Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

BUON 2012 (e al diavolo i Maya)!

31 dicembre 2011



AUGURI!

Fine anno: tempo di calendari.

30 dicembre 2011

http://www.midisegni.it/scuola/mesi_anno_2012.shtml
Come tutti gli anni, midisegni.it, il notissimo sito di disegni per bambini, presenta il calendario per il nuovo anno da stampare, colorare e personalizzare a piacere. Viene suggerita anche la possibilità di costruirsi un calendario perpetuo, anche in inglese.
Insomma, in barba ai Maya, buon 2012 a tutti!

CANVASTICi disegni a tutti!

29 dicembre 2011


Canvastic è un'altra delle risorse online dedicate al disegno o, per meglio dire, alla "pittura" digitale. Si caratterizza per l'estrema semplicità dell'interfaccia. Basta scegliere la grandezza del tratto del pennello, "intingere" quest'ultimo in uno dei colori della tavolozza virtuale a disposizione e il capolavoro può iniziare. Alla fine si può aggiungere un testo sotto la nostra opera e quindi salvare il tutto o stamparlo. Con la funzione replay, possiamo rivedere le varie fasi della nostra CANVASTICa creazione.

Il Carnevale (della matematica) è vicino!

28 dicembre 2011

http://www.lanostra-matematica.org/2011/12/carnevale-della-matematica-45-prima.html
Il primo Carnevale della Matematica del nuovo anno è previsto per il 14 gennaio e sarà ospitato su Matem@ticamente, il blog della Prof. Annarita Ruberto. Il tema attorno al quale potranno ruotare i vari interventi è "Teoria della computazione, storia del pc e dintorni", ma grandi e piccoli, con o senza blog, potranno partecipare anche su tematiche del tutto libere. I contributi devono pervenire ad annaritar5@gmail.com entro il 12 gennaio 2012.
Buon Carnevale (della Matematica)!

Uno strano modo di contare.

27 dicembre 2011

http://utenti.quipo.it/base5/numeri/conta_dita.htm

Uno strano modo di contare è quello con la variante di Henry Ernest Dudeney.
Bisogna andate avanti a contare sulle dita di una mano come illustrato nella figura qui sopra richiamata: su quale dito si troverà il numero 500?
Tutti i particolari (e il problema di Pussy e il topo) su Base Cinque-Appunti di matematica ricreativa.

AUGURI!

24 dicembre 2011


Una bella voce, una celebre canzone, un magico Natale (nonostante tutto...).
AUGURI!

Un soldatino veramente sfortunato...

22 dicembre 2011


Il mio ultimo programma "Listen, read and print...THE STEADFAST TIN-SOLDIER" consente di avvicinare gli alunni al testo inglese della celebre storia dell'intrepido (e sfortunato!) soldatino di stagno di Hans Christian Andersen.

A riveder le stelle...di carta!

21 dicembre 2011

http://utenti.quipo.it/base5/geopiana/stella5punte.htm
Fuori a riveder le stelle... di carta, con la pagina già segnalata e ora aggiornata dal Prof. Gianfranco Bo su Base Cinque - Appunti di matematica ricreativa.
E' facile ottenere una stella a 2, 4, 8, 16, ... punte con un foglio di carta qualsiasi. Ma la classica stella a 5 punte? Nella pagina segnalata viene illustrata la procedura e si spiega perchè funziona: c'è tanta geometria anche in una stella di carta!... 

Grafici veloci e facili? Chart Creator!

20 dicembre 2011


Chart Creator è fra le più semplici applicazioni online per creare grafici. Il servizio, gratuito e utilizzabile senza alcuna registrazione, consente di creare con estrema facilità accattivanti grafici personalizzando con i propri dati il grafico a torta di default (ma potremo scegliere altri tipi di grafici: a barre, a linee, ecc.).
Una volta creato il grafico secondo le proprie necessità e i propri gusti, lo si potrà immediatamente stampare.

Ritagli di giornale... improbabili.


