Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

INVALSIoni barbariche in arrivo: prepararsi!

29 febbraio 2012

PROVEINVALSI.NET si propone come il più completo archivio di test Invalsi per la scuola primaria e secondaria. Vi si trovano archiviate tutte le prove Invalsi fin qui realizzate (adattate e modificate dall'originale Invalsi per poter essere fruibili on-line) e altre prove di allenamento realizzate dalla redazione del sito, per un totale di oltre 2000 test. E' possibile svolgere ogni prova online, verificando immediatamente i propri apprendimenti grazie al sistema di correzione che al termine di ogni test restituisce il numero di risposte esatte, il numero di risposte errate, il tempo impiegato e soprattutto farà rivedere le domande cui si è risposto in modo errato.
Ovviamente PROVEINVALSI.NET non ha alcun legame con l'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione, è un sito indipendente che vuole essere di aiuto alle famiglie e agli insegnanti. Da rimarcare ancora che
è pure disponibile il più grande archivio di prove differenziate per gli alunni diversamente abili: oltre 600 test suddivisi per classe, area di apprendimento, specifica disabilità, utili anche nella didattica delle normali lezioni curricolari.
Nella sezione delle utilità, tutta la più recente normativa, i quadri di riferimento e le date degli esami 2011/2012.

Giochi... verbosi.


La sezione Morfologia del sito Sussidi didattici curato dal Prof. Giuseppe Bettati presenta una sottosezione tutta dedicata all'analisi grammaticale del verbo, con diversi giochi didattici interattivi sulla più importante parte del discorso. In sostanza, un modo divertente e coinvolgente di proporre contenuti grammaticali spesso non particolarmente graditi dagli alunni...

Video... per non vedenti? Sì, grazie a...

28 febbraio 2012



...Grazie a Vincenzo Rubano, studente non vedente, e alla sua proposta di rendere accessibili i video collocati sui vari portali alla You Tube da parte di chi li pubblica semplicemente seguendo tre semplici step:

1.    Aggiungere in coda al titolo del video la sigla "V4B" (Video for Blind);
2.   Aggiungere nello spazio riservato alla “descrizione” un testo, breve ma puntuale, che restituisca a  parole quanto viene raccontato dalle immagini;
3.  Aggiungere fra i “tag” del video la sigla "V4B Video4Blind", così da facilitare ai non vedenti il raggiungimento dei video in tal modo resi accessibili.
E' quello che hanno fatto gli stessi compagni di Vincenzo, dell'Istituto Costa di Lecce per "promuovere" la loro scuola. 
Ecco la descrizione aggiunta:

Cookie: giocare imparando (o imparare giocando).

27 febbraio 2012


Cookie è una coloratissima piattaforma online che rende disponibile una vasta gamma di giochi educativi in relazione a diversi ambiti disciplinari: si va da giochi per l'avvio alla lettura (in inglese) a proposte riguardanti l'approccio al concetto di numero, ad attività di scienze, geografia e altro ancora, sempre facendo leva sul carattere ludico delle proposte. Il sito è in continuo aggiornamento: vale la pena di controllarlo regolarmente.


Via | Maestro Roberto

Ora e sempre resilienza (in didattica)!

26 febbraio 2012


Già online (in PDF) i testi delle relazioni presentate al Convegno Nazionale di ieri a Bologna "Didattica resistente: ora e sempre resilienza - La didattica sotto assedio nella scuola primaria e le idee per contrastare l'arretramento". 
Nell'immagine sopra richiamata, i link sono attivi.

Ma che sistema!... (feudale).

25 febbraio 2012



"Il Sistema Feudale 1 e 2" è l'ultimo video, con mappa e spiegazione semplificata, caricato sul canale Youtube "ScuolaInterattiva", che propone al momento una trentina di video lezioni basate su mappe soprattutto di storia, ma non solo.

Bisogna prendere tutte le necessarie misure!

