Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

BUON 2012 (e al diavolo i Maya)!

31 dicembre 2011



AUGURI!

Fine anno: tempo di calendari.

30 dicembre 2011

http://www.midisegni.it/scuola/mesi_anno_2012.shtml
Come tutti gli anni, midisegni.it, il notissimo sito di disegni per bambini, presenta il calendario per il nuovo anno da stampare, colorare e personalizzare a piacere. Viene suggerita anche la possibilità di costruirsi un calendario perpetuo, anche in inglese.
Insomma, in barba ai Maya, buon 2012 a tutti!

CANVASTICi disegni a tutti!

29 dicembre 2011


Canvastic è un'altra delle risorse online dedicate al disegno o, per meglio dire, alla "pittura" digitale. Si caratterizza per l'estrema semplicità dell'interfaccia. Basta scegliere la grandezza del tratto del pennello, "intingere" quest'ultimo in uno dei colori della tavolozza virtuale a disposizione e il capolavoro può iniziare. Alla fine si può aggiungere un testo sotto la nostra opera e quindi salvare il tutto o stamparlo. Con la funzione replay, possiamo rivedere le varie fasi della nostra CANVASTICa creazione.

Il Carnevale (della matematica) è vicino!

28 dicembre 2011

http://www.lanostra-matematica.org/2011/12/carnevale-della-matematica-45-prima.html
Il primo Carnevale della Matematica del nuovo anno è previsto per il 14 gennaio e sarà ospitato su Matem@ticamente, il blog della Prof. Annarita Ruberto. Il tema attorno al quale potranno ruotare i vari interventi è "Teoria della computazione, storia del pc e dintorni", ma grandi e piccoli, con o senza blog, potranno partecipare anche su tematiche del tutto libere. I contributi devono pervenire ad annaritar5@gmail.com entro il 12 gennaio 2012.
Buon Carnevale (della Matematica)!

Uno strano modo di contare.

27 dicembre 2011

http://utenti.quipo.it/base5/numeri/conta_dita.htm

Uno strano modo di contare è quello con la variante di Henry Ernest Dudeney.
Bisogna andate avanti a contare sulle dita di una mano come illustrato nella figura qui sopra richiamata: su quale dito si troverà il numero 500?
Tutti i particolari (e il problema di Pussy e il topo) su Base Cinque-Appunti di matematica ricreativa.

AUGURI!

24 dicembre 2011


Una bella voce, una celebre canzone, un magico Natale (nonostante tutto...).
AUGURI!

Un soldatino veramente sfortunato...

22 dicembre 2011


Il mio ultimo programma "Listen, read and print...THE STEADFAST TIN-SOLDIER" consente di avvicinare gli alunni al testo inglese della celebre storia dell'intrepido (e sfortunato!) soldatino di stagno di Hans Christian Andersen.

A riveder le stelle...di carta!

21 dicembre 2011

http://utenti.quipo.it/base5/geopiana/stella5punte.htm
Fuori a riveder le stelle... di carta, con la pagina già segnalata e ora aggiornata dal Prof. Gianfranco Bo su Base Cinque - Appunti di matematica ricreativa.
E' facile ottenere una stella a 2, 4, 8, 16, ... punte con un foglio di carta qualsiasi. Ma la classica stella a 5 punte? Nella pagina segnalata viene illustrata la procedura e si spiega perchè funziona: c'è tanta geometria anche in una stella di carta!... 

Grafici veloci e facili? Chart Creator!

20 dicembre 2011


Chart Creator è fra le più semplici applicazioni online per creare grafici. Il servizio, gratuito e utilizzabile senza alcuna registrazione, consente di creare con estrema facilità accattivanti grafici personalizzando con i propri dati il grafico a torta di default (ma potremo scegliere altri tipi di grafici: a barre, a linee, ecc.).
Una volta creato il grafico secondo le proprie necessità e i propri gusti, lo si potrà immediatamente stampare.

Ritagli di giornale... improbabili.


Fodey rende disponibili online alcune simpatiche applicazioni con cui produrre con estrema semplicità delle immagini spiritose o curiose, da allegare eventualmente a nostre e-mail. Una prima applicazione, The Newspaper Clipping Generator, consente di trasformare un nostro breve testo inserito in un form, in un ritaglio di giornale... personalizzato. Cliccando su Generate si visualizzerà l'immagine che potremo scaricare in jpg. Analoga procedura è prevista per ottenere l'immagine personalizzata di una clapper board, la lavagnetta per il ciak delle riprese di un nostro improbabile film, e altri tipi di immagini ancora:

Via | Maestro Roberto

PDF in 3D? Sì, grazie!

