Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Gli animali-sirena (d'allarme).

30 giugno 2015




"...Gli animali stanno letteralmente lanciando l'allarme, e si affiancano agli oltre 280.000 cittadini europei che sono accorsi in difesa delle Direttive Habitat e Uccelli aderendo all’azione Nature Alert #AllarmeNatura, promossa da oltre 100 associazioni, tra cui in prima fila c’è il WWF . Alcune specie a rischio, in un nuovo video pubblicato oggi da WWF Italia su http://www.wwf.it/keepnaturealive.cfm, sono state filmate mentre emettono strani segnali di pericolo. Ogni animale che compare nel video è infatti a rischio ed è attualmente protetto dalle leggi europee, che sono ora in fase di revisione da parte della Commissione europea...".

Ora i bambini hanno una carta in più. Quella di Milano.

29 giugno 2015


Da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli: "...La Carta di Milano esplora il tema di Expo 2015 'Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita' attraverso quattro prospettive interconnesse: cibo, energia, identità e dinamiche della convivenza. È fondamentale che anche i bambini, cittadini del futuro, siano consapevoli delle sfide che si troveranno ad affrontare per poter partecipare alle decisioni collettive con maggior senso di responsabilità... Per agevolare la lettura e la comprensione della Carta, i bambini saranno guidati da un ventaglio di proposte educative mirate alle diverse fasce d’età: dalle attività individuali a quelle collettive...".
Dette proposte sono contenute all'interno di un kit didattico modulare che rappresenta una risorsa utilizzabile sia a scuola che in famiglia.
I link nell'immagine sopra sono come sempre attivi.

All'EXPO senza andare all'EXPO? Si può!...


...ma ovviamente non è la stessa cosa! Però aiuta...

In un'aula vuota.

25 giugno 2015


L'intervento di Corradino Mineo sul DdL Scuola, al Senato, in un'aula vuota.

E certo...

A danza? A calcio? No: a coding.


Su Fondazione Mondo Digitale: "...Tra i volti della campagna eSkills for Jobs abbiamo voluto inserire anche quello di una giovane mamma che ha deciso di accompagnare un gruppo di bambini di 8 anni alla Summer School della Fondazione Mondo Digitale...". Dove si fa coding, con ottimi risultati.




Tra i volti della campagna eSkills for Jobs abbiamo voluto inserire anche quello di una giovane mamma che ha deciso di accompagnare un gruppo di bambini di 8 anni alla Summer School della Fondazione Mondo Digitale.

Bambine e bambini, che frequentano l'Istituto comprensivo "Rita Levi Montalcini", hanno partecipato al laboratorio di coding animato dalle coach Giorgia e Valentina del team delle CodingGirls. E hanno realizzato il loro primo videogioco.

Durante l’anno i bambini hanno lavorato in classe con i tablet, perché la classe è stata inserita nel progetto pilota MLearn.  E i risultati sono stati straordinari, anche per i bambini con bisogni speciali, grazie all’impegno dei docenti e al supporto delle famiglie.
- See more at: http://www.mondodigitale.org/it/news/la-mamma-del-coding#sthash.c7dGUut2.dpuf

La buona scuola? Arriva, abbiate fiducia!

24 giugno 2015


Su La Tecnica della Scuola, gli ultimi sviluppi sul DdL Buona scuola.
Il testo integrale ufficiale del maxi-emendamento qui

Migrazioni: quanti stereotipi!

22 giugno 2015


Su Novecento.org - Didattica della storia in rete, un'analisi molto approfondita in duplice versione, per docenti e per studenti, dei 5 più comuni stereotipi sulle migrazioni.

Valutatemi, valutatemi pure!...

21 giugno 2015


Sul suo blog, Antonella Landi, docente di scuola secondaria superiore e scrittrice,  interviene sulla spinosa questione della valutazione nei confronti dei docenti e della qualità del loro insegnamento: chi la potrebbe fare?
"...Potrebbe essere il preside della scuola, a cui non sarebbe neanche necessario conferire chissà quali ulteriori strapoteri perché quelli che ha potrebbero bastare per permettergli di assumersi la responsabilità di pronunciarsi (e conseguentemente agire) sui docenti che lavorano per lui. Potrebbe essere un commissario esterno alla scuola, ma esperto di come vanno le cose a scuola e di come sono cambiate negli anni, uno insomma che non abbia visto l’ultimo istituto il giorno in cui si è diplomato. Potrebbero essere dei colleghi interni alla scuola dove insegno: però devono essere i migliori e non i soliti imbucati che tanto ambiscono a ruoli di potere quanto poco amano (e sanno) lavorare nelle classi. O potrebbero essere tutti questi insieme, accompagnati però da chi il mio lavoro lo osserva tutti i santi giorni, cioè i miei alunni, gli unici in grado di pronunciarsi consapevolmente e fino in fondo sul mio potere seduttivo d’insegnante...".