24 febbraio 2012


Alcuni ricercatori dell'INRIM (Istituto Nazionale di RIcerca Metrologica) ed altri esperti coordinati dalla Dott.ssa Anita Calcatelli hanno realizzato nel 2005 e poi aggiornato nel 2010 un CD denominato "Il linguaggio delle misure",  con lo scopo di fornire informazioni di base e approfondimenti scientifici sul “Sistema Internazionale delle Unità di misura (SI)”. "I contenuti del CD si articolano in un’introduzione di carattere generale, corredata da cenni storici sugli scienziati più importanti per questa disciplina e da una sezione sui suoi sviluppi futuri, e in una trattazione sul ”Sistema Internazionale delle unitagrave; di misura (SI)”. In questa parte vengono spiegate e definite le unità di misura fondamentali, i loro multipli e sottomultipli, le unità derivate e quelle non appartenenti al SI, ma ugualmente ammesse".
La versione online del CD è navigabile anche partendo dal bottone verde "avanti" di cui all'immagine attiva sopra richiamata, cliccando poi su MENU.

Sul sito dell'INRIM:
Download gratuito del CD, previa registrazione on-line
(immagine CD iso, 196 MB)

E' ancora Carnevale (della Chimica)!

23 febbraio 2012


E' appena "nata", sul blog "Crescere creativamente" di Maestra Rosalba, la quattrodicesima edizione del Carnevale della Chimica, commentata dai disegni dei suoi stessi alunni di classe quarta. Tema di quest'ultima edizione, la nascita. Dal momento che dietro a ogni nascita c'è anche un processo chimico, "impareremo che è proprio grazie alla chimica e al suo studio,  che diventiamo capaci di conoscere i meccanismi di 'funzionamento e di trasformazione' del mondo".

Parole, parole, parole... in inglese.

22 febbraio 2012


Random Words è una risorsa online destinata a chi può contare su una buona conoscenza della lingua inglese, ma potrebbe tornare utile anche agli alunni più grandi impegnati nello studio di tale lingua. L'applicazione si presenta con un'interfaccia minimale, ma proprio per questo efficace e diretta: ogni volta che si clicca sul bottone Generate more! compare una lista di vocaboli in inglese sempre diversi e suddivi in 4 colonne: verbi, aggettivi, sostantivi e avverbi. Subito si viene messi alla prova circa l'effettiva conoscenza dei vocaboli proposti, ma viene altresì stimolata la nostra curiosità ad approfondire quelli meno familiari, dal momento che ognuno di essi è linkato ad una scheda di approfondimento. Come (quasi) sempre qui sul Quadernone, l'immagine richiamata sopra è attiva e permette di testare immediatamente l'utile risorsa segnalata.

Via | QuickTips

Sei una maestra se...

21 febbraio 2012

Dall'album FB di Maestra Larissa, una "fotografia" della realtà magistrale più efficace di un'indagine sociologica mirata... : )

Font... juventina? No: ad alta leggibilità!

20 febbraio 2012


Edizioni Biancoenero rende disponibile gratuitamente (per usi non commerciali) a istituzioni e privati la prima font italiana ad "alta leggibilità". Pensata per chi ha difficoltà di lettura che rientrino nel quadro della dislessia, la font restituisce caratteri ben differenziati, specie per quanto riguarda le lettere speculari b-d, p-q, a-e ed altre, senza per questo proporre soluzioni tipografiche che si discostino troppo da quelle normalmente in uso. Una risorsa tutta italiana e gratuita che istituzioni scolastiche, singoli docenti e genitori non mancheranno di apprezzare.

Capire un cubo (e il suo doppio).


