Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Fatte APPosta per ANDROID.

30 aprile 2015


Dai redattori di TeachThought, ecco una raccolta di links alle "50 migliori applicazioni didattiche" da utilizzare su smartphone e soprattutto su tablet con il sistema operativo Android. Si tratta di un mix di simulazioni didattiche, giochi,  mappe concettuali, presentazioni e molto altro ancora. Tutte le apps sono brevemente descritte e raggiungibili grazie al relativo link per il download.

Giovani vs anziani? Macché: alleati!

29 aprile 2015


Su Fondazione Mondo Digitale, si ricorda che "...oggi è la Giornata europea della solidarietà tra le generazioni. Al fine di promuovere la comprensione e la cooperazione fra le diverse generazioni, nel 2008 l'ex commissario Špidla ha proposto di trasformare il 29 aprile nella Giornata europea della solidarietà tra le generazioni. Nel corso degli anni, questa iniziativa ha contribuito a sensibilizzare l'opinione pubblica e il mondo politico al bisogno di rafforzare la solidarietà e la cooperazione fra le diverse fasce d'età...".

Buona scuola: obiezioni? Sì, tante...

28 aprile 2015


Una puntuale sintesi delle questioni in campo. Vedere anche i commenti, please.

I luoghi comuni... più comuni sull'arte.


Su Didatticarte, vengono presentati e sfatati sette luoghi comuni assai diffusi intorno all'arte. Come sempre, il post è ricchissimo dal punto di vista iconografico...

Slittano le Invalsi del 5 maggio: chissà perchè...

27 aprile 2015


Sia nella comunicazione ufficiale che nel comunicato stampa di stamane proprio non si è riusciti ad inserire il termine "sciopero", che rimanda all'evento alla base dello slittamento... Sciopero: una parolaccia?
"Si comunica la seguente variazione del calendario delle prove INVALSI che coinvolgono la sola scuola primaria già fissate con nota del 28 ottobre 2014:
6 maggio 2015: prova preliminare di lettura (II primaria) e prova d'Italiano (II e V primaria);
7 maggio 2015: prova di Matematica (II e V primaria) e Questionario studente (V primaria).
Tale variazione di calendario riguarda tutte le classi della scuola primaria indipendentemente dall'adesione del personale docente e non docente allo sciopero del 5 maggio 2015. Pertanto le prove della scuola primaria si dovranno svolgere comunque il 6 e il 7 maggio 2015, anche se ci fosse la disponibilità del personale il 5 maggio 2015. Restano confermate le date delle altre prove: 12 maggio 2015 (prova di Matematica, prova d' Italiano e Questionario studente per la classe II secondaria di secondo grado) e 19 giugno 2015 (prova di Matematica e d'Italiano nell'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione)."

La Buona Scuola? Anticostituzionale!


Su Metro News, intervista a Massimo Villone, già senatore e docente di Diritto Costituzionale alla Federico II di Napoli, sui profili di incostituzionalità nel ddl Buona Scuola.

Fare coding? Con giocattoli-robot!

26 aprile 2015


Su Wired.it, vengono presentati 10 giocattoli e giochi progettati per insegnare ai bambini di tutte le età a programmare. I prezzi variano e  non sono sempre alla portata di tutte le famiglie, anche se va detto che tanti giocattoli che van per la maggiore, e per niente "intelligenti", hanno costi simili...

L'altra Liberazione.

25 aprile 2015


La toccante testimonianza di Liliana Segre, reduce dai campi di sterminio nazisti in cui fu internata a soli 12 anni e liberata tre anni dopo. Imperdibile.

Di "Bella Ciao" ce ne son tre.



















Il nostro canto libero ha tre volti:









Occhio a Periscope!

24 aprile 2015


Su Vita.it, l'appello di Telefono Azzurro alle istituzioni e alle autorità competenti, a livello nazionale ed europeo, che "... devono opportunamente regolamentare l’utilizzo di Periscope, la nuova App gratuita di Twitter che consente il live streaming attraverso smartphone...".
"...Si stanno moltiplicando infatti le segnalazioni di giovanissimi ripresi a loro insaputa nelle aule di scuola, per strada e in altri luoghi pubblici da coetanei o da adulti, nella quasi totalità dei casi senza alcuna autorizzazione, calpestando così ogni diritto alla propria privacy...".
La famiglia e la scuola alzino il periscopio per un'osservazione a 360° sui rischi derivati dall'utilizzo dei nuovi strumenti da parte dei più piccoli.
Su addweek.com, un'utile tabella-promemoria sulle età minime previste per l'utilizzo dei social media:

La buona scuola del Coderdojo.

