Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Abolire la Scuola Media? Sì! No!

30 dicembre 2016

http://www.orizzontescuola.it/abolire-la-scuola-media-elementarizzarla-o-rivedere-in-chiave-olistica-le-discipline/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

Su OrizzonteScuola, Eleonora Fortunato discute delle tesi esposte nel libro Abolire la scuola media? (il Mulino 2015) da Cesare Cornoldi, professore ordinario di Psicologia generale nell’Università di Padova e da Giorgio Israel, già professore ordinario di Storia della matematica nella Sapienza – Università di Roma. Il primo sostiene la drastica soppressione dell’attuale scuola media a favore di un ciclo unico che privilegi lo sviluppo delle competenze; il secondo difende la struttura a tre cicli all’interno di un progetto di riqualificazione fondato sulla trasmissione delle conoscenze.

Noterella marginale... a margine: quanto sarebbe bello in ogni caso tornare (anche ufficialmente) alla vecchia dizione "Scuola Media", buttando alle ortiche l'attuale e pomposa e lunga "Scuola secondaria di primo grado"!...

La didattica metache?

29 dicembre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/archivio/item/26325-che-cos-e-la-didattica-metacognitiva.html

La Tecnica della Scuola , ente accreditato Miur, presenta  un corso online in modalità webinar  incentrato  sulla didattica metacognitiva e previsto per il 18 e il 23 gennaio: "...con la didattica metacognitiva si punta a favorire negli studenti questo genere di competenze (metacognitive, strategiche e autoregolative) e ad aiutarli a migliorare le loro strategie di studio e di apprendimento, così come a gestire meglio le emozioni che entrano in gioco nel percorso formativo...". 

Jessica dietro le quinte.

26 dicembre 2016

https://youtu.be/AskiWMloEu0

Divertenti "dietro le quinte" di Jessica Redeghieri, di cui spesso il Quadernone ospita gli efficaci e utili videotutorial didattici.

Due versioni? Hallelujah!...

24 dicembre 2016

http://video.repubblica.it/mondo/canta-hallelujah-l-interpretazione-di-questa-bambina-autistica-e-da-brividi/263371/263737



https://youtu.be/Q7C2MKoBL7Q

"Hallelujah", di Leonard Cohen, nella versione di Kaylee Rodgers, una bambina autistica irlandese e in quella dei Russian Kids: una bella lotta! Versioni comunque superiori a quelle di tanti "grandi"...

Canta Kaylee, hallelujah!

23 dicembre 2016

http://video.repubblica.it/mondo/canta-hallelujah-l-interpretazione-di-questa-bambina-autistica-e-da-brividi/263371/263737

Kaylee Rodgers, una bambina autistica irlandese, canta in maniera struggente "Hallelujah", di Leonard Cohen.

Uno "Schiaccianoci" da ascoltare.

21 dicembre 2016

http://www.softwaredidatticofree.it/schedaschiaccianoci.html

Da Software Didattico Free, la "Guida all'ascolto de 'Lo Schiaccianoci' di P. I. Ciaikovski".

Biglietto d'auguri? Sì, ma luminoso!

18 dicembre 2016

https://youtu.be/LKS_2pPPdPk

Il videotutorial di Jessica Redeghieri per fare auguri speciali creando in modo molto semplice e con pochi materiali un bigliettino d'auguri luminoso.

Controcoding.

15 dicembre 2016

http://www.techeconomy.it/2016/03/16/contro-il-coding/

Su Techeconomy, il duro attacco sferrato alcuni mesi fa 
"coding" come mero "scrivere codice", quando invece è (dovrebbe essere) se mai sinonimo di "pensiero computazionale": altre implicazioni, altri orizzonti, altra storia...

Solo competenze digitali di base?

14 dicembre 2016

http://www.repubblica.it/economia/miojob/lavoro/2016/12/13/news/competenze_digitali_studenti_universitari-153958005/?ref=HRLV-7

Su Repubblica.it, il quadro sconfortante che emerge dalla seconda edizione della ricerca 'Il Futuro è oggi: sei pronto?' realizzata tra oltre 2.600 universitari dalla società University 2 business, che punta a promuovere la cultura dell'innovazione tra gli studenti: "...Un giretto in Rete, qualche chattata e un aggiornamento di status. Per oltre la metà degli studenti universitari italiani il web è solo questo: Internet e i social network. Nessuna competenza digitale approfondita...".

Ah, ecco.

Fare presentazioni? Così Impari!

13 dicembre 2016

https://youtu.be/0sW3TBRRVwY

Nel video di Elisabetta Buono, l'utilizzo di una piattaforma gratuita, tutta italiana e con strumenti davvero interessanti, per la facile creazione, ad es., di presentazioni multidevice e condivisibili online.

Il compito (acrobatico) dei docenti.