La scuola in mano ai vietcong.

18 giugno 2015


Su L'Eco di Bergamo, l'intervento di Giovanni Cominelli sulla vicenda relativa al DDL "Buona scuola". 

Una voce a favore della riforma renziana da ascoltare, certo, ma che personalmente non condivido, come non condivido l'utilizzo un po' grottesco e gratuito (e forse controproducente...) del termine "vietcong"...

La buona scuola? Tra un anno. Forse.

17 giugno 2015

Da Repubblica.it: "...Con un tour de force in Parlamento, cosa sempre possibile, il rischio che a settembre le scuole  -  tra organico funzionale e chiamata diretta dei presidi dagli albi territoriali  -  precipitino nel caos è tutt'altro che remoto. I sindacati lo dicono da tempo. Un'ipotesi, l'apertura nella più totale incertezza dell'anno scolastico, che il presidente del Consiglio non può neppure considerare, perché a quel punto la riforma scolastica si trasformerebbe per il governo in una debacle...".

Il buon riso non fa buona scuola...

16 giugno 2015


Su La Tecnica della Scuola, Anna Maria Bellesia, docente di materie letterarie nella scuola secondaria di II grado e giornalista pubblicista, interviene sul delicato momento che sta vivendo Renzi con il suo governo riguardo all'iter della riforma scolastica, anche a fronte dei non del tutto esaltanti esiti delle recenti elezioni.
C'è poco da ridere. Per lui, ma anche per noi tutti...

Te lo dò io il Web 2.0 per la scuola!

15 giugno 2015


Anna Risi, nel suo canale "Web 2.0 per la scuola" (link per iscriversi: https://www.youtube.com/channel/UCZ7ymfX99-MdOLZBUZ0MEFQ), propone una serie di videotutorial (attualmente sono 19) che guidano all'utilizzo di utili applicazioni educative, come Blendspace, Educanon, EdPuzzle, Padlet, videoAnt, Thinglink, Powtoon, Fidenia, Quest Base, Buncee, Tackk, Raiscuola, Kahoot, Socrative, FotoBabble. I video tutorial, prevalentemente in italiano, sono realizzati da docenti e dunque utili in particolare ad altri docenti che fossero interessati ad introdurre nella propria didattica qualcuna delle suddette applicazioni Web.

(Segnalato da Gianfranco Marini).

WhatsApp? Vietata ai minori (di 16 anni)!

14 giugno 2015


Su Blasting News, si sottolinea come la nota app di messaggistica gratuita sia sempre di più usata dai ragazzi con meno di 16 anni, nonostante sia loro espressamente vietata da una clausola che si può facilmente leggere al momento della registrazione. Ma i ragazzi (e i loro genitori) ne sono consapevoli?

Perchè aspettare altri 100 anni?

13 giugno 2015


Da Brookings: "Negli ultimi 200 anni, il numero di bambini che frequentano la scuola primaria a livello globale è cresciuto da 2.300.000 a 700.000.000 di oggi, che coprono quasi il 90 per cento dei bambini in età scolare di tutto il mondo. Ma il divario nei livelli medi di istruzione tra i paesi ricchi e poveri resta enorme. Senza un ripensamento fondamentale delle attuali approcci all'educazione, occorreranno altri 100 anni perchè i bambini nei paesi in via di sviluppo possano raggiungere i livelli di istruzione raggiunti nei paesi sviluppati. Qualcosa deve cambiare...".
Già: perchè aspettare altri 100 anni?

Plastica Matusalemme.

12 giugno 2015


Ci è sempre stato detto che dobbiamo riciclare bottiglie e contenitori di plastica. Ma cosa realmente accade alla plastica una volta che la  buttiamo via? Emma Bryce ripercorre il ciclo di vita di tre bottiglie di plastica differenti, mettendo in luce i pericoli che comporta uno smaltimento non corretto della plastica.

Il video (in inglese con sottotitoli in italiano) propone una delle "Lezioni TED-Ed originali" ottenute da idee e proposte di insegnanti e poi concretizzate da animatori professionisti. Se siete uno studente curioso, un educatore d'eccezione, o un animatore di talento, o se conoscete qualcuno che lo è, potete proporvi/proporlo come collaboratore interessato a creare una libreria di accattivanti e utili lezioni.

La lista dei compiti / non compiti.

