Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Tempo di iscrizioni...online.

31 gennaio 2014



Su Catepol 3.0, della Prof.ssa Caterina Policaro, la Guida, in forma di presentazione, alle iscrizioni online riguardo a come effettuare passo passo la fase di registrazione da parte delle famiglie.

Pappa dolce di Carnevale.

30 gennaio 2014


Da Lapappadolce, proposte e materiali didattici (schede, ebook, ecc.) per il più divertente dei Carnevali.

Un Bolero di buona Foggia.

29 gennaio 2014



Il "Bolero" di Ravel in un flashmob degli studenti al Conservatorio U. Giordano di Foggia.

Qui la mia "Guida all'ascolto" del celebre brano:


The BESt synopsis.


Su Educazione&Scuola, l'utile e puntuale schema sinottico della normativa su tutti i BES, di Salvatore Nocera.

C'è da spostare una macchina!

28 gennaio 2014


Garage Rompicapo è un simpatico gioco di logica e di orientamento spaziale adatto a bambini da 6 anni in poi, liberamente scaricabile da vbscuola.it. In un piccolo garage, l'uscita dell'auto del giocatore (un'auto rossa) è bloccata da altre auto, bus o autocarri. Il giocatore deve spostare, trascinandoli con il mouse, le auto, i bus o gli autocarri che impediscono l'uscita, poi deve trascinare l'auto rossa fuori dal garage.
Ci sono 12 livelli di gioco: 6 facili, 6 più difficili.

"Memoria" per il Giorno della Memoria.

26 gennaio 2014



"Memoria", un documento storico assolutamente unico, con le testimonianze di 90 deportati ebrei italiani ad Auschwitz, 90 interviste, realizzate da Marcello Pezzetti e Liliana Picciotto negli anni '90, agli ultimi sopravvissuti della deportazione. "Un racconto dalla viva voce di chi ha vissuto tutte le fasi della Shoah italiana; il ricordo di chi ha provato sulla propria persona la follia della storia e ne porterà il segno per sempre...".

L'e-biblioteca di Alexandria.

25 gennaio 2014



Agostino Quadrino, di Garamond, presenta "Alexandria", il nuovo ambiente online "per la condivisione di contenuti digitali didattici per la scuola, destinato agli insegnanti e agli studenti, di ogni ordine e grado di scuola, che intendono ricercare, caricare, pubblicare e scaricare materiali formativi digitali (testi, immagini, audio, video...) per tutte le materie di studio, in modalità gratuita o a pagamento".

Una vita da social.

24 gennaio 2014



Fiorello e gli amici dell'edicola presentano il progetto "Una vita da social", ideato dalla Polizia di Stato con lo scopo di sensibilizzare tutti gli utilizzatori dei social network ad un uso più sicuro della Rete. L'iniziativa si rivolge in particolare agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, tra i maggiori utilizzatori di questi media.

Bullismo? Soprattutto sui social network.

23 gennaio 2014



Il 65% dei casi di bullismo sessuale avviene sui social network: che fare?

Un Gomitolo di novità.


Su Il gomitolo, le fiabe  e i racconti per bambini e ragazzi di Armanda Capeder, insegnante di lettere, giornalista e autrice di libri di narrativa. Alcuni dei racconti sono corredati da suggerimenti per la riflessione e la ricerca. I racconti possono essere utilizzati anche da insegnanti ed educatori, nel rispetto della licenza Creative Commons BY-NC-ND (citare l'autore, non usare a fine commerciale, non trarne
opere derivate). 
Un'altra novità del Gomitolo è la newsletter: una newsletter speciale, che viene inviata un paio di volte al mese e oltre alle novità del Gomitolo contiene segnalazioni di parti del sito che i visitatori  vogliono far conoscere. Racconti, interviste, giochi, discussioni nel forum... in ogni newsletter si potranno scoprire le cose del Gomitolo che piacciono a chi lo visita! Iscriversi è facile, gratuito e lo può fare chiunque, con qualsiasi email e senza limiti di età. E poiché il Gomitolo non è un sito commerciale, iscrivendosi alla newsletter non si riceverà alcun tipo di messaggio pubblicitario.

Con in Testa 95 tesi sulla scuola.

21 gennaio 2014


Su Internazionale, le 95 tesi sulla scuola di Annamaria Testa che stanno facendo discutere docenti, genitori e anche studenti.

Galileo: eppur si muove la scuola digitale.