12 dicembre 2016

http://nova.ilsole24ore.com/progetti/la-trasformazione-del-docente/

Su Nòva - il Sole 24 ore, Flavia Foradini sottolinea che "...fra le raccomandazioni di organismi internazionali come l’Ocse, l’Onu e l’Unesco, quelle relative al ruolo giocato dagli educatori nel XXI secolo sono sempre più numerose e pressanti. La difficile congiuntura di molti Paesi, le sfide del mondo globale, sempre più tecnologico e pervaso da saperi via via più interconnessi, fanno sì che il mondo dell’istruzione venga riconosciuto come centrale per la formazione delle giovani generazioni e dunque per il futuro del mondo. I docenti vengono dunque visti come i professionisti del sapere, come coloro in grado da un lato di trasmettere conoscenze derivanti dal passato e dall’altro di forgiare competenze per il futuro. Un compito acrobatico, che in molti Paesi vede porre gli insegnanti molto in alto nella scala delle professioni più considerate, più ambite, meglio remunerate, più incoraggiate e aiutate ad un continuo aggiornamento di conoscenze, abilità, metodi...".

In molti Paesi: certo non nel nostro...

PISA, un giudizio che pesa.

10 dicembre 2016

http://www.gildavenezia.it/ocse-pisa-2015-i-dati-dellindagine/

Ancora commenti sui risultati (non proprio confortanti per la scuola italiana) emersi dall'indagine Ocse-PISA 2015, commenti questa volta provenienti dalla Gilda degli insegnanti. Concludendo l'analisi, si riportano dati meritevoli di riflessione: "...Infine, i dati sulla spesa: secondo l´Ocse, l´Italia investe circa 81mila euro a studente tra i 6 e i 15 anni, vicino alla media Ocse di 84mila euro. Tra il 2005 e il 2013, tuttavia, la spesa pubblica per studente è calata di circa l´11% in termini reali, mentre nella media Ocse dei Paesi con dati disponibili è cresciuta del 19%...".

A qualcuno piace "Mein Kampf".

8 dicembre 2016

http://www.repubblica.it/cronaca/2016/12/07/news/la_biblioteca_dei_ragazzi_dieci_classi_scelgono_il_mein_kampf-153668959/?ref=HREC1-10

Su Repubblica.it, si parla dello sconcertante esito del concorso "La biblioteca dei ragazzi" lanciato al Salone di Torino dal ministero dell'Istruzione, che ha coinvolto tre milioni e mezzo di studenti: in otto città, alcune classi, "dopo una discussione condivisa", hanno indicato nella lista dei primi dieci libri preferiti "Mein Kampf", l'opera scritta da Adolf Hitler.

No comment. 

Quindicenni: sempre più giù nelle competenze.

6 dicembre 2016

http://www.repubblica.it/scuola/2016/12/06/news/ocse_scuola_studenti_nord_e_sud-153559264/?ref=HREC1-9

Su Repubblica.it, si parla dello studio realizzato dall'Ocse sui 15enni secondo il quale l'Italia resta nelle retrovie per le competenze tra i 35 paesi aderenti all'organizzazione, scendendo dal 32esimo al 34esimo posto. E ancora: da tale studio, tra l'altro, "...emerge che i 15enni di alcune province o regioni del nord Italia, quali Bolzano, Trento e la Lombardia hanno competenze che li collocano ai primi posti della graduatoria globale, mentre gli studenti della Campania sono nella parte bassa della classifica, vicini ad Azzorre e Argentina. Un dato che stride con i risultati della maturità che vede al Sud una diffusione di voti massimi e lodi molto più elevata che al Nord...".

Bravo Braille!

3 dicembre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/tecnica-della-scuola/item/25774-la-giornata-della-disabilita-per-suggellare-l-attualita-del-braille.html

La Tecnica della Scuola si occupa della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2016 che si celebra appunto oggi. Si tratta di "...un appuntamento che è stato istituito nel 1981, in occasione dell’Anno Internazionale delle Persone Disabili, con lo scopo di promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita e allontanare ogni forma di discriminazione e violenza...". Tra le iniziative concrete programmate per la Giornata, vengono segnalate  quelle dedicate ai non vedenti, con la particolare finalità di sottolineare l'importanza che tuttora riveste il sistema di lettura e scrittura Braille.

APPrendere a programmare con 10 app.

1 dicembre 2016

http://www.wired.it/mobile/app/2015/10/23/10-app-programmare/

Su Wired, si presentano 10 app studiate per insegnare a programmare a bambini e ragazzi, come ScratchJr, un’app ispirata al noto linguaggio di programmazione visuale Scratch, utilizzato da milioni di giovani in tutto il mondo. È disponibile gratuitamente per Android e iPad. Nel creare ScratchJr si è ridisegnata l’interfaccia e adattato il linguaggio di programmazione ai bambini più piccoli.

Bullismo? Mai più!

