Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Biodiversità? Ci vuole l'hitech!

31 maggio 2014


Su Data Manager Online: "...Una ricerca statunitense afferma che le nuove tecnologie per la raccolta e condivisione di dati sono utilissime per conoscere meglio le specie a rischio e preservarle dall'estinzione...". Insomma, l'hitech aiuta a preservare la natura: buono a sapersi.

Repubblica.it(aliana).

30 maggio 2014



Il 2 giugno del 1946 con un referendum istituzionale a suffragio universale (per la prima volta), gli italiani scelsero di dare al Paese una nuova forma di governo dopo 85 anni di monarchia.

Offerta educativa fino a 6 anni? Il dibattito è aperto!

29 maggio 2014


Su La Tecnica della Scuola, si parla delle audizioni presso la VII Commissione del Senato di enti, associazioni e sindacati sui miglioramenti da introdurre nell'offerta educativa fino a 6 anni: non mancano proposte e indicazioni di sicuro interesse.

Tablet a scuola? Bah, dipende (dal docente)!....

28 maggio 2014


Sul blog Apprendere (con e senza le tecnologie, Gianni Marconato sostiene, anche in base ai risultati di recenti ricerche, che a fare la differenza nello sviluppo degli apprendimenti non siano le tecnologie (tablet compreso), ma piuttosto "...il docente con la sua didattica ed il suo incoraggiamento".

Intrappolati nella rete? Meglio di no!

27 maggio 2014


Dal sito del Garante per la protezione dei dati personali è possibile scaricare in PDF "Social privacy. Come tutelarsi nell'era dei social network", la nuova guida "per non rimanere intrappolati nelle reti sociali". Il testo è suddiviso in quattro capitoli: "Facebook & co", "Avvisi ai naviganti", "Ti sei mai chiesto?", "10 consigli per non rimanere intrappolati". Chiude il vademecum un agile glossario "Il gergo della rete" che introduce alcuni  termini ed espressioni gergali che si incontrano con maggiore frequenza nelle cosiddette reti sociali.
L'opuscolo può essere richiesto anche in formato cartaceo al Garante per la protezione dei dati personali, piazza di Monte Citorio n. 121 – Roma, o via mail all'indirizzo ufficiostampa@garanteprivacy.it.

L'A-B-C per la nuova cittadinanza digitale.

26 maggio 2014


Dal blog Maestra LIMda è possibile scaricare i PDF il volume "EDUCARE ALLA RETE" che "...fornisce informazioni, indicazioni e consigli supportati dalla legislazione per un uso consapevole dei Social Network dai diversi punti di vista: dei ragazzi, dei genitori, degli esperti e professionisti.
Il gergo della rete e le prassi da tenere nel rispetto della privacy tra i banchi di scuola: regole, cloud computing, temi in classe, cellulari e tablet, recite e gite scolastiche, rette e servizio mensa, videosorveglianza, iscrizioni e registro on line, pagella elettronica, voti, scrutini, esami di Stato, trattamento dei dati personali, informazioni sugli studenti, foto, audio e video, sicurezza e controllo. Non mancano le stesse indicazioni per ciò che riguarda il settore della Salute e la tutela della privacy del paziente.
Lettura davvero molto interessante e ricca di indicazioni che nella società di oggi non possiamo proprio ignorare, soprattutto noi educatori e formatori...".

Per l'estate, pesci pirata!

23 maggio 2014


Su Scuola da colorare, la proposta della creazione di un allegro cartellone per l'estate con i pesci pirata! Tutte le istruzioni e i cartamodelli da scaricare cliccando QUI.

Facebook: contro il bullismo si fa così.

22 maggio 2014


Su WEBNEWS, si segnala la nuova Piattaforma di Prevenzione contro il Bullismo, lanciata da Facebook in questi giorni, "...finalmente accessibile in lingua italiana e realizzata in collaborazione con Telefono Azzurro e Save the Children. Sotto lo slogan di “fermiamo il bullismo”, la sezione speciale di Facebook – Safety si divide a sua volta in tre parti dedicate ai ragazzi, ai loro genitori e insegnanti, spiegando tutto è quanto tecnicamente possibile per contrastare il fenomeno...".
"...La pagina sul bullismo di Facebook ha diversi contenuti e vale davvero la pena leggerli tutti. In sostanza, il sito invita le persone ad attivarsi, o per sé o per gli altri. Nel caso degli adolescenti c’è ad esempio un form molto chiaro che ha la bella intuizione di rivolgersi a chi si sente vittima di bullismo, a chi è stato testimone di atti di bullismo, ma anche a chi viene accusato di bullismo. Tutto è anche riprodotto in una guida-brochure in pdf di Facebook di nove pagine, che si consiglia di scaricare...".