23 aprile 2015

Riccardo Luna intervista Agnese Addone, 'campione' del Coderdojo di Roma e leader della rivoluzione che sta portando un nuovo metodo d'insegnamento dell'informatica ai bambini facendo far loro coding in classe.

Armiamoci (di libri e penne)!


La Giornata Mondiale del Libro si celebra oggi, 23 aprile (e non a caso: è il giorno dell’anniversario della morte di tre fra i più grandi autori della letteratura mondiale di tutti i tempi: Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garcilaso de la Vega).

"I nostri libri e le nostre penne sono le armi più potenti".

(Malala Yousafzai, la più giovane vincitrice di un premio Nobel, conferitole "per la lotta contro la sopraffazione dei bambini e dei giovani e per il diritto di tutti i bambini all'istruzione").

Il Giorno della Terra incontaminata.

22 aprile 2015



Nella Giornata della Terra, è bello rivedere "The Untouched - A Film Time-lapse", un video che ha lo scopo di mostrare la bellezza incontaminata di alcuni dei Parchi nazionali / statali degli USA e di creare consapevolezza circa la conservazione delle risorse naturali del nostro pianeta. Cieli compresi.

Alla ricerca dei Prof extra-ordinari.

20 aprile 2015


"MasterProf prende spunto dal “Global Teacher Prize” (conosciuto anche come Premio “Nobel” per l’Insegnamento) e ha l’obiettivo di individuare e mettere in luce tutte le storie di docenti extra-ordinari in Italia.  Docenti che innovano, che portano al cambiamento, che dimostrano coraggio e intraprendenza nello svolgere la professione più bella e importante al mondo. La prima fase del lavoro consiste nella raccolta, in ogni regione d’Italia, di segnalazioni di maestri e insegnanti, di ogni ordine e grado, che sono dei veri fuoriclasse ...in classe. Nella seconda fase verranno pubblicati i profili dei MasterProf d'Italia. In ordine alfabetico, geografico e per materia. A differenza del "Global Teacher Prize", MasterProf non è una competizione, non ci sono finalisti e non ci sono vincitori. E' un'insieme di storie ordinarie di persone straordinarie...". 

Così gli studenti della classe 3A Afm dell'Istituto "Galilei - Costa" di Lecce, seguiti e coordinati dai proff. Elisabetta D'Errico e Daniele Manni (quest'ultimo finalista al Global teacher Prize, conosciuto anche come premio 'Nobel' per l'insegnamento).

How to teach computing?

19 aprile 2015


Dall' Indire: "Parte lunedì 20 aprile il nuovo corso online gratuito "Come insegnare informatica: introduzione a concetti, strumenti e risorse per insegnanti del primo ciclo", organizzato da European Schoolnet, il consorzio - di cui l'Indire è membro dal 1996 - composto da 31 Ministeri dell'Istruzione europei...
La proposta di EUN è pensata in particolare per i docenti che lavorano con studenti di età compresa fra i 5 e i 13 anni, ma è aperta a tutti gli interessati. Composto da 4 moduli, il corso comincia il prossimo 20 aprile, dura 5 settimane e richiede un impegno di circa due ore alla settimana. Per quanto riguarda l'attestazione del lavoro svolto, sono previsti badge digitali per ogni modulo completato e un certificato digitale a conclusione dell'intero percorso..."

Iscrizioni gratuite su questa pagina!

Ei fu.

18 aprile 2015


Riforma rivoluzionaria, secondo la Giannini? Le sedicenti "rivoluzioni" di questi ultimi decenni non hanno certo portato fortuna alla nostra povera scuola italiana!...

Ei fu... minacciato di sciopero.


Su La Tecnica della Scuola, si sottolinea che l'annuncio di un possibile sciopero della scuola, da effettuarsi probabilmente il 5 maggio prossimo, potrebbe arrivare proprio stamane nel corso della programmata manifestazione a Roma per la quale le organizzazioni sindacali rappresentative hanno chiamato a raccolta le proprie RSU. L'obiettivo dell'eventuale sciopero è naturalmente quello di bloccare l'approvazione del disegno di legge sulla scuola.