Fodey rende disponibili online alcune simpatiche applicazioni con cui produrre con estrema semplicità delle immagini spiritose o curiose, da allegare eventualmente a nostre e-mail. Una prima applicazione, The Newspaper Clipping Generator, consente di trasformare un nostro breve testo inserito in un form, in un ritaglio di giornale... personalizzato. Cliccando su Generate si visualizzerà l'immagine che potremo scaricare in jpg. Analoga procedura è prevista per ottenere l'immagine personalizzata di una clapper board, la lavagnetta per il ciak delle riprese di un nostro improbabile film, e altri tipi di immagini ancora:

Via | Maestro Roberto

PDF in 3D? Sì, grazie!

19 dicembre 2011

http://sodapdf.com/3dreader/

Soda 3D PDF Reader  è un'applicazione gratuita (va però completata una veloce registrazione) che, su tutti i sistemi operativi Windows, permette di "sfogliare" i documenti PDF con un simpatico effetto 3D. 
Oltre a questo, con lo stesso programma potremo creare con grande semplicità nostri PDF partendo da documenti Word, Excel o PowerPoint. 
Un'utility interessante, da provare senz'altro.



Chi è? Cos'è?

17 dicembre 2011



Il mio ultimo programma "Chi è? Cos'è?" è pensato per chi si trovi nelle prime fasi di apprendimento della lettura. Ogni volta si viene invitati a riconoscere una persona, un animale o un oggetto raffigurati in un'immagine al centro della schermata e a sceglierne, cliccandolo, il corretto nome corrispondente fra quelli proposti (in tutto 6). Sono in gioco le capacità di attenzione, di concentrazione e di analisi degli utenti, in quanto i nomi di volta in volta proposti sono spesso volutamente più o meno simili a quello corretto "da cliccare". Le schermate con le 26 figure "da indovinare" si susseguono in ordine casuale: al sempre possibile ripresentarsi di una stessa figura, il nome corretto da cliccare può anche apparire in posizione diversa che in precedenza (per ciascuna figura, sono previste infatti 2 posizioni diverse). Ad ogni scelta corretta, l'immagine stessa si "anima" e il contatore del punteggio si incrementa di una unità. Conseguiti 50 punti senza alcun errore, si ha la possibilità di stampare un simpatico disegno tratto da midisegni.it, da colorare poi a piacere.
Il programma "Chi è? Cos'è?" è liberamente scaricabile da questa pagina.

E, per ricominciare, Pinocchio!

1 dicembre 2011



Per mera casualità, questo, che era l'ultimo post prima della chiusura della piattaforma che ospitava in precedenza il blog, è ora diventato il primo sulla nuova piattaforma di Blogger. Sono contento che contenga la segnalazione del mio ultimo programma incentrato sulla figura di Pinocchio, che ho molto amato da bambino e ri-scoperto da adulto. Ci sarà ancora un posticino nel cuore e nella mente dei ragazzi di oggi, tra Harry Potter ed Hello Kitty, per il simpatico burattino di Collodi? Spero di sì e il programma "Ascolta-leggi-stampa LE AVVENTURE DI PINOCCHIO" consente proprio di avvicinare gli alunni al testo integrale della celebre storia,  proposto sia in Italiano che in Inglese.





La versione in Italiano, desunta dall'edizione 1883, può essere proposta, capitolo per capitolo, anche agli alunni più piccoli, che possono ascoltare la registrazione audio della storia, effettuata appositamente per questo programma (si perdoni la dizione, ahimè, tutt'altro che toscana...), mentre scorrono il testo scritto, eventualmente visualizzato sulla LIM. La versione del testo di Collodi tradotto in Inglese, da proporre agli alunni più grandi (diciamo di quinta primaria o delle classi di Scuola Media) prevede due tipologie di registrazione audio: la prima caratterizzata da una dizione molto fluente e spedita (tempo normal); la seconda, (tempo slower) "rallentata" appositamente per l'occasione (anche se solo di un 20%), quindi più "accessibile" e utile ai fini didattici. In entrambi i casi, si alternano alla lettura diversi speakers di lingua madre inglese (inglese-americano). Per ogni capitolo, i testi delle due versioni (Italiano-Inglese) sono collocati uno a fronte dell'altro, il che consente una più facile comprensione di quello in Inglese (anche se va detto che la traduzione in inglese della storia, pur fedele all'originale, non è certo letterale...). 