Arte Metropolitan-a.

21 maggio 2014


Il Metropolitan Museum of Art di New York rende disponibili le immagini in HD di quasi 400.000 opere d'arte scaricabili gratuitamente. Docenti, studenti, appassionati di arte, creatori di contenuti (non commerciali) possono liberamente accedere a questa straordinaria collezione online, ricca di capolavori dei più grandi artisti.

Via | Maestro Roberto

La nonna? È finta!

20 maggio 2014


Su Rai Scuola, l'attrice Mara Baronti, sullo sfondo delle scenografie di Emanuele Luzzati, racconta La finta nonna, fiaba abruzzese raccolta per la prima volta da Italo Calvino, che si ispira alla celebre favola di Cappuccetto Rosso.
"Rosetta deve andare dalla nonna per farsi prestare un setaccio. Nel cammino incontrerà diversi ostacoli che supererà non solo grazie alla sua furbizia, ma soprattutto grazie alla sua generosità.
Durante il racconto, scorrono in sovrimpressione delle citazioni di Charles Dickens e di Bruno Bettelheim. Lo scrittore confessa: «Cappuccetto Rosso fu il mio primo amore. Sentivo che se avessi potuto sposare Cappuccetto Rosso avrei conosciuto la perfetta felicità». L’illustre psichiatra austriaco sottolinea invece il ruolo, nella fiaba, della nonna, la quale «benché sia il più delle volte la protettrice dell’infinita bontà, può trasformarsi in un`orchessa che minaccia nientemeno che il senso d`identità del bambino…»".

1000 anni di Europa in 3 minuti.

19 maggio 2014



In rapida successione, tutte le modifiche subite dalla cartina politica d’Europa negli ultimi mille anni.

Bambini DOP? Ecco il manuale.


Da ADHD-Bambini iperattivi, è possibile scaricare gratuitamente un e-book che è un vero e proprio "manuale pratico di sopravvivenza per genitori e insegnanti di  bambini con comportamenti oppositivi e provocatori, sia che abbiano un vero Disturbo Oppositivo Provocatorio (DOP), sia che siano solo bambini “difficili da gestire” o con problemi comportamentali...".

Fidatevi: Fidenia è il "social" della scuola!

18 maggio 2014

È attivo da qualche giorno Fidenia, il “social learning” italiano interamente dedicato alla didattica e al mondo della scuola. Tramite Fidenia, "... i docenti e gli studenti di tutta Italia avranno a disposizione un nuovo importante “alleato” nella svolta digitale della scuola italiana. Grazie a Fidenia, i professori potranno infatti creare le proprie classi virtuali, inviare verifiche online e test a risposta multipla, conservare i propri file in uno spazio personale in “cloud” e all’occorrenza condividerli con la propria classe o con altri docenti. Gli studenti potranno a loro volta inviare i propri elaborati direttamente sul portale e dialogare con compagni e professori, creare gruppi di studio e lavorare simultaneamente su materiale didattico condiviso.
Ma non finisce qui: attraverso Fidenia il materiale prodotto tramite la quotidiana attività didattica esce dalle pareti della classe e si apre al web.  Ogni utente di Fidenia potrà infatti cercare all’interno di un’apposita “libreria virtuale” gli appunti, le tesi, gli elaborati scientifici creati dagli altri utenti di Fidenia, opportunamente indicizzati tramite “tag”. Fidenia pone inoltre l’accento sul coinvolgimento delle famiglie, permettendo anche ai genitori di iscriversi al portale e partecipare così attivamente alla vita scolastica dei propri figli, comunicando con la scuola, consultando voti e assenze, creando gruppi con altri genitori per scambiarsi ogni genere di file e informazioni". 
A pagamento, "anche le scuole potranno scegliere di aderire a Fidenia e personalizzare così la propria “pagina Istituto”, per inviare comunicazioni e news ai propri “followers”, attivare il registro elettronico, pubblicizzare le proprie iniziative e i propri progetti".

