b/n, così da poterlo colorare a proprio modo (da midisegni.it).

Il programma "A tu per tu con...Hansel e Gretel" è liberamente scaricabile da questa pagina del mio sito.

Altri programmi della serie "A tu per tu con...":

La Capra Ferrata  I tre porcellini  Pollicino  Il gigante egoista

R. M.

Economia a scuola.

8 febbraio 2010

http://www.economiascuola.it/











EconomiAscuola via kwout


Nato per iniziativa di PattiChiari,  "EconomiAscuola" è il portale sull’educazione finanziaria dedicato agli insegnanti italiani di ogni ordine e materia, che promuove la sua conoscenza e l’insegnamento nelle scuole, sensibilizzando i docenti affinché possano proporla ai loro studenti all’interno dei programmi didattici.
La missione didattica del sito e la sua neutralità sono garantiti da un Comitato Scientifico presieduto dal Professor Filippo Cavazzuti, Professore Ordinario di Economia e Regolamentazione dei Mercati Finanziari presso la facoltà di Economia dell’Università di Bologna e Presidente del Consorzio PattiChiari, dal Dr. Giorgio Rembado, presidente dell’associazione ANP  – che ha dato il patrocinio all’iniziativa – e dalla Prof.ssa Mariarosa Borroni, docente di Economia degli intermediari finanziari presso l’Università Cattolica di Milano ed esperta di educazione finanziaria. Al suo fianco opera un Comitato Operativo composto da insegnanti  di diversi ordini scolastici, con il compito di animare la community attraverso la condivisione di articoli, lezioni, video, presentazioni sull’educazione finanziaria, la partecipazione ai gruppi tematici, ai blog e alle altre attività di dialogo e confronto del sito.
"EconomiAscuola" aiuterà dunque i docenti italiani a portare in classe questa nuova disciplina in maniera divertente, offrendo strumenti didattici innovativi e coinvolgenti, come ad es. le 13 "pillole" multimediali e interdisciplinari che compongono un percorso didattico formato appunto da  13 unità, ciascuna costituita da un breve video introduttivo che vede protagonisti i fratelli Gino e Margherita. Toccherà a loro fare le domande che anche noi ci poniamo quando si parla di globalizzazione, responsabilità sociale d’impresa, risparmio, previdenza, denaro virtuale e molto altro.
Per accedere a questi come agli altri materiali disponibili è necessaria la registrazione al portale.

R. M.


Carnevale si avvicina!...

7 febbraio 2010











Tempo di Carnevale, tempo di face painting! Nei video (in inglese), come trsformare il viso di due bimbi rispettivamente in un muso di tigre e in un volto di clown.
Per altri consigli su come truccare il viso dei bambini e rendere unici i loro travestimenti, vi invito a consultare questo post di Maestro Antonio, che propone anche una serie di link a siti italiani e stranieri da cui scaricare tante ed originali mascherine.


R. M.

Modificare un PDF? Si fa on line!

6 febbraio 2010


Abbiamo sempre più a che fare, anche in ambito scolastico, con files nel comodo formato PDF, diventato di fatto uno standard pressochè universale per la condivisione di documenti.
"PDFescape" è un'interessante applicazione on line che ci permette (previa registrazione) di modificare agevolmente un PDF caricato dal nostro computer o prelevato direttamente on line. Potremo aggiungere testo e forms, spostare, eliminare o inserire delle pagine, creare collegamenti ad altre pagine in formato PDF o a contenuti web, aggiungere e modificare annotazioni (sticky note) e altro ancora: il tutto, senza necessità di scaricare nulla, utilizzando solo il nostro browser. Unica limitazione per la versione free: potremo caricare solo file da 50 pagine o 2 Mb al massimo.

R. M.

Via | Geekissimo

Sfida al "Devoto-Oli" corral!

5 febbraio 2010

http://www.pianetascuola.it/risorse/media/dizionari/devotino/index.html

sfida via kwout


 "Sfida il Devoto-Oli" è un interessante gioco-quiz in Flash utilizzabile gratuitamente on line e pensato per gli alunni di Scuola Primaria (ultime classi) e Secondaria di Primo grado. Sono previste sei tipologie di "duello" con il celebre vocabolario: si va dall'"Origine delle parole"...
 


 


Famiglie di parole.
 


...alle "Famiglie di parole"; dai "Prestiti e forestierismi"...




Locuzioni e modi di dire.
 


...a "Locuzioni e modi di dire". Da "Preposizioni e reggenze"...




Sinonimi.


 


...ai "Sinonimi". Scelto l'argomento, si imposta il livello di difficoltà più consono agli alunni e...il duello può iniziare. I quiz si susseguono secondo forme ludiche sempre diverse e stimolanti, consentendo agli sfidanti di approfondire piacevolmente le proprie conoscenze linguistiche.