Si sa che un cubo con lo spigolo di 10 cm, ha il volume di 1000 cm3 = 1 dm3, che corrisponde alla capacità di 1 litro. Se si vuol raddoppiare il suo volume, quanti centimetri sarà lungo il suo nuovo lato? 20 cm, dirà qualche alunno... Ma partendo dal calcolo della radice cubica di 2000 cm3 (volume doppio), si avrà:
3√2000 = 12,599210... La risposta è: il suo lato sarà lungo 12,6 cm circa. E qui potrà entrare in gioco la manualità dei ragazzi, partendo da una certa quantità di cannucce e di scovolini per pipa... Una proposta di geometria solida operativa tratta dal benemerito sito BASE Cinque - Appunti di matematica ricreativa.

La simmetria in pochi click.

18 febbraio 2012


Inverted Image è un programma del tutto free per sistemi operativi Windows che consente di applicare un effetto speculare ad un'immagine (nei formati più comuni) agendo in tutta semplicità su pochi comandi relativamente a posizione, grado di trasparenza, dimensioni...
Utile in ambito scolastico, anche per un avvio simpaticamente operativo al discorso sulla simmetria.



 

Alice nel Paese di Internet.

17 febbraio 2012


In occasione del Safer Internet Day, il 7 febbraio scorso, Terre des Hommes ha lanciato “Alice nel Paese di Internet”, un progetto realizzato in collaborazione con l’Istituto Europeo di Design di Torino che si concretizza in una guida volta a promuovere l’utilizzo più consapevole e sicuro di internet da parte dei bambini. La guida sottolinea l’importanza dell’esplorazione, da parte dei bambini, dell’incredibile “Paese di Internet”, ma nel contempo favorisce l'acquisizione di concreti strumenti che consentano di muoversi con responsabilità e sicurezza nella Rete e conquistare una piena cittadinanza digitale. Per scaricare la guida in PDF cliccare qui.

Auguri, Maestro Mario (Lodi)!



Oggi Mario Lodi compie 90 anni. Dalla seguente citazione (da Wikiquote), come peraltro dalla recente intervista socumentata nel video, traspare tutto il senso di una vita spesa a favore dei bambini e di una loro più autentica formazione. Grazie, Maestro!

"Pochi giorni fa, in una scuola elementare, domandai ai bambini quali erano i loro sogni per il futuro. Ha risposto subito Massimo: "diventare miliardario!". Sogno, condiviso dagli altri bambini, che ci fa riflettere. Oggi è difficile educare perché il nostro impegno di formare, a scuola, il cittadino che collabora, che antepone il bene comune a quello egoista, che rispetta e aiuta gli altri, è quotidianamente vanificato dai modelli proposti da chi possiede i mezzi per illudere che la felicità è nel denaro, nel potere, nell'emergere con tutti i mezzi, compresa la violenza. A questa forza perversa noi dobbiamo contrapporre l'educazione dei sentimenti: parlare di amore a chi crede nella violenza, parlare di pace preventiva a chi vuole la guerra. Dobbiamo imparare a fare le cose difficili, come disse Gianni Rodari in una delle sue ultime poesie: parlare al sordo, mostrare la rosa al cieco, liberare gli schiavi che si credono liberi. (dal Saluto al Convegno "Educare è difficile", Legambiente – MCE Perugia marzo 2003)".

Son tutte storie (di didattica)...

16 febbraio 2012

http://www.storiedididattica.it/

"Storie di didattica" è un progetto di formazione e sviluppo professionale per i membri del network ‘La scuola che funziona’, ma è anche un progetto di ricerca. Ci si propone di "fare ricerca qualitativa (ad orientamento fenomenologico) con lo scopo di identificare ‘teorie’ dell’insegnamento alle quali agganciare metodi e strumenti estraendole dalle pratiche reali, teorie ‘estratte’ e non teorie ‘astratte’". In estrema sintesi, il progetto si sviluppa concettualmente attraverso tre tipi di attività:

- la narrazione di storie di didattica- la loro rielaborazione riflessiva - la costruzione di una knowledge base.

Il tutto, gestito da un gruppo di membri del network  supervisionati dal Prof. Giuseppe Tacconi - CRED (Centro di Ricerca Educativa e Didattica), Università di Verona.

Il Progetto... in video:

Io Museo, e tu?