Decaloghi per il docente perfetto.

17 maggio 2014


Su BASE Cinque light, la (semiseria) proposta di alcuni dei tanti... "decaloghi" reperibili in rete volti a elargire buoni consigli agli insegnanti su come svolgere bene il loro lavoro...

Potenza...dei Social Media.

16 maggio 2014



48 slides su Social Media, Comunicazione, Partecipazione, Relazione, a cura di Caterina Policaro
(Potenza, 12 maggio 2014).

Che vuoi dai tuoi alunni tecnologici?

15 maggio 2014

S

Su Prof digitale, Alessandro Bencivenni propone la versione italiana di quello che è "...un manifesto, di una vera e propria bussola che indica la rotta giusta a tutti quegli insegnanti che con passione e convinzione utilizzano le nuove tecnologie all’interno delle proprie classi...", derivandola da questa foto di Bill Ferriter, famoso edublogger d’oltreoceano (qui il suo blog).

Alunni coi capelli bianchi.

14 maggio 2014


A scuola di internet, gli alunni hanno i capelli bianchi, i docenti no, perchè hanno meno di 30 anni...

I bulli? Me li sogno di notte!

13 maggio 2014


Su Repubblica.it, si parla di una ricerca dell'Università di Warwick, nel Regno Unito, secondo la quale "...gli incubi e i terrori notturni sono riportati più frequentemente dai ragazzi di 12 anni che hanno vissuto un'esperienza di bullismo tra gli 8 e i 10 anni. Questo perché il sonno è fortemente influenzato dalle esperienze che viviamo durante il giorno e se ci sono traumi o eventi stressanti che si ripetono, il sonno ne subisce le ripercussioni anche a distanza di anni, mantenendo l'organismo in un costante stato di vigilanza e ansia...".

La prima volta.

12 maggio 2014



La prima volta che si scopre una cosa bella non si scorda mai. Save the Children lancia la campagna ''Illuminiamo il Futuro'' per dare educazione e speranza ai bambini, più di 1 milione, che in Italia vivono in povertà e rischiano di non vivere mai la prima volta in cui si scopre una cosa bella...

Chi era Marta?


"Una bambina bionda italiana, col volto dolce, improvvisamente era sgattaiolata vicino a me...la trovavo incantevole...Era arrivata ad Auschwitz con un grande convoglio italiano, sicuramente non era giunta da sola...Le ho dato da mangiare, riuscivo a organizzare qualcosa per lei, perché avevo qualche libertà nel lager...Un giorno però l'ho persa di vista perché mi ero ammalata di nuovo... quando tornai in piedi era sparita, avevano già ucciso quella piccola ebrea".

Così Renate Lasker Harpprecht, la sopravvissuta tedesca che racconta il suo Olocausto nel campo di sterminio degli ebrei nell'intervista a Die Zeit che Repubblica ha pubblicato ieri, si sofferma su questo piccolo, dolce e tremendo ricordo. "Il suo nome? Cominciava con la "M" - risponde l'ebrea novantenne - Marta, o qualcosa del genere".

Chi poteva essere quella bimba?

Riportate a casa le nostre ragazze!


Sul sito di Amnesty International, è possibile firmare l'appello a favore delle studentesse nigeriane rapite da un gruppo armato islamista.
(Per firmare l'appello direttamente da questo post, cliccare appena sotto l'apposito bottone giallo).

Per la Festa della Mamma.

11 maggio 2014


A MIA MADRE

Ho bussato alla volta del cielo
e mi è apparsa una figura di donna,
un abito blu con i fiori
e sulle labbra il rossetto,
e la cipria che ambrava le gote

-sei tu, mamma?-
m'uscì dalla gola quasi strozzata
-come stai? sei felice?-
-volevo soltanto vederti un istante,
guardarti negli occhi
e dirti quanto mi manchi,
quante volte ho sognato il tuo volto,
quante volte ho cercato la mano
che asciugasse ancora il mio pianto,
lo sguardo, la voce che frantumasse
i silenzi e guidasse il mio passo-

-avrei voluto portarti fra il grano
e gli ulivi nel volo di mille farfalle,
raccogliere viole e sederti su un sasso
mentre il tramonto ti sfuma di rosso,
ma il destino tiranno fu nostro nemico-
-sai, ho ancora paura del buio,
ma tu come stai lassù fra le stelle?
ogni tanto ti vengo a cercare,
son tante, in ognuna rivedo il tuo viso
fra le più luminose il sorriso-
-suvvia, alla fine sto bene e ti penso,
ma sai, mamma, quaggiù ora è maggio,
volevo farti gli auguri,
darti un bacio e lasciarti un messaggio:
una rosa, che i petali sfoglia nel vento
e profuma d'amore e coraggio-.