Su Galileo-Giornale di Scienza, si parla del progetto "Scuola Lombardia Digitale", lanciato qualche giorno fa a Milano dal Ministero dell'Istruzione (attraverso Ufficio scolastico regionale per la Lombardia) e dalla Regione. "...Ma cosa ci si aspetta esattamente da questo progetto pilota? L'obiettivo è poter usare questa esperienza per redigere le prime linee guida per la scuola digitale italiana. Orientamenti che dovranno riguardare sia la didattica, sia le infrastrutture di rete, sia i nuovi ambienti di apprendimento, con il supporto di aziende hi-tech e degli editori. L'agenda prevede la stesura delle linee guida tra giugno e agosto 2014 e la pubblicazione – ovviamente un ebook – a settembre 2014...".

In ricordo di Abbado...

20 gennaio 2014









... la favola musicale di Sergei Prokofiev interpretata dall'orchestra Mozart diretta dal grande maestro appena scomparso e con la voce narrante di Roberto Benigni.

Spirito critico e senso civico digitale nei giovani d'oggi: che fare?

19 gennaio 2014


Su Girl Geek life, Chiara Spalatro si occupa del rapporto che i ragazzi di oggi hanno con il mondo del web 2.0:
"Se gli adulti sono arrivati in rete per gradi e hanno avuto il tempo di ambientarsi, per i ragazzi, invece, non è mai esistito altro: la rete è puro protagonismo. Come educare, dunque, i giovanissimi a 'vivere' la rete correttamente e costruttivamente, sviluppare in loro uno spirito critico e un senso civico digitale che li porti a essere produttori e distributori consapevoli di informazioni?"

Libro o contenuti digitali? Il... Quadrino della situazione.

18 gennaio 2014



Agostino Quadrino, di Garamond, informa sulle "...novità del contesto scolastico che rendono possibile il passaggio da una didattica incentrata sull'unico libro di testo in adozione ad una che utilizza e valorizza una pluralità di fonti di voci e di materiali. Perché usare una sola fonte, la stessa per anni, molto costosa e talvolta anche utilizzata solo in piccola parte, quando sono disponibili e facilmente accessibili molteplici materiali di studio, liberamente selezionabili e strutturabili in flessibili percorsi personalizzati? Due risorse nuove: un sistema per la creazione di lezioni multimediali distribnuibili anche in formato Epub3 ("AmicoCloud", in collaborazione con la società "Morgan" di Roma) e un marketplace di contenuti didattici digitali prodotti dai docenti ("Alexandria"), promosso dalla nuova società "Curriki Italia", per lo sviluppo e la distribuzione di OER - Open Educational Resources per la scuola italiana".

Benvenuti, amici!

17 gennaio 2014


Dal sito www.zanichellibenvenuti.it è possibile scaricare "un poster (140x100 cm) che può essere appeso nei locali delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Scopo di questo lavoro è quello di stimolare la comunicazione da parte dei nostri studenti con i ragazzi e le ragazze di etnie diverse che arrivano nelle nostre scuole e che non conoscono la nostra lingua, di aiutare gli insegnanti nel difficile compito di gestire classi multietniche, e di suggerire a insegnanti e genitori l'esistenza e l'uso di strumenti come i dizionari bilingui anche per le lingue che non si studiano a scuola. Nel poster sono state tradotte le frasi dell'accoglienza più frequenti, in 12 lingue fra quelle ritenute più presenti nella nostra scuola...".
I links:
  • Il manifesto
    Tramite questo link puoi visualizzare o scaricare il manifesto in formato PDF ad alta risoluzione. Potrai così consultarlo in dettaglio e renderti conto della sua impostazione. Ti ricordiamo che la versione originale del manifesto "Benvenuti nella scuola italiana" può essere richiesta alla nostra filiale o agenzia di zona.
  • Il manifesto - Aggiungi la tua lingua
    Ti forniamo anche una scheda in "bianco" in cui poter inserire una lingua che non sia già stata prevista nel manifesto.
  • Altre frasi
    Per ognuna delle lingue del manifesto puoi scaricare un numero maggiore di frasi che per ragioni di spazio non ci è stato possibile inserire. Ogni scheda è in formato PDF e può essere scaricata o stampata come documento a sè stante.

BE...Siamo sermpre lì...

16 gennaio 2014


Su Education 2.0, Paola Conti, attraverso la storia di ordinaria esclusione di una bambina con Bisogni Educativi Speciali nella scuola primaria,  fa una riflessione sul tema dell’inclusione nella scuola italiana, sulle criticità e sulle incongruenze della recente normativa sui BES. Con una amara constatazione:

"Ecco, adesso per me i BES sono questa cosa qui: un’ennesima sigla per non cambiare niente. La scuola vive, tra le altre cose, anche l’emergenza di non saper gestire le differenze che esistono tra gli esseri umani con cui dovrebbe lavorare...".