Sono ancora aperte le iscrizioni (fino al 26 marzo 2012) al Concorso “Io Museo, e tu?”, proposto dal FAI e Intesa Sanpaolo e destinato agli studenti di scuola primaria e secondaria di I grado.
Il compito di quest'anno? Le classi devono scegliere un luogo del cuore del proprio territorio, associarlo ad una categoria tematica proposta dal FAI e creare la “stanza” di un museo. Ecco le categorie tematiche:

Tutto Disney.

15 febbraio 2012



In meno di 5 minuti, le più belle scene estratte dai 51 lungometraggi animati proposti dalla Disney, partendo dalla mitica Biancaneve e i 7 nani del 1937, per arrivare al Winnie the Pooh dell'anno scorso.
Ecco l'elenco di tutti i film:

Piccole recite con le maschere della tradizione.

14 febbraio 2012


La Pappadolce propone una serie di simpatici copioni per piccole recite di Carnevale. Si tratta sostanzialmente di brevi dialoghi, pensati sì per le recite scolastiche, ma anche come ottimi strumenti per esercitare la lettura ad alta voce in modo divertente.Oltretutto si viaggia tra le regioni italiane recuperando le nostre tradizionali maschere della Commedia dell’Arte. Ecco alcuni titoli:
Scherzo di Carnevale, Bugie, L’imbroglione bastonato, Castelli in aria, Il grano d’oro, Le lettere per la mamma, In piazza, Non dire gatto se non è nel sacco, Il furbo Arlecchino e il ghiotto Brighella, Un inguaribile bugiardo, Arlecchino e il mal di schiena, Arlecchino finto morto, Meglio tardi, Discussione aritmetica, I due fannulloni, Il bugiardo sbugiardato, Pulcinella e le frittelle, Dialogo tra Arlecchino e Pantalone, Arlecchino e l’oste, A Carnevale ogni scherzo vale, Fabrizio e Succianespole, Il seccatore, Il naso di Cirano…

Via | Maestro Roberto

Tutti a bordo, con le mappe su Piaget!

13 febbraio 2012


Tutti a bordo - dislessia, il blog di irisorse didattiche utilizzabili anche con la LIM, risorse online sul web, software didattici free, news sulla scuola e, appunto, sulla dislessia, segnala e propone una interessante serie di contenuti incentrati sulla figura di Jean Piaget. Si va da chiare ed efficaci mappe concettuali sulle fasi dello sviluppo cognitivo e sull'epistemologia genetica secondo la visione del grande psicologo svizzero, ad una presentazione PPT con una sintesi del suo pensiero pedagogico.

iPad in classe.

12 febbraio 2012



Il video sopra richiamato documenta la sperimentazione didattica "iPad a scuola" - Classe 2.0, a cura di Adriana Sartore, referente del progetto della Direzione Didattica di Cassola (VI). Il futuro della scuola appena dietro l'angolo? Vedremo. Intanto, oltre all'utilizzo così promettente del celebre tablet, mi ha colpito un aspetto della sperimentazione forse meno tecnologicamente "2.0", ma altrettanto importante sul piano logistico: la geniale gestione "creativa" dei tavoli di lavoro...

Capire un cubo (di Yoshimoto).

11 febbraio 2012


Su BASECinque-Appunti di matematica ricreativa si presentano interessanti (e curiose) attività di... manipolazione geometrica aventi per oggetto il cosiddetto cubo di Yoshimoto.
Nel video sotto richiamato, alcune manipolazioni in azione:

Toccare il cielo (di Van Gogh) con un dito.

10 febbraio 2012


Starry Night (interactive animation) from Petros Vrellis on Vimeo.

La celebre “Notte stellata” di Vincent Van Gogh si anima sotto i nostri occhi. E sotto il nostro dito, se "portata" su un touch screen...

Il giorno del ricordo.



Per non dimenticare.

Dalla LIM alla LIM 2.0.