Dopo aver ascoltato/letto una o l'altra delle versioni del racconto (o entrambe), magari (perchè no?) a puntate nel corso dell'a.s., gli alunni possono affrontare due semplici esercitazioni: si tratta di completare un cloze in italiano e un altro in inglese, inserendo le parole mancanti nei sommari iniziali di alcuni dei capitoli del libro. Svolgendo senza errori ciascuna delle esercitazioni, si ha ogni volta la possibilità di stampare una delle tavole di Carlo Chiostri che accompagnano l'edizione del 1883 e inoltre di visionare un video in argomento da raggiungere sul portale You Tube, se si è collegati ad Internet (possibilità filtrata da password).
Da notare infine che il testo di ognuno dei 36 capitoli del libro può essere stampato nella duplice versione, onde poter effettuare più comodamente anche in classe eventuali ulteriori riflessioni, confronti ed esercitazioni di tipo linguistico, vuoi di Italiano, vuoi di Inglese.

Il programma è disponibile  sul DVD "Il mio software".

R. M.

Indovinare la frase in canoa.

13 novembre 2011




"Indovina la frase" è un gioco didattico creato da Giusi ed Elisabetta Landi, da utilizzare nella scuola primaria per attività di costruzione di frasi e di comprensione del concetto di frase.







Si gioca in due. Il primo giocatore scrive una frase senza che il suo compagno lo veda.
 







Il programma scompone la frase da indovinare in una serie di parole che scorrono in ordine sparso nell'acqua di un fiume, trasportate dalla corrente.
Il secondo giocatore deve guidare la canoa (usando i tasti direzione della tastiera: destra e sinistra) evitando i pericoli del fiume e, nello stesso tempo, deve leggere le parole che scorrono, cercando di capire e ricostruire l'intera frase. Quando ritiene di essere in grado di ricostruire la frase originale, il secondo giocatore clicca sull'apposito pulsante e scrive la frase.
Il gioco può essere usato anche con la LIM.

Il programma è liberamente scaricabile da vbscuola.it.

R. M.

Se otto anni vi sembran pochi...

9 novembre 2011



 



9 novembre 2003 - 9 novembre 2011: il "Quadernone", consunto e sciupato la sua parte, continua comunque ad essere sfogliato: grazie a tutti!

R. M.

Office facile? KitXKids!

5 novembre 2011



KitXKids è un nuovo prodotto Microsoft pensato per facilitare il processo di apprendimento delle diverse applicazioni di Office da parte degli alunni della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado.
Il prodotto, disponibile in modalità completamente gratuita per il download, si compone "di tre add-on, che si installano con un’unica procedura, e semplificano le funzionalità di Office 2007 e 2010, Microsoft Word, Excel e PowerPoint, i quali devono essere già presenti sul PC.  Il programma aggiunge tre nuovi link per lanciare la versione semplificata di Word, Excel e PowerPoint.
I menu classici dei tre applicativi si trasformano in menu semplificati, ma tutte le funzionalità rimangono accessibili attraverso le scelte rapide di tastiera. Inoltre, sarà sufficiente avviare i tre programmi attraverso le icone classiche per ritrovarsi nell’ambiente standard, la cui configurazione rimane invariata.
L’obiettivo è quello di fornire un rapido accesso alle funzionalità più utilizzate e più adatte al mondo scolastico".

R. M.

Who's that (little macht) girl?

