Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Era una notte buia e tempestosa...

31 ottobre 2014




Su Liberi di scrivere, la lettura animata della storia di un lupo e una capretta che si incontrano in una capanna "In una notte di temporale". Questo è anche il titolo del libro, scritto da Yuichi Kimura, che offre un ottimo spunto per parlare delle paure, della diversità e delle somiglianza, dell'amicizia senza pregiudizi...

La strega rovesciafavole.


Su Fantavolando, la fiaba della strega rovesciafavole. Bambini, state vicini ai vostri libri, non perdeteli di vista!...

La parola agli ex alunni!

30 ottobre 2014


Su La Tecnica della Scuola, un intervento che personalmente mi sento di condividere in toto. Parola per parola.

Arieccole!

29 ottobre 2014


Su La Tecnica della Scuola: dal 5 maggio 2015, tornano le prove Invalsi.

...Così percossa, attonita5
La scuola al nunzio sta...

Il robot? L'ho fatto io (con papà)!

28 ottobre 2014



Riccardo, 9 anni, frequenta la quarta classe della scuola primaria. Nel video spiega come funziona il robot che ha costruito con il suo papà.

È già tempo di calendari (dei ricercatori)!

27 ottobre 2014


Su MolecularLab.it  si segnala che è in partenza "la nona edizione del calendario di MolecularLab.it, quest'anno con rebus ed indovinelli scientifici: ricercatori ed appassionati sono invitati a partecipare con le foto dai laboratori. Chi l'ha detto che la scienza è noiosa? Nella nona edizione del Calendario dei Ricercatori, organi zzato da MolecularLab.it, ci saranno rebus ed indovinelli con cui sfidare i propri amici e compagni di laboratorio. E' questa la novità di quest'anno: oltre alle bellissime immagini provenienti dai ricercatori e studenti (ma anche appassionati armati di un microscopio), ci saranno dei giochi con cui poter staccare per un attimo la mente dalla ricerca ed essere coinvolti nella risoluzione di rebus ad immagini e giochi enigmistici". Lo scopo del Calendario dei Ricercatori "...è far conoscere la bellezza della Scienza e far condividere la passione per l'attività di Ricerca: le foto di microbiologia, di vita di laboratorio ed esperimenti mostreranno la bellezza della scienza. Ma con la nona edizione del calendario", dice Riccardo Fallini il fondatore e sviluppatore di MolecularLab.it, "vogliamo aggiungere un elemento in più, che possa coinvolgere in modo attivo".
C'è tempo fino a metà Novembre per mandare i propri contributi online seguendo le istruzione descritte s u http://www.molecularlab.it/

Colori inglesi.

24 ottobre 2014


"The English Colours" è una semplicissima app per cellulare / tablet Android, frutto dei miei primissimi passi nell'impervio mondo della programmazione Java - Android. Deriva dal mio programma per PC "La strega e i COLORI", di cui in pratica riprende la parte dedicata ai nomi di alcuni dei principali colori in inglese. Ascoltatane la corretta pronuncia, seguono delle schermate-test con disegni di mezzi di trasporto (aerei, auto, moto, bici...) di vari colori: si tratta ogni volta di far "partire" il mezzo di trasporto del colore sentito. Alla fine si potrà visionare un simpatico video in argomento.

L'app è liberamente scaricabile da questa pagina.

I bimbi? Vanno protetti e soccorsi!

23 ottobre 2014



Su VanityFair.it, un video proposto dalla creativa Annamaria Testa che "...salva la vita. Bastano 33  minuti per un corso accelerato di buone pratiche per prevenire gli incidenti domestici e per imparare le tecniche di primo soccorso più utili...".
Per genitori, nonni, fratelli maggiori... ma naturalmente anche per i docenti!

Einstein e la forza universale.

22 ottobre 2014


Bellissima lettera alla figlia da parte del grande Albert, in cui spiega con parole semplici ma scientificamente corrette la forza da lui stesso individuata, una forza universale " estremamente potente per la quale la Scienza finora non ha trovato una spiegazione formale. È una forza che comprende e gestisce tutte le altre, ed è anche dietro qualsiasi fenomeno che opera nell’universo...".

"C'è ne sono" di errori/orrori!...

21 ottobre 2014


Sul sito dell'ANSA, si riprende da Skuola.net "...una sorta di decalogo degli errori più comuni tra i ragazzi dell'ultimo anno delle scuole superiori messo a punto 'interrogando' 1400 studenti...".
Da non credere.

I biscotti della Buona Scuola.

20 ottobre 2014


Parlare e parlare, dire quello che sta succedendo nella scuola può essere utile, direi indispensabile, se ci si vuole incamminare davvero verso la buona scuola (quella vera).