Mamma, ho una frase per te.

10 maggio 2014


Su Libreriamo, una selezione di aforismi e citazioni letterarie da regalare alla mamma nel giorno della sua festa.

Scuola da valutare? Sì, ma...

8 maggio 2014


Su "La scuola è nostra! Miglioriamola insieme", Giorgio Israel interviene in polemica con Gianna Fregonara ed il suo articolo sul Corriere in merito ai test Invalsi.

Di seguito, intanto, i links ai testi delle prove di Italiano per la Scuola Primaria del 6 maggio scorso:


Scarica il testo della prova di Italiano della classe 2 primaria

Scarica il testo della prova di Italiano della classe 5 primaria 



DIDAttica inforMATICA.

7 maggio 2014

Su Cittadinanza digitale si informa che parte oggi a Napoli la tre giorni della 28° edizione di DIDAMATICA “Formazione e Ricerca: Nuovo Rinascimento per il Lavoro”il convegno promosso annualmente da AICA (Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico) che si propone come momento di studio e dibattito su ricerche ed esperienze in atto nel settore dell’Informatica applicata alla didattica.

Chiamarlo amore (non ) si può.

6 maggio 2014



Dalla "Settimana di incontri e riflessioni sul tema della violenza contro le donne". Palazzo delle Arti, Napoli. Marzo 2014.

Bimbi e touchscreen? No, tocchino veri giocattoli!

5 maggio 2014


Su Republica.it, i risultati di una ricerca degli esperti del Cohen Children's Medical Center di New York secondo cui i dispositivi con touchscreen utilizzati dai piccoli già nei primi anni non solo non fanno imparare più in fretta, ma rischiano di fare dei danni. "Per imparare a parlare, manipolare oggetti e relazionarsi con gli altri, non c'è davvero niente di meglio delle parole di mamma e papà e dei giocattoli tradizionali".

Sulle Prove Invalsi si osserva che...

4 maggio 2014


Su superando.it, alcune puntuali osservazioni in relazione alle ormai imminenti prove Invalsi, di cui di seguito le date di somministrazione:

06.05.2014: Prova preliminare di lettura per le classi II e prova di Italiano per le classi II e V primaria
07.05.2014: Prova di matematica per le classi II e V primaria e Questionario studente per la classe V primaria
13.05.2014: Prova di Italiano, di Matematica e Questionario studente per le classi II della scuola secondaria di secondo grado

19.06.2014: Esame di stato - classi III scuola secondaria di primo grado - Sessione ordinaria
25.06.2014: Esame di stato - classi III scuola secondaria di primo grado - I Sessione suppletiva
02.09.2014: Esame di stato - classi III scuola secondaria di primo grado - II Sessione suppletiva

Totalmente digitali in 5a classe.

2 maggio 2014



La lezione di Andrea Casadei "su come capire Internet, social media ed uso degli smartphone alla classe quinta elementare di mio figlio... La capacità di attenzione e apprendimento mi ha davvero sorpreso e l'ho messa qui a disposizione non tanto dei loro coetanei ma dei genitori come me oltre che degli insegnanti che probabilmente ne sanno meno dei 'bambini digitali'...".

Se 8 ore vi sembran poche.

1 maggio 2014



Da Rai Storia: "A Chicago è indetto uno sciopero generale per rivendicare la giornata lavorativa di otto ore. E’ solo il primo, di una serie di giorni di scioperi e presidi, che culmineranno negli scontri del 4 maggio a Haymarket Square, dove 11 persone, tra polizia e manifestanti, perderanno la vita. Lo sciopero di Chicago del 1886 è tra le origini della Festa dei Lavoratori, festeggiata in quasi tutti i paesi industrializzati del mondo".