2 novembre 2011




Il mio ultimo programma "The little match girl" invita all'ascolto e alla (ri)lettura della celebre fiaba di Andersen "La piccola fiammiferaia", proposta in prima battuta in inglese, con il testo suddiviso in 7 parti e ogni volta accompagnato da una tavola a colori (ricavata da disegni in b/n tratti da midisegni.it ).






Volendo, si può leggere il testo e nel contempo ascoltare il corrispondente audio in inglese, proposto in due distinte versioni: la prima restituisce una lettura fluente e piuttosto veloce del testo (tempo "normal"); la seconda propone una lettura un poco più lenta (tempo "slower"), quindi più utile ai fini didattici.






Ogni volta, durante la lettura del testo in inglese, è sempre possibile passare a quello tradotto in italiano.






Dopo un'attenta lettura delle 7 parti in cui è suddiviso il testo in inglese, si potrà completare il "cloze" proposto, inserendo ogni volta le parole in inglese mancanti.  
Se non vengono commessi errori, si potrà alla fine visionare un video a cartoni animati e in inglese sulla storia della "little match girl", da raggiungere sul portale You Tube, se si è collegati ad Internet.



Il programma "The little match girl" è liberamente scaricabile da questa pagina del sito collegato al blog.

R. M.

Paintslate, il disegnafacile.

31 ottobre 2011



Paintslate è un programma di disegno molto carino e ben adatto ad un uso in ambito scolastico. Offre una vasta gamma di strumenti per il disegno, dalle matite ai pennelli, con tavolozze di colori adatte ad ogni esigenza. Non mancano effetti speciali e una bella serie di "stampini" con cui i piccoli potranno impreziosire i propri... capolavori. Si può disegnare su un tradizionale foglio bianco, oppure scegliere fra una selezione di fogli con varie fantasie da usare come sfondo. Il programma viene offerto in licenza free alle Istituzioni scolastiche e comunque per oggi (e fin verso le ore 9 di domattina 1 novembre 2011) è scaricabile gratuitamente per tutti dal sito Giveawayoftheday (vedi box nella sidebar qui a destra).

R. M.

Il futuro dietro l'angolo?

30 ottobre 2011



Visioni di un futuro possibile. Il nostro indice (inteso come dito) si svilupperà enormemente, mentre le altre dita finiranno per atrofizzarsi? : ))

R. M.

La piccola fiammiferaia.

28 ottobre 2011



 



Il mio ultimo programma "A tu per tu con...La piccola fiammiferaia", molto semplice, è rivolto ai piccoli della seconda/terza classe di Scuola Primaria.








Viene proposta la lettura della celebre fiaba di Andersen, suddivisa in 7 momenti-chiave, ognuno costituito da una parte del testo e una tavola a colori (da disegni in b/n di midisegni.i)








Una volta letta la fiaba, si possono svolgere alcune facili attività volte a verificarne un'adeguata comprensione. In "Riordina le figure" si tratta di ricostruire la corretta sequenza temporale dei momenti principali del racconto, riordinando la serie di immagini a corredo.








In "Completa il cloze", occorre inserire correttamente le parole mancanti all'interno di estratti del testo. Per ciascuna attività, se non si commettono errori, si ha la possibilità: 1) di stampare uno dei disegni della fiaba, riproposto in b/n, così da poterlo colorare a proprio modo; 2)ttp://www.midisegni.it" di vedere un filmato a cartoni animati della fiaba in questione (occorre essere collegati a Internet).

Il programma "A tu per tu con...La piccola fiammiferaia" è disponibile sul cd "Il mio software".

R. M.

Che elementi...