Internet chi?

15 gennaio 2014


Su Oggi scienza, si commentano i risultati dell’ultima ricerca dell’Eurostat sull’uso delle rete nell’Unione Europea, che confermano quanto già si sapeva: "Non siamo un popolo di internauti. Un italiano su tre dichiara di non essersi mai collegato alla rete nell’ultimo anno. Peggio di noi, per quanto riguarda il non utilizzo di Internet, ci sono solo la Romania (58%), la Bulgaria (54%) e la Grecia (56%)...".

E' già Carnevale (della Matematica)!

14 gennaio 2014


Su Matem@ticaMente, l'edizione n. 69 del Carnevale della Matematica, curata dalla collega e amica Prof.ssa Annarita Ruberto e dedicata questa volta all'affascinante mondo delle "Macchine Matematiche antiche e moderne".

Amici, c'è AmicoCloud!


AmicoCloud è un nuovo servizio (ahimè, a pagamento...) destinato a scuole o singoli docenti  "per creare e condividere in modo semplice, divertente ed immediato lezioni multimediali. L'ambiente consente di assemblare risorse didattiche di testo, formule matematiche, immagini, video ed audio, nei più diffusi formati, realizzando lezioni da utilizzare in classe sulla LIM o a casa su qualsiasi dispositivo personale e sistema operativo perché funziona con il semplice utilizzo del browser. L'utente può caricare proprie risorse o attingere all'archivio condiviso dagli altri utilizzatori suddiviso per materia e decidere se disporre del proprio lavoro privatamente, distribuirlo ad una lista di destinatari con link in notifica email oppure in download esportabile in formato html o aperto ePub3, renderlo pubblico per tutti e condividerlo sui principali social network...". 
 Qui il video illustrativo:



Stormi d'uccelli neri.

13 gennaio 2014


Su RaiEdu - Arte e design, una splendida galleria fotografica in bianco e nero di Richard Barnes sulle evoluzioni degli uccelli nel cielo di Roma.

Il Giorno della Memoria si avvicina.

12 gennaio 2014


Su Guamodì Scuola, un ricco post con moltissimi riferimenti a risorse, documenti e materiali per affrontare in classe il Giorno della Memoria.

Il Codice Anticyberbullismo.

11 gennaio 2014


Su Cittadinanza digitale, Sandra Troia presenta la bozza del “Codice di Autoregolamentazione per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo” . Approvata l’8 gennaio è ora disponibile on line per la consultazione pubblica e input dagli utenti del web, che possono inviare, entro il 24 febbraio 2014,  contributi e osservazioni a antonio.amendola@mise.gov.it.

La nostra bibbia in varie lingue.

10 gennaio 2014


Sul Grande portale della lingua italiana,  il nuovo strumento realizzato dai Ministeri dell’Interno,  dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e da Rai Educational per aiutare gli stranieri a imparare l’italiano, troviamo la Costituzione italiana, la nostra “bibbia civile”, in italiano e tradotta in varie lingue, perchè "possa essere maggiormente conosciuta, amata e soprattutto compresa e rispettata dagli Italiani e dai nuovi cittadini, non nativi ma di elezione...".

L'ISTAT, i cittadini e le nuove tecnologie.

9 gennaio 2014




Sostiene l'ISTAT:
"Nel 2013 aumenta rispetto all'anno precedente la quota di famiglie che dispone di un accesso ad Internet da casa e di un personal computer (rispettivamente dal 55,5% al 60,7%, dal 59,3% al 62,8%).
Le famiglie con almeno un minorenne sono le più tecnologiche: l'87,8% possiede un personal computer, l'85,7% ha accesso ad Internet da casa. All'estremo opposto si collocano le famiglie di soli anziani di 65 anni e più, appena il 14,8% di esse possiede il personal computer e soltanto il 12,7% dispone di una connessione per navigare in Internet.
Se si confronta la disponibilità di personal computer e di un accesso ad Internet da casa, il divario tra le famiglie in cui il capofamiglia è un operaio e quelle in cui è un dirigente, un imprenditore o un libero professionista risulta di circa 19 punti percentuali a favore di questi ultimi. Anche la distanza nel possesso di un cellulare abilitato alla connessione ad Internet è ampia, circa di 23 punti percentuali...".