10 giugno 2015


Un post de La maestra Larissa sulle liste di compiti /non compiti delle vacanze che circolano in rete. Interessanti anche i numerosi commenti sulla (annosa...) questione.

Gesù Nazareno, salva la scuola!...

9 giugno 2015


Proteste e contestazioni da parte di un gruppo di insegnanti davanti alla sede romana del Partito democratico contro gli esponenti del Pd che arrivavano per partecipare all'assemblea.

La buona scuola morirà al Senato.

8 giugno 2015


Su Metro News, quelli dei Gessetti Rotti intervengono a sottolineare il difficilissimo percorso del DDL Scuola al Senato.
Qui al Quadernone spiace che sul tema scolastico si innestino questioni di mera lotta politica (o per meglio dire partitica) che minano di fatto la ricerca di quel massimo di condivisione che pure una riforma della scuola dovrebbe sempre meritare. Ma se il potere, aperto a parole, nei fatti è sordo e cieco per propria soverchia arroganza e incapacità d'ascolto, i risultati non possono essere molto diversi...

Finalmente le cose si fanno! (Già, ma come?).

7 giugno 2015


Renzi sulla scuola: "Io non faccio tutto bene, a me capita di sbagliare, però la differenza è che finalmente le cose si fanno in Italia...".
Farle bene, farle meglio, magari meno di fretta no, eh?!?

L'educazione? Si vede, si vede...

6 giugno 2015


Su Euronews, un video-reportage della serie Learning world su alcuni progetti educativi a favore di non vedenti e ipovedenti. Si tenga conto che "...secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità circa 280 milioni di persone al mondo sono ipovedenti e molte di loro non hanno accesso a un’istruzione adeguata...".

10 anni fa.

5 giugno 2015





Poco fa, con un atterraggio un po' a rischio, la cicogna si è finalmente presentata all'appuntamento, depositando fra le braccia di mamma Anna la piccola Matilde, che ha subito messo in luce spiccate doti di urlatrice...

Nonno Renato.

(Dal post qui pubblicato il 5 giugno 2005)


Ed eccola oggi:

In questo momento è in volo coi genitori e il fratellino alla volta di Londra...
(Come dite? Perchè non sono andato anch'io? Perchè sono un seguace di Erica Jong. Sì, quella di "Paura di volare"...).

Le mele di Baricco.


Dall'intervento di Alessandro Baricco a "Repubblica delle Idee 2015" di Genova: "...C'è uno scollamento sempre più evidente tra quello che studiano a scuola e quello che popola la loro vita negli altri momenti della giornata. Dobbiamo provare a fondere i due mondi per dare un nuovo senso all'istruzione...".
O. K., ma che razza di problemi vi sono nel libro di testo di suo figlio?

E noi blocchiamo gli scrutini!...

4 giugno 2015


Su La Tecnica della Scuola, si parla del blocco degli scrutini che "...coinvolgerà tutte le classi, escluse quelle terminali del ciclo di studi, nei primi due giorni del calendario degli scrutini fissato da ciascuna scuola. Lo sciopero, proclamato da tutte le sigle sindacali, Flc Cgil, Cisl e Uil Scuola, Snals e Gilda nonchè da Cobas, Anief e diverse Rsu, si svolgerà quindi in diverse giornate a seconda dei calendari scolastici...".

La buona scuola cade a pezzi.

3 giugno 2015


Su La Tecnica della Scuola, il video in cui la Preside e i rappresentanti degli studenti dell'Istituto Pollini di Mortara (PV, profondo Nord) denunciano lo stato di degrado e abbandono in cui versa lo stato dello stesso istituto.

La buona scuola del dopo voto.

2 giugno 2015


Su La Tecnica della Scuola, Reginaldo Palermo si interroga sugli scenari che riguardano il DDL sulla scuola dopo gli esiti del voto di domenica scorsa.

Che ore sono? Sono la radice quadrata di 9 +...

1 giugno 2015


 È ora di fare un po' di matematica...
(Immagine di fanpage.it rivista da Antonella Chiarelli).

Solo una bravata? Ma che bravi!...


Dal Corriere.it: "...Quindi, stando alla cronaca: lo denudano, lo depilano, gli appiccicano delle caramelle sul corpo, lo bruciano, lo riprendono col cellulare e una volta tornati a casa si passano il video in chat. Questo, per alcune mamme e alcuni papà è una “bravata, non bullismo” . Adesso minacciano di ricorrere per vie legali contro il provvedimento della preside e nessuno di loro ha alzato il telefono per chiedere scusa ai genitori del ragazzo preso di mira...".
Dove anremo a finire? (No: dove siamo già finiti?).