Tablets in classe? Ma perchè?

17 aprile 2015




"Perchè usate o vorreste usare i tablets nel vostro insegnamento?". Su una bacheca di Padlet, centinaia e centinaia di risposte (tutte in inglese) di docenti da tutto il mondo (anche italiani).

Nè bulli nè cyberbulli!

16 aprile 2015


Su Corriere.it si riferisce sulla presentazione delle linee guida del Miur per il contrasto ad un fenomeno sempre più diffuso: il cyberbullismo".

Do you speak english? No, perchè...

15 aprile 2015


Su Pili Pop, l'infografica creata da Patricia Franciskovic (26 anni, padre croato e madre italiana, una laurea in Interpretazione e traduzione, anni vissuti tra Belgio e Germania e ora un lavoro in Francia, a Parigi), per rispondere a questa semplice domanda: perchè gli italiani non parlano inglese? Viene visualizzato un parallelo tra la prima nazione in Europa per conoscenza della lingua Inglese, la Danimarca, e il Bel Paese, che nella stessa classifica si piazza al 22° posto (su 24 Paesi considerati). 
Un confronto impietoso...

Bulli a scuola? Sempre più precoci!

13 aprile 2015


Su L'undici, un articolato intervento sul fenomeno del bullismo, che a scuola sta pericolosamente sempre più precocizzandosi. Si prendono in esame 4 "frecce segnaletiche" del fenomeno (che vanno in direzione opposta rispetto al passato) e 4 "fonti responsabili", le vere cause alla base dello stesso. 
Un'anamnesi attenta e precisa è di grande aiuto per la diagnosi e quindi per la terapia...

La buona spesa.

12 aprile 2015


Su Corriere.it, i dati (sconfortanti) sulla spesa pubblica per l'istruzione che "...continuerà a scendere per i prossimi quindici anni: lo dice il Def, il Documento di programmazione economica e finanziaria approvato venerdì sera dal Consiglio dei ministri. Secondo le previsioni del ministero dell’Economia, la previsione della spesa per istruzione in rapporto al Pil (prodotto interno lordo) presenta una sostanziale stabilità fino al 2016, ma solo perché i tagli («le misure di contenimento della spesa per il personale previste dalla normativa vigente») trovano compensazione nelle risorse stanziate dalla Legge di Stabilità per la riforma Renzi. Ma negli anni successivi le cose cambieranno: la spesa «mostra un andamento gradualmente decrescente che si protrae per circa un quindicennio...". 

L’Italia è il Paese che spende meno in istruzione rispetto agli altri Stati europei membri in rapporto al proprio Pil? Beh, si vede e si vedrà sempre di più...

Scuola 2.0 = Buona scuola?

10 aprile 2015




Su lavoce.info, un articolato intervento sul rapporto attrezzature tecnologiche e apprendimento. Considerando tale rapporto non possiamo "...limitarci alle impressioni soggettive di insegnanti o alunni per valutare i risultati, e tanto meno per decidere se investire risorse pubbliche aggiuntive (o distratte da altri usi) nell’acquisto di attrezzature. Avremmo bisogno di maggiore certezza sull’efficacia didattica per decidere dove allocare la spesa pubblica. Questo approccio viene indicato in letteratura come evidence based policy (politiche basate sull’evidenza), perché subordina le scelte pubbliche a una rigorosa valutazione di efficacia...".
All'intervento, come si diceva articolato e ben documentato, seguono interessanti commenti di docenti-lettori.

Le lingue: forse non tutti sanno che...

9 aprile 2015


Su Focus.it, 16 piccole-grandi curiosità sulle lingue. "...Quante lingue possono imparare i bambini prima dei 5 anni? Qual è la lingua più difficile del mondo? Come "suona" la lingua dei fischi? Gli Usa hanno una lingua ufficiale? Quante persone parlano l'esperanto?...".

Chiamami: sarò il tuo docente!


Gli insegnanti delle Longhena, storica elementare all'avanguardia sulle colline di Bologna, hanno avuto "... l'idea del "book" dei maestri, ironica presa in giro per contestare uno dei provvedimenti contenuti nel disegno di legge sulla Buona scuola di Renzi: la chiamata diretta degli insegnanti da parte dei presidi, proposta già dichiarata "inammissibile e incostituzionale" dai sindacati...".