Siate attivi e non passivi!

8 gennaio 2014


Su Scuola e dintorni, sito della collega Rossana Cannavacciuolo, "una guida animata alla trasformazione della frase dalla forma attiva a quella passiva (e viceversa) è stata inserita nella sezione Italiano per LIM. La guida è disponibile in versione online e come video mp4 scaricabile e utilizzabile offline".

Scuola: si torna sui banchi. Ma quali?

7 gennaio 2014


Class Charts è uno strumento GRATUITO che può essere usato dagli insegnanti per creare grafici dei posti a sedere ricchi di dati e per gestire il comportamento degli alunni.
I grafici dei posti a sedere sono una parte essenziale del kit di qualsiasi buon insegnante, specie di chi opera su più classi. Aiutano ad organizzare gli studenti in gruppi di apprendimento appropriati riducendo al minimo i problemi comportamentali. Da provare.

Punto e virgola chi?

6 gennaio 2014



Alla ricerca del... punto e virgola perduto, con uno dei videopodcast dell'Accademia della Crusca e di Radio Capital,  in cui i conduttori della famosa emittente interrogano il professor Marco Biffi (docente di Linguistica Italiana all’Università di Firenze e responsabile del sito dell’Accademia) sugli errori e i dubbi più frequenti e persistenti della nostra lingua. 

Costituente in Carrozza.

5 gennaio 2014


Il Ministro: "La Costituente della scuola sarà la più grande domanda, e mi auguro la più grande risposta, sulla scuola italiana contemporanea. Non parliamo di un convegno né di stati generali, non sarà neppure una consultazione tra addetti ai lavori. Vogliamo aprire un dibattito in tutto il paese su questo bene primario che è la scuola. Cosa ne pensano, e come la vorrebbero, presidi, insegnanti, studenti, genitori, partiti, fondazioni, associazioni. Domande semplici su dieci temi. Non si è mai fatto prima...".
Servirà a qualcosa? Ma!...

Programmi Didattici Free? Sì, grazie!

4 gennaio 2014


Ben arrivato al sito Programmi Didattici Free del collega Salvatore Caramanna, insegnante di scuola primaria che da tredici anni produce software didattico per la scuola utilizzando (e bene) lo stesso programma autore che usa il sottoscritto: “Neobook pro 5”. I programmi e i giochi didattici di Caramanna sono tutti disponibili in libero download a partire dalla stessa Home Page del sito. Da visitare senz'altro!

Scorciatoie tecnologiche? No, docenti migliori!

3 gennaio 2014


Su La letteratura e noi, un intervento di Kentaro Toyama che farà discutere.
"Non esistono scorciatoie tecnologiche per l’istruzione di buon livello. Per le scuole elementari che presentano livelli bassi o hanno risorse limitate, gli sforzi per migliorare l’istruzione dovrebbero focalizzarsi quasi esclusivamente su insegnanti migliori e gestioni economiche più efficaci. L’informatica, se proprio deve essere usata, dovrebbe essere limitata a casi specifici o a scuole ben fornite di fondi, le cui basi siano ben solide...".
"Per sostenere queste affermazioni mi avvarrò di quattro diverse evidenze .
1. La storia delle tecnologie elettroniche a scuola è piena di fallimenti.
2. I computer non fanno eccezione e studi rigorosi mostrano che è incredibilmente difficile avere un impatto educativo positivo tramite computer. La tecnologia, al suo meglio, riesce solo ad amplificare la capacità pedagogica dei sistemi educativi. Rende migliori le scuole di qualità, ma peggiora quelle di bassa qualità.
3. La tecnologia ha un costo enorme se paragonato alla maggiore efficacia degli interventi non tecnologici.
4. Molti validi sistemi scolastici eccellono senza bisogno di ricorrere ad un grande uso della tecnologia.
La conclusione inevitabile è che investimenti significativi in computer, telefonini ed altre apparecchiature elettroniche nel campo dell’educazione non sono necessari né giustificati per la maggior parte dei sistemi scolastici...".

E dopo il Natale, ecco il Carnevale...

2 gennaio 2014

http://www.lanostra-matematica.org/search?updated-max=2013-12-26T17:26:00%2B01:00&max-results=5
...della Matematica, che il 14 gennaio 2014 sarà ospitato su Matematicamente, il blog della Prof.ssa Annarita Ruberto, avendo per tema "Macchine matematiche antiche e moderne". E dunque, buon Carnevale della Matematica a tutti!