27 ottobre 2011



Dall'interessante blog "Una lavagna per... stare insieme", collegato all'Istituto Comprensivo "Ugo Foscolo" di Vignole Borbera (AL), riprendo un curioso video che riporta una canzone del 1959 di Tom Lehrer: si tratta di una pirotecnica filastrocca-scioglilingua basata sugli elementi chimici allora conosciuti (ne mancano una quindicina, scoperti o sintetizzati in seguito, fra cui laurenzio, riterfordio, dubnio, seaborgio, bohrio, dell'hassio, meitnerio darmstadio, roentgenio e copernicium...).
Ecco il testo della canzone: 



The Elements Song
By Tom Lehrer

There's antimony, arsenic, aluminum, selenium,
And hydrogen and oxygen and nitrogen and rhenium
And nickel, neodymium, neptunium, germanium,
And iron, americium, ruthenium, uranium,
Europium, zirconium, lutetium, vanadium
And lanthanum and osmium and astatine and radium
And gold, protactinium and indium and gallium
And iodine and thorium and thulium and thallium.

There's yttrium, ytterbium, actinium, rubidium
And boron, gadolinium, niobium, iridium
And strontium and silicon and silver and samarium,
And bismuth, bromine, lithium, beryllium and barium.

There's holmium and helium and hafnium and erbium
And phosphorous and francium and fluorine and terbium
And manganese and mercury, molybdinum, magnesium,
Dysprosium and scandium and cerium and cesium
And lead, praseodymium, and platinum, plutonium,
Palladium, promethium, potassium, polonium,
Tantalum, technetium, titanium, tellurium,
And cadmium and calcium and chromium and curium.

Theres sulfur, californium and fermium, berkelium
And also mendelevium, einsteinium and nobelium
And argon, krypton, neon, radon, xenon, zinc and rhodium
And chlorine, carbon, cobalt, copper,
Tungsten, tin and sodium.

R. M.

PoliCultura 2012.

26 ottobre 2011



Segnalo volentieri che "dal 31 ottobre 2011 al 23 gennaio 2012 sono aperte le iscrizioni a PoliCultura, un’iniziativa gratuita del Politecnico di Milano, che promuove l’uso delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione presso le scuole di ogni livello scolastico.
PoliCultura crea un perfetto connubio tra cultura e nuove tecnologie, stimolando gli alunni ad apprendere i temi affrontati in classe in modo più coinvolgente e innovativo. Attraverso la realizzazione di narrazioni multimediali gli studenti hanno l’opportunità di sviluppare abilità tecniche e comunicative molteplici".
PoliCultura è una coinvolgente occasione per condurre un’esperienza didattica con le nuove tecnologie.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.policultura.it o contattare HOC-LAB  allo 02.2399.9627 o all’indirizzo email: policultura@polimi.it .

R. M.

Tutti a bordo, si fa un tema!



Il blog "Tutti a bordo - dislessia", come dicono le curatrici Franca Storace e Annapaola Capuano,  "non è destinato soltanto a chi si occupa di Dislessia e DSA ma offre supporti metodologici e didattici validi per tutti, visto che da anni utilizziamo nella nostra scuola le nuove tecnologie nella didattica". Nel blog si trovano "risorse didattiche utilizzabili anche con la LIM, risorse online sul web, software didattici free, news sulla scuola e sulla dislessia..... L'obiettivo è quello di offrire gli strumenti per una 'didattica coinvolgente', che si avvalga dell'informatica come strategia ma che promuova e stimoli l'apprendimento significativo".


Attualmente in primo piano sul blog un'interessante ed efficace mappa mentale che offre un utile schema da seguire nello svolgimento di un tema.

R. M.

Via | Maestro Roberto

La media, la mediana, la moda.

23 ottobre 2011




Il mio ultimo programma "Media, Mediana, Moda", dopo alcune schermate esemplificative, propone una esercitazione in argomento che si snoda con gradualità, partendo in una prima fase dalla simulazione di situazioni vicine all'esperienza degli alunni e che implicano facili calcoli mentali...













... per poi passare su un piano più astratto, con calcoli più complessi, per i quali l'alunno ha la possibilità di richiamare direttamente la calcolatrice virtuale di sistema dalla schermata in cui si trova.
Se l'esercitazione viene portata a termine senza commettere alcun errore, l'alunno ha poi la possibilità di giocare con un piccolo game incorporato nel programma stesso.
(Immagini ricavate da disegni in b/n di misegni.it).