(Sor)ridere per non piangere...

Diventare ePubEditori è semplice!

8 aprile 2015


Con ePubEditor si possono redigere "...anche collaborativamente, ebook multimediali ed interattivi fruibili su tablet e computer, in qualunque ambiente operativo, anche sul semplice web. La potenza espressiva di ePub Editor consente di arricchire il contenuto con una ampia gamma di esercizi interattivi (domande scelta multipla, vero/falso, riempi gli spazi, drag&drop, eccetera), utili per la redazione di un oggetto didattico.
È possibile inserire direttamente file audio (mp3) o video (mp4) oppure inglobare ad esempio video di YouTube. Gli ebook prodotti sono esportabili sia in EPUB2 che in EPUB3 (con multimedia e interattività) oltre che come oggetti web HTML5 o SCORM, fruibili su ogni dispositivo fisso o mobile...".

Registrandosi si accede gratuitamente a tutte le funzionalità di ePUBeditor. In seguito verrà proposta una versione avanzata con sottoscrizione a pagamento a cui si potrà aderire liberamente, ma si potrà continuare ad usare sempre la versione gratuita, senza perdere nessuno dei propri lavori. 

Aiutare i bambini: ma come?

6 aprile 2015


"Disturbi di apprendimento, difficoltà di concentrazione, difficoltà relazionali sono accomunati dall'essere situazioni complesse e spesso con molteplici cause e concause. La Mappatura dei Processi di Attivazione è uno strumento per analizzare e rendere gestibile tale complessità, in modo da poter aiutare in modo efficace i bambini a stare bene e godersi la vita che si meritano.
Il video analizza le difficoltà di analizzare e gestire problemi complessi".

La Pasqua? Eppur si muove!

5 aprile 2015


Su Focus.it la risposta. In conclusione, "...nel 325 il concilio di Nicea, interpretando un passo di San Paolo, stabilì come data della Pasqua la domenica successiva alla prima luna piena di primavera. Dunque la Pasqua cristiana può cadere in un arco di 35 giorni: dal 22 marzo (nel caso sia plenilunio il 21 marzo, primo giorno di primavera, e il giorno successivo sia domenica) al 25 aprile (nel caso il primo plenilunio sia il 18 aprile e il giorno successivo sia lunedì)...".

Buona Pasqua a tutti!

I Presidi? A giudizio!

4 aprile 2015



Su "La Tecnica della Scuola", la proposta di un lettore su cui pare opportuno meditare... Ma intanto, dal Quadernone blu, Buona Pasqua a tutti (dirigenti scolastici compresi...)!

LibreOffice in libero Stato.

3 aprile 2015


Sul suo blog Il Disinformatico, Paolo Attivissimo annuncia la disponibilità della nuova versione (la 4.4.2) del noto software libero LibreOffice, una suite open source per videoscrittura, foglio di calcolo, presentazioni e quant'altro. La nuova versione è liberamente scaricabile da qui.

Una storia differente.

2 aprile 2015


In occasione della Giornata mondiale della Consapevolezza dell’autismo (2 aprile), un video della campagna “Autism Europe”, che in poco più di due minuti spiega, attraverso disegni e brevi scritte (tradotte), perché l’autismo “è una storia differente”. Fin da piccolo, chi ne è colpito “deve fare i conti con la discriminazione in ogni aspetto della propria vita”, una vita di “accessi negati”, dalla formazione, al lavoro, alla socializzazione...

Illustri illustratori per ragazzi a Bologna.

1 aprile 2015


Su Il Post, una galleria di illustrazioni fra le più belle presentate alla Fiera del Libro per ragazzi di Bologna.

(Le mie preferite: 1 - 2 - 11)

Vera Scuola > Buona Scuola.


La Petizione - Appello al Presidente Mattarella lanciata ultimamente da docenti di ruolo e docenti precari della Scuola Pubblica Italiana, membri di diversi gruppi fra loro collegati (non solo in rete), "...un urlo accorato, “dal basso”, di professionisti e lavoratori che prefigurano uno scenario clientelare, privatizzante, aziendalistico dell’Istituzione che rappresentiamo...". Ci si riferisce, ovviamente, al previsto conferimento al  Dirigente Scolastico del potere di scelta dei docenti, partendo da appositi albi regionali.