Utile sto Stoodle!...

19 ottobre 2014


Fra gli strumenti, risorse, piattaforme per l'apprendimento e la scuola digitale, destinate a insegnanti e studenti, elencati (e linkati) da Pietro Blu Giandonato su Listly, vi è anche Stoodle,"...una lavagna digitale utilizzabile direttamente in un browser web. Con un paio di click - e senza aprire account - è possibile creare una lavagna e condividerla con studenti e insegnanti semplicemente inviando l'indirizzo web unico, riusabile nel tempo. Stoodle consente l'interazione tra gli utenti grazie alla chat scritta e audio...".
Da provare.

Mesi inglesi.

17 ottobre 2014


"12 Months in the Year" è una semplicissima app per cellulare / tablet Android, frutto dei miei primissimi passi nell'impervio mondo della programmazione Java - Android. Deriva dal mio programma per PC "I MESI dell'anno", di cui in pratica riprende la parte dedicata ai mesi dell'anno in inglese. Ascoltatane la corretta pronuncia, si può visionare, se collegati alla Rete, un filmato a cartoni animati con una orecchiabile canzoncina tutta imperniata sugli stessi. Segue poi un primo piccolo test: ascoltata la pronuncia in inglese dei vari mesi, si tratta ogni volta di scriverne, in una casella di testo, il corrispondente nome in italiano (solo le prime 3 lettere). Un secondo test richiede invece di scrivere in inglese i nomi completi dei mesi via via ascoltati in italiano. Scopo di entrambi i test è ovviamente quello di raggiungere 12 punti facendo 0 errori, così da poter visionare ogni volta un simpatico video in argomento.

L'app è liberamente scaricabile da questa pagina

Verso la Buona Scuola (Buona fortuna...).

16 ottobre 2014



Su La Tecnica della Scuola, l'intervista esclusiva del direttore della stessa testata Daniela Girgenti al capo della Segreteria tecnica del Miur, Francesco Lucisano, effettuata a Catania, il 10 ottobre scorso. Su La Tecnica è riportata la trascrizione della traccia audio dell'intervista al capo della segreteria tecnica del ministro Giannini ed estensore del rapporto sulla Buona Scuola. Seguono i primi commenti dei lettori (non meno interessanti...).

Musica? Sì, ma per tutti!

15 ottobre 2014


Su Il Fatto Quotidiano, si parla del “Piano nazionale per la musica a scuola”. La proposta prevede un percorso di formazione centrato sul “fare musica tutti” e ribadisce l’importanza della presenza della musica sin dalla scuola dell’infanzia e del primo ciclo.
Nel post si sottolinea poi che "...per comprendere la musica è necessario ascoltarla e non solo eseguirla. Lo ha sottolineato Nicola Piovani in un recente articolo pubblicato da MicroMega (6/2014) nel quale il compositore raccomanda che l’educazione musicale nelle scuole può passare, sì, per lo studio di uno strumento, “ma dovrebbe incentrarsi fondamentalmente sull’abitudine all’ascolto: saper ascoltare è il punto di partenza imprescindibile per qualsiasi attività, e in special modo per la musica...”.

Personalmente, non solo concordo, ma mi spingo a ricordare che un piccolo contributo a supporto di una didattica dell'ascolto musicale in questi anni mi sono pur sforzato di dare...

È Carnevale! (della matematica: il 78°).

14 ottobre 2014


Su Crescere Creativamente, è ospitata la settantottesima edizione del Carnevale della Matematica, il cui tema è "Disegnate la matematica".

Scuola buona? Sì, ma libera!

13 ottobre 2014


La Libera Scuola è un progetto che mira a promuovere l’utilizzo di software libero, e ad adottare un modello collaborativo e partecipato all’interno dell’intero sistema educativo. Cinque semplici proposte, immediatamente e facilmente attuabili, per garantire una adozione consapevole e trasparente delle tecnologie in classe:
  • una linea di indirizzo che promuova l’adozione di libri di testo liberi, che possono essere personalizzati dai docenti, divisi in fascicoli secondo i criteri per ciascuno più opportuni, e stampati a basso costo dalle famiglie
  • il coinvolgimento degli studenti delle università nello sviluppo degli applicativi software distribuiti in licenza libera da usare a scuola, per mezzo di stage formativi pre-laurea o sessioni pratiche incluse nei corsi
  • la pubblicazione di un catalogo di applicativi liberi certificati dal Ministero per l’Istruzione che serva da riferimento e guida per i docenti delle scuole di ogni grado
  • l’utilizzo di documenti in formato strettamente aperto per i rapporti tra Ministero per l’Istruzione – e suoi collaboratori – e le scuole, che non discrimini o metta in difficoltà gli istituti che hanno adottato piattaforme libere
  • l’inclusione del requisito di compatibilità coi sistemi operativi liberi, e meglio ancora sull’assenza di licenze di software proprietario preinstallato, nei bandi destinati all’acquisto di nuovo hardware e di nuovo software per i laboratori informatici e le segreterie didattiche.