Bricks, la rivista online per la scuola edita congiuntamente da AICA e SIe-L, si rivolge al mondo della scuola e  presenta i migliori esempi di utilizzo delle tecnologie informatiche nella didattica e di attività per lo sviluppo delle competenze informatiche e digitali degli studenti. Qui si richiama l'importante contributo di Mario Gabbari, Roberto Gagliardi e Antonio Gaetano, docenti formatori e autori del testo "La Scuola con la LIM" (Editrice La Scuola, Brescia, 2010), secondo i quali la LIM può oggi assumere "la connotazione di uno spazio di lavoro ideale per proporre contenuti aperti alla mediazione e all’integrazione del docente e degli allievi. Uno spazio flessibile, gestito sotto la guida e la regia del docente, ma con un forte coinvolgimento da parte dei discenti, attraverso la creazione di percorsi di apprendimento e la navigazione di siti specifici d’interesse e l’utilizzo delle diverse risorse, rese disponibili dal web 2.0...".

VALeS... la pena di valutare la scuola?

9 febbraio 2012


Al via il progetto sperimentale "VALeS" per la valutazione delle scuole e dei dirigenti scolastici, le adesioni on-line a partire dal 10 febbraio ed entro il 12 marzo 2012.

L'A(r)ccademia dei giochi educativi online.


Skill Builders Arcademic propone una raccolta di  videogiochi educativi online che offrono un approccio efficace per esercitarsi, divertendosi, in matematica, lingua (inglese) e altro ancora.
Sul sito si sottolinea l'impegno posto nell'assicurare ai piccoli un ambiente di gioco online sicuro: è impossibile per chiunque contattare uno studente durante l'esecuzione dei giochi; in quelli multiplayer poi, se lo studente inizia un gioco come 'privato'solo i giocatori che conoscono la password (creata dallo studente stesso) possono aggiungersi al gioco, tutti gli altri giocatori non sono ammessi.
Se lo studente inizia un gioco in modalità "pubblica", chiunque dall'esterno può entrare in gioco, ma non c'è alcun contatto tra i giocatori esterni e lo studente; inoltre, non viene memorizzato l'ID del giocatore che lo studente crea e vengono monitorati i nomi dei giocatori al fine di bloccare quelli inappropriati.
(L'immagine richiamata sopra è attiva e consente di provare direttamente i giochi visualizzati).

Un font per dislessici.

8 febbraio 2012



I bambini affetti da dislessia  tendono a confondere le lettere delle parole. Un grafic designer olandese, Christian Boer, affetto anche lui da questa difficoltà di lettura, ha studiato un particolare carattere tipografico per facilitare il compito di un lettore dislessico. L'utilizzo del font Dyslexie pare renda effettivamente la lettura più fluida, in quanto la parte inferiore di ogni lettera è più grande e marcata e in questo modo si ‘impedisce’ di far ruotare la lettera su se stessa creando l’effetto di un’unica base pesante. Inoltre sono  modificati gli spazi all’interno delle lettere così da non farle sembrare tutte uguali evitando di confonderle tra loro e lo spazio tra le singole parole è aumentato rendendo più chiara la lettura. Si tratta in sostanza di un simil corsivo, che presenta lettere somiglianti a quelle scritte a mano, facilitandone così il riconoscimento.

Minori in rete: sicuri?

7 febbraio 2012



Oggi è la Giornata Europea per la Sicurezza in Rete dei minori. Secondo Save the Children, un adolescente su 3 invia o riceve messaggi a sfondo sessuale. Il 32 per cento dà il proprio numero di cellulare a qualcuno conosciuto online. Il 17 per cento ha rapporti intimi con persone contattate via web.C'è di che riflettere, da parte di genitori e insegnanti!...
Un altro (eloquente) video: Madre e figlia, intervista doppia
 

Volunia spicca il volo.