Il programma è disponibile sul cd "Il mio software".

R. M.

Halloween si avvicina!...

20 ottobre 2011



Lo si apprezzi o meno, Halloween è ormai diventato un appuntamento irrinunciabile per tanti bambini e la raccolta di links proposta dal noto portale DIENNETI è veramente ricca di suggerimenti per reperire on line idee divertenti e creative da sviluppare in ambito scolastico o familiare. La raccolta di links si suddivide in varie e comode sottosezioni, fra le quali troviamo:

- Halloween: tradizioni e storia;
- Halloween: favole, fiabe, racconti, romanzi e filastrocche;
- Trucco, maschere e costumi spaventosi...

...e tantissimo altro!

R. M.

Una pizza con Piaget.

19 ottobre 2011



Di Angelo Rega e Massimiliano Schembri, segnalo volentieri il divertente e simpatico software “Diego Pizza Adventure”, che "permette di divertirsi con giochi di ispirazione piagettiana (teorie sullo sviluppo del bambino dello psicologo J. Piaget) e vuole essere uno strumento per stimolare alcune capacità cognitive di bambini di età compresa tra 5 e 9 anni di età. I giochi messi in scena riguardano  l’acquisizione delle relazioni spazio-temporali e del concetto di velocità; la capacità di costruire una serie, cioè l’abilita’di ordinare gli oggetti secondo una dimensione, e la capacità di creare corrispondenze fra elementi di serie diverse; aiuta a stimolare l’apprendimento del concetto di conservazione, secondo cui un liquido viene riconosciuto di quantità costante anche se e’travasato in recipienti di diverse forme e dimensioni; permette ai bambini di allenarsi con le capacità di trattare i quantificatori “tutti”e “alcuni”, applicati alle classi e alle sottoclassi di una gerarchia".



Per giocare / scaricare “Diego Pizza Adventure” cliccare qui



R. M.

C'è di CHE riflettere!

17 ottobre 2011




 



Il mio ultimo programma "C'è di CHE riflettere!" si compone di tre veloci esercitazioni di Grammatica Italiana che ruotano tutte intorno al pronome relativo "CHE".







Il primo esercizio vuol verificare la capacità dell'alunno di distinguere CHE pronome relativo da CHE congiunzione, riflettendo su una serie di 25 periodi accompagnati da altrettante immagini, spesso animate, sempre simpatiche e divertenti.






Il secondo esercizio riguarda le due possibili funzioni assunte dal pronome relativo CHE (soggetto o complemento oggetto?) all'interno di 10 periodi, sempre introdotti da immagini.






Il terzo esercizio chiede all'alunno di correggere una serie di dieci periodi in ciascuno dei quali il CHE pronome relativo è inserito in modo errato.
Per ogni esercitazione portata a termine senza commettere alcun errore, l'alunno ha la possibilità di giocare con un piccolo game incorporato nel programma stesso.

Il programma "C'è di CHE riflettere!" è disponibile sul cd "Il mio software".

R. M.

Si calcola di tutto!

15 ottobre 2011



Su Calkoo , partendo comodamente da un'unica pagina, si può trovare una trentina di calcolatori da utilizzare liberamente online così da soddisfare qualunque esigenza di calcolo si abbia. Solo alcuni dei calcolatori possono tornare utili nell'ambito della Scuola Primaria e della Secondaria di primo grado, tuttavia non mancano risorse di calcolo curiose, veramente particolari ed insolite.
Fra i calcolatori della sezione "Salute" è presente quello che calcola il cosiddetto B.I.M (indice di massa corporea), ma non quello che calcola il valore del colesterolo cosiddetto cattivo (LDL). Ricordo en passant che alcuni anni fa avevo assemblato entrambi questi calcolatori  in un unico, piccolo programmino.




R. M.

Via | Maestro Alberto

Occhio alle curve!