Quando lo studio diventa troppo faticoso.

11 ottobre 2014


Su NewsBIELLA, si parla della serie di testi della docente Maria Grazia Iccardi e facilitati per studenti di scuola secondaria di primo grado dislessici e con difficoltà di apprendimento.
I libri pensati dalla professosressa Iccardi "...sono dei compendi di storia che aiutano a focalizzare in modo semplice e preciso le nozioni principali di un dato argomento... il passo storico è scomposto verticalmente dove via via vengono elencate le nozioni principali scritte in colori diversi a seconda dell'informazione data...".

Una pagina di esempio qui.

Verso la buona scuola.

10 ottobre 2014


Allora, passo dopo passo, vi siete ricordati di partecipare?
(Nell'immagine sopra, il bottone PARTECIPA è attivo...).

Creare e-Book? Book Creator!

9 ottobre 2014


Su Prof Digitale, la presentazione di Book Creator, un'app per iPad mirata alla creazione di e-Book, ma che "...trova spazio anche nella realizzazione di appunti strutturati, dispense, album fotografici, etc. Si tratta di uno strumento davvero potente, non solo nelle mani dell’insegnante, ma soprattutto in quelle degli alunni, i quali potranno dare forma in pochissimi tocchi ad  elaborati multimediali anche belli da vedere, salvarli sul proprio iPad e condividerli con voi, con i compagni o con chiunque ne abbia bisogno...".

La classe? È facile!

7 ottobre 2014


Easyclass è "...la nuova tecnologia per docenti e studenti che semplifica la gestione di materiale, compiti, test, voti, discussioni e calendario...". I docenti "Hanno la possibilità di tenere le proprie lezioni su una piattaforma attiva 24 ore su 24 e 7 giorni su 7: un modo sicuro e semplice di stare connessi e condividere i contenuti...". Gli studenti "...Non hanno mai sperimentato un accesso così semplice ai compiti, agli avvisi di classe e ai contenuti dei corsi...". 

(Mi vien voglia di tornare in classe a insegnare... Ma passa subito...).

App-ena 12 mesi!

6 ottobre 2014


"I Mesi dell'Anno" è una semplicissima app per cellulare / tablet Android, frutto dei miei primissimi passi nell'impervio mondo della programmazione Java - Android. Deriva dal mio programma per PC "I Mesi dell'Anno", di cui in pratica riprende solo la parte dedicata ai nomi dei mesi dell'anno in italiano. Ascoltata una delle tante filastrocche sui mesi, si può visionare, se collegati alla Rete, un filmato a cartoni animati con una orecchiabile canzoncina tutta imperniata sugli stessi. Segue poi una schermata che richiama la durata in giorni dei vari mesi, con la celebre filastrocca/memo. Per finire, un piccolo test, per collegare ogni mese alla relativa durata. Lo scopo è quello di raggiungere 12 punti facendo 0 errori, così da poter visualizzare, come piccolo premio, un cartone animato di W. Disney.
L'app è liberamente scaricabile da questa pagina.

Giorni inglesi.

4 ottobre 2014


"7 Days of the Week" è una semplicissima app per cellulare / tablet Android, frutto dei miei primissimi passi nell'impervio mondo della programmazione Java - Android. Deriva dal mio programma per PC "I GIORNI della settimana", di cui in pratica riprende la parte dedicata ai giorni della settimana in inglese. Ascoltatane la corretta pronuncia, si può visionare, se collegati alla Rete, un filmato a cartoni animati con una orecchiabile canzoncina tutta imperniata sugli stessi. Segue poi un piccolo test: ascoltata la pronuncia in inglese dei vari giorni, si tratta ogni volta di individuarne il corrispondente in italiano: lo scopo è ovviamente quello di raggiungere 7 punti facendo 0 errori.
L'app è liberamente scaricabile da questa pagina.

Libriam ne' lieti banchi...

2 ottobre 2014





Su Corriere.it, si parla dell'iniziativa Libriamoci, una tre-giorni dedicata alla lettura nelle scuole "...promossa dai ministeri dei Beni culturali e dell’Istruzione e rivolta a tutte le scuole italiane, invitate a sospendere per tre giorni le lezioni e a dedicare le mattine del 29, 30 e 31 ottobre ai libri. Da far leggere, appunto, ad alta voce, da testimonial, scrittori, politici, attori, che sappiano trasmettere ai ragazzi il piacere di leggere...".