Intervista a Massimo Marchiori, a suo tempo "padre" dell'algoritmo che ha fatto la fortuna di Google, al termine della presentazione del nuovo motore di ricerca Volunia svoltasi presso l'Università degli Studi di Padova.
Il nuovo motore, in estrema sintesi, offrirà qualcosa in più rispetto agli altri e più blasonati motori: non solo i tradizionali "risultati", ma anche informazioni in tempo reale su chi visualizza quei risultati in quel momento, come e dove si sceglie di approfondire, quanti utenti hanno cercato e cercano quelle informazioni... Insomma, un motore di ricerca che si fa social. E tutto nato in Italia: auguri!

Didattica con la fiaba.

6 febbraio 2012



Videopresentazione di un libro per educatori, operatori di Asilo Nido, insegnanti di Scuola dell'Infanzia e Primaria in cui la fiaba è presentata come "uno strumento efficace per insegnare e formare i bambini fin dai primi mesi di vita. Questo volume contiene la descrizione di laboratori ideati utilizzando la fiaba come strumento didattico, per ogni età e livello di scolastico, a partire dagli Asili Nido".
Maggiori informazioni in: www.rosatiziana.com

Ma come fa la tartaruga a battere Achille piè veloce?



L'animazione della The Open University richiamata nella sezione Math in a minute della New Scientist TV ripropone (in inglese) in modo spiritoso il Paradosso di "Achille e la Tartaruga". Sul celebre paradosso, possiamo leggere in Wikipedia:
"Il paradosso di “Achille e la Tartaruga” è il più famoso dei Paradossi di Zenone. È stato proposto nel quinto secolo a.C. da Zenone di Elea, che intendeva difendere le tesi del suo maestro Parmenide, che sosteneva che il movimento non è altro che illusione. 
Una delle descrizioni più famose del paradosso è quella dello scrittore argentino Jorge Luis Borges:

Liberalizzare i libri di testo?

4 febbraio 2012


Non è giunta l'ora di liberalizzare anche il settore dei libri di testo, in Italia? Se lo chiede Agostino Quadrino, della Garamond, nel suo blog, avendo peraltro creato su Facebook un gruppo aperto che sostiene l’abolizione della norma che rende obbligatoria l’adozione dei libri di testo nella scuola italiana.
Quella dei libri di testo cartacei è una nicchia di mercato protetto, in mano per la maggior parte a tre o quattro gruppi editoriali e "che costa ogni anno circa 800 milioni di euro alle famiglie italiane, in contanti, per l’acquisto di libri a stampa, di cui mediamente si usa non più di un terzo o della metà durante l’anno e che l’anno seguente non sono più utilizzabili nemmeno come usato, per via delle cosiddette 'nuove edizioni'…".
C'è di che riflettere...

LIM: micro-corso chiaro ed essenziale.

3 febbraio 2012


Il Prof. Carlo Columba, docente di elettronica in un Istituto Tecnico Industriale, ha terminato da poco gli incontri di un breve corso  che ha tenuto nella sua scuola sull’utilizzo della Lavagna Interattiva Multimediale. Solamente tre incontri, centrati principalmente sul “fare”, giusto per consentire ai colleghi interessati di poter utilizzare questi nuovi strumenti. Le parti del corso contenenti le “spiegazioni” (soprattutto del software di preparazione ed erogazione delle lezioni) sono state registrate e i relativi tre video sono richiamati all'interno del suo blog personale.

Spazio a portata di mouse.


Il WorldWide Telescope è un telescopio virtuale che permette di visitare i pianeti, di vedere da vicino il sistema solare, di visualizzare i panorami realizzati dalle sonde spaziali e dai diversi satelliti. "Ogni visitatore potrà inoltre prendere parte a fantastici tour, commentati da astronuati e insegnanti, tra nebulose, galassie, pianeti, mappe spaziali, vivendo la sensazione di viaggiare davvero nello spazio!". Il programma fa parte della Suite "Risorse per la scuola" di Microsoft. Si può installare in locale il relativo client, oppure usare ll Web cliente che gira on line.