R. M.

Via | Maestro Roberto


Stampare schede sulle frazioni.

4 febbraio 2010


 

"Frazioni: stampa di schede cartacee" è un  programma di Cesare Agazzi per elaborare e stampare su normali fogli A4 delle schede con esercizi sulle frazioni, per la scuola primaria.




Sulla scheda stampata compaiono delle immagini geometriche frazionate: l'alunno deve scrivere la frazione corrispondente alla parte della immagine colorata. L'insegnante può scegliere il numero delle immagini da inserire in una scheda (10 o 20),  quali figure geometriche stampare e può impostare liberamente colori e quantità delle parti frazionate in ogni figura. Un'applicazione semplice, ma estremamente comoda per i docenti che vogliano programmare esercitazioni su schede cartacee ben calibrate e personalizzate.
Il programma è liberamente scaricabile da questa pagina di vbscuola.it.

R. M.

Imparo gli istogrammi.

3 febbraio 2010

 

Schermata menu.
 

"Imparo gli istogrammi" (vbscuola.it) è un programma per la scuola primaria, finalizzato a fare conoscere concretamente agli alunni l'uso degli istogrammi a barre verticali per la rappresentazione grafica di quantità.
Presenta tre serie di esercizi di creazione o di lettura di istogrammi:



Creazione istogramma animali.


- Istogrammi facili: 4 serie di 20 esercizi per la creazione o la lettura di istogrammi, con numeri interi o con termini di quantità (doppio, metà, tanti come) con numeri da 1 a 20.
-
- Istogrammi intermedi
: 4 serie di 20 esercizi per la creazione o la lettura di istogrammi, con numeri interi o con termini di quantità (doppio, triplo, quadruplo, metà) con numeri da 1 a 200.
-
- Istogrammi difficili
: 8 serie di 20 esercizi per la creazione o la lettura di istogrammi con numeri decimali, con le unità di misura di monete, pesi, capacità, lunghezze.

 


 



Lettura di istogrammi.
 

 


Lettura istogrammi con misure.


 

Gli istogrammi della terza serie (numeri decimali e unità di misura) possono essere utili anche per consolidare le conoscenze degli alunni sui numeri decimali, che in questo programma sono visualizzati concretamente, in scala, nel passaggio dall'unità inferiore all'unità superiore.
Il programma crea una scheda personale per ogni alunno, per ognuna delle tre serie, per cui l'alunno può svolgere  gli esercizi anche in tempi diversi, sino al loro completamento.  

"Imparo gli istogrammi" può essere liberamente scaricato da questa pagina di vbscuola.it.

R. M.


Potere alle potenze!

2 febbraio 2010

Schermata menu.
 

Il mio nuovo programma "Che potenza, le POTENZE!", molto semplice, propone un primo, elementare approccio al mondo delle "potenze". Dopo aver visualizzato alcuni richiami  sull'argomento (concetto e nomenclatura relativa; particolari casi di potenza), gli alunni potranno impegnarsi in una veloce esercitazione suddivisa in tre parti, riguardanti:

Una schermata dell'esercizio.

 

-  la scrittura di prodotti sotto forma di potenze...
 




Una schermata dell'esercizio.
 

- il calcolo di semplici potenze...
 



Una schermata dell'esercizio.

 

- il calcolo del quadrato di numeri a 2 cifre e terminanti per 5, con l'utilizzo di una semplice strategia.

Al termine dell'esercitazione, se non sono stati commessi errori, si potrà accedere ad un piccolo game in Flash.

Il  programma "Che potenza, le POTENZE!" è liberamente scaricabile da questa pagina del sito "Software Didattico Free".


R. M.

Buone news per i piccoli!

1 febbraio 2010

http://www.bambini-news.it/

























































Bambini News | L'informazione per ragazzi: news, foto e video via kwout


Bambini-news.it è il blog che riporta le notizie del giorno spiegandole ai più piccoli con un linguaggio adeguato , ben diverso da quello dei giornali e telegiornali pensati per i "i grandi". Così, i fatti della politica, della cronaca e i grandi eventi vengono restituiti in modo fresco ed immediato, offrendo inoltre ai ragazzi la possibilità di interagire, confrontandosi tra loro sulle tematiche via via trattate nel blog, attraverso l'inserimento dei propri  commenti  e la partecipazione ai sondaggi proposti. Bambini-news è un progetto del network Mypage. it, la principale risorsa italiana on line interamente pensata per ragazzi e famiglie, che comprende, fra l'altro, il primo socialnetwork italiano destinato ai più piccoli e da tempo linkato qui sul "Quadernone": www.mypage.it



R. M.