14 ottobre 2011



Sul sito "Sussidi didattici interattivi", il Prof. Giuseppe Bettati propone sotto forma di presentazione un'interessante risorsa su uno specifico argomento di geografia concernente le isoipse, o curve di livello, quelle linee ideali che uniscono tutti i punti alla stessa quota rispetto al livello del mare. Adatto agli alunni della Scuola secondaria di primo grado, la presentazione si snoda essenziale lungo un percorso in 5 tappe, tra immagini statiche, un'animazione (video Quick Time, occorre pazientare perchè è un po' lento nel caricarsi...), un esercizio e una mappa di Google con particolari funzioni.

R. M.

Una scuola "senza"?

13 ottobre 2011



Nella home del sito "BASE Cinque - Appunti di Matematica Ricreativa", curato dal Prof. Gianfranco Bo e qui spesso citato, si trova attualmente un interessante, gustoso e "provocatorio" intervento dello stesso curatore intitolato "La scuola che ci aspetta". Dopo una carrellata sulle aspettative che si nutrivano per il futuro della scuola italiana nel corso dei decenni passati, ecco nel prossimo futuro la scuola che ci aspetta:

"Se andremo avanti con i tagli come negli ultimi tre anni, la scuola del futuro prossimo sarà wireless, deskless, bagless, bookless, senza fili, senza banchi, senza libri...ma intelligente, impegnativa, libera: sono tutte cose che si possono avere quasi gratis. E' una sfida!".

C'è di che riflettere, non vi pare?



R. M.

Le bandiere degli Stati della U. E.

10 ottobre 2011




Il mio ultimo programma "Le bandiere degli Stati dell'Unione Europea", molto semplice, ha in prima battuta lo scopo di portare gli alunni a familiarizzare con le bandiere degli Stati che fanno parte dell'Europa Unita, ma nel contempo si prefigge di favorire anche un più sicuro riconoscimento della posizione di ciascun Stato sulla cartina muta del continente.







Infatti, dopo aver presentato le 28 bandiere in questione, secondo l'ordine alfabetico dei 27 Stati attualmente facenti parte dell'Unione, con in aggiunta la bandiera ufficiale della stessa U. E....









...il programma propone due Quiz di verifica:
nel primo quiz, l'alunno dovrà riconoscere la bandiera di volta in volta presentata cliccando sul nome dello Stato di riferimento, eventualmente riconoscendolo anche in base alla posizione occupata nella cartina muta;

 





    nel secondo, dovrà mostrare di riconoscere lo Stato di volta in volta evidenziato sulla cartina muta dell'Europa e quindi cliccare sulla corrispondente bandiera.  
Con 0 errori, in entrambi gli esercizi si avrà alla fine la possibilità di stampare alcuni disegni da colorare, ricavati da dipinti di celebri pittori europei.

Il programma "Le bandiere degli Stati dell'Unione Europea" è liberamente scaricabile dal mio sito "Software Didattico Free".

R. M.

Mille idee al nido.

9 ottobre 2011



Anche i piccolissimi del "nido", i loro genitori e le loro educatrici hanno i propri siti e blog di riferimento, come ad es. "Mille idee al nido". E dunque, una miniera di idee per esperienze concrete e coinvolgenti, scaturite dalla pratica educativa della curatrice del blog, ma pienamente trasferibili in ogni contesto. Da seguire!

R. M.

Il blog di "Dada pasticciona".

8 ottobre 2011



Segnalo volentieri "Dada pasticciona", il blog di Sabrina Boschi, alias Dada: questo è il modo simpatico con cui la chiamano i bimbi della scuola materna/infanzia in cui lavora. E di pasticci ne combinano davvero tanti! In questo Blog si troveranno i meglio riusciti e non solo... Una miniera di attività ed esperienze didattiche assolutamente coinvolgenti, adatte anche alla scuola primaria e  qui foto-documentate con immagini eloquenti, ma del tutto rispettose della privacy dei piccoli alunni.

R. M.