19 dicembre 2011

http://sodapdf.com/3dreader/

Soda 3D PDF Reader  è un'applicazione gratuita (va però completata una veloce registrazione) che, su tutti i sistemi operativi Windows, permette di "sfogliare" i documenti PDF con un simpatico effetto 3D. 
Oltre a questo, con lo stesso programma potremo creare con grande semplicità nostri PDF partendo da documenti Word, Excel o PowerPoint. 
Un'utility interessante, da provare senz'altro.



Chi è? Cos'è?

17 dicembre 2011



Il mio ultimo programma "Chi è? Cos'è?" è pensato per chi si trovi nelle prime fasi di apprendimento della lettura. Ogni volta si viene invitati a riconoscere una persona, un animale o un oggetto raffigurati in un'immagine al centro della schermata e a sceglierne, cliccandolo, il corretto nome corrispondente fra quelli proposti (in tutto 6). Sono in gioco le capacità di attenzione, di concentrazione e di analisi degli utenti, in quanto i nomi di volta in volta proposti sono spesso volutamente più o meno simili a quello corretto "da cliccare". Le schermate con le 26 figure "da indovinare" si susseguono in ordine casuale: al sempre possibile ripresentarsi di una stessa figura, il nome corretto da cliccare può anche apparire in posizione diversa che in precedenza (per ciascuna figura, sono previste infatti 2 posizioni diverse). Ad ogni scelta corretta, l'immagine stessa si "anima" e il contatore del punteggio si incrementa di una unità. Conseguiti 50 punti senza alcun errore, si ha la possibilità di stampare un simpatico disegno tratto da midisegni.it, da colorare poi a piacere.
Il programma "Chi è? Cos'è?" è liberamente scaricabile da questa pagina.

E, per ricominciare, Pinocchio!

1 dicembre 2011



Per mera casualità, questo, che era l'ultimo post prima della chiusura della piattaforma che ospitava in precedenza il blog, è ora diventato il primo sulla nuova piattaforma di Blogger. Sono contento che contenga la segnalazione del mio ultimo programma incentrato sulla figura di Pinocchio, che ho molto amato da bambino e ri-scoperto da adulto. Ci sarà ancora un posticino nel cuore e nella mente dei ragazzi di oggi, tra Harry Potter ed Hello Kitty, per il simpatico burattino di Collodi? Spero di sì e il programma "Ascolta-leggi-stampa LE AVVENTURE DI PINOCCHIO" consente proprio di avvicinare gli alunni al testo integrale della celebre storia,  proposto sia in Italiano che in Inglese.





La versione in Italiano, desunta dall'edizione 1883, può essere proposta, capitolo per capitolo, anche agli alunni più piccoli, che possono ascoltare la registrazione audio della storia, effettuata appositamente per questo programma (si perdoni la dizione, ahimè, tutt'altro che toscana...), mentre scorrono il testo scritto, eventualmente visualizzato sulla LIM. La versione del testo di Collodi tradotto in Inglese, da proporre agli alunni più grandi (diciamo di quinta primaria o delle classi di Scuola Media) prevede due tipologie di registrazione audio: la prima caratterizzata da una dizione molto fluente e spedita (tempo normal); la seconda, (tempo slower) "rallentata" appositamente per l'occasione (anche se solo di un 20%), quindi più "accessibile" e utile ai fini didattici. In entrambi i casi, si alternano alla lettura diversi speakers di lingua madre inglese (inglese-americano). Per ogni capitolo, i testi delle due versioni (Italiano-Inglese) sono collocati uno a fronte dell'altro, il che consente una più facile comprensione di quello in Inglese (anche se va detto che la traduzione in inglese della storia, pur fedele all'originale, non è certo letterale...). 





Dopo aver ascoltato/letto una o l'altra delle versioni del racconto (o entrambe), magari (perchè no?) a puntate nel corso dell'a.s., gli alunni possono affrontare due semplici esercitazioni: si tratta di completare un cloze in italiano e un altro in inglese, inserendo le parole mancanti nei sommari iniziali di alcuni dei capitoli del libro. Svolgendo senza errori ciascuna delle esercitazioni, si ha ogni volta la possibilità di stampare una delle tavole di Carlo Chiostri che accompagnano l'edizione del 1883 e inoltre di visionare un video in argomento da raggiungere sul portale You Tube, se si è collegati ad Internet (possibilità filtrata da password).
Da notare infine che il testo di ognuno dei 36 capitoli del libro può essere stampato nella duplice versione, onde poter effettuare più comodamente anche in classe eventuali ulteriori riflessioni, confronti ed esercitazioni di tipo linguistico, vuoi di Italiano, vuoi di Inglese.

Il programma è disponibile  sul DVD "Il mio software".

R. M.