30 novembre 2016

http://www.raiplay.it/video/2016/11/Mai-piu-bullismo-3d087962-b520-41fa-b38b-844ee985506c.html

Su RaiPlay, "...Quattro storie, quattro puntate on the road ambientate a scuola, direttamente nelle classi, per un diario di immagini e racconti senza filtri che usa il linguaggio dell’adolescenza. Un progetto altamente educativo e di puro servizio pubblico nato in collaborazione con le scuole."

Allarme bullismo e cyberbullismo!

28 novembre 2016

http://www.repubblica.it/cronaca/2016/11/28/news/mappe_allarme_bullismo-152982524/?ref=HREA-1

Su Repubblica.it, Ilvo Diamanti si occupa del bullismo / cyberbullismo che dilaga in misura sempre più preoccupante dalle aule scolastiche ai social network, così come aumenta sempre più la "percezione" sociale del fenomeno, come dimostra l'indagine realizzata da Demos & Pi per La Repubblica con le sue tabelle:

http://www.demos.it/a01327.php

E dopo un anno di PNSD, a Caserta!

27 novembre 2016

https://youtu.be/BOEgec69aao

Video con il Ministro Stefania Giannini a Caserta, ad un anno dal Piano Nazionale Scuola Digitale. Dal 25 al 27 novembre 2016 oltre 6.000 studenti, docenti, dirigenti scolastici alla Reggia di Caserta per confrontarsi sull'attuazione del Piano e sulle nuove strategie digitali per la scuola.

Piccoli depressi? Si curano con la musica!

22 novembre 2016

http://www.stateofmind.it/2016/11/musicoterapia-benefici-bambini/

Su State of mind, si dà conto di uno studio di ricercatori delle Bournemouth University e Queen University di Belfast che hanno scoperto come la musicoterapia, associata ad un trattamento terapeutico tradizionale riduca ulteriormente i sintomi depressivi nei bambini e adolescenti che presentano problemi comportamentali ed emotivi.

Buone > cattive maniere: chi vincerà?

21 novembre 2016

http://www.repubblica.it/salute/2016/11/18/news/educazione_bambini-151523732/?ref=HRLV-26#gallery-slider=151409391

Su Repubblica.it, si presenta il libro "Elogio della buona educazione. Riscoprire le buone maniere per riportare l'armonia nella nostra vita" (edizioni Franco Angeli), della psicologa e giornalista Maria Pedone. Nel libro l'autrice dedica ampio spazio proprio a "...come non far diventare i bambini dei piccoli tiranni, che portano la loro maleducazione anche fuori dalle mura domestiche, sia sui banchi di scuola che nella vita con gli altri adulti, meno disposti a sopportarli ma che spesso si trovano a dover tollerare le piccole pesti per non dover affrontare genitori altrettanto maleducati".
In uno slideshow, un piccolo vademecum per bambini educati "dalla cameretta a scuola".

Libri illustrati per bimbi? Ecco i migliori.

20 novembre 2016

http://www.ilpost.it/2016/11/15/migliori-libri-illustrati-bambini-2016/

Su Il Post, si parla dei migliori libri illustrati per bambini usciti quest’anno, che come ogni anno dal 1952, il New York Times ha selezionato  tenendo soprattutto conto della bellezza e del valore artistico dei disegni.

PONiamo che arrivino i fondi PON per il coding...

16 novembre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/archivio/item/25312-%20coding-nella-scuola-primaria,-in-arrivo-70-milioni-i-bandi-a-fine-novembre.html

Su La Tecnica della Scuola si segnala l'arrivo di "...70 milioni di fondi PON per l’inserimento del coding nella scuola primaria. L’annuncio è arrivato, il 15 novembre, durante un convegno Miur sugli 8mila animatori digitali, direttamente da Sabrina Bono, capo dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del Miur.
Nel corso del convegno - svolto presso ABCD-Salone italiano dell’educazione, all’interno della Fiera di Genova, l’alto dirigente ministeriale ha spiegato che sarà garantito, in questo modo, 'l’insegnamento del pensiero computazionale nella scuola primaria'...".

Quadri-icona: come mai?

15 novembre 2016

http://www.didatticarte.it/Blog/?p=4188

Su Didatticarte, Emanuela Pulvirenti si interroga: "...Perché alcuni quadri diventano icone? Cos’hanno in comune la Gioconda e la Notte stellata di Van Gogh? Oppure la Venere di Botticelli e l’Urlo di Munch?". La docente sviluppa la sua risposta incentrandola su tre spiegazioni concorrenti e motivandola da par suo. 

500 € ai docenti? Sì, ma da spendere online.

13 novembre 2016

http://www.repubblica.it/scuola/2016/11/13/news/guida_per_i_docenti_italiani_come_usare_i_500_euro_di_aggiornamento_della_buona_scuola-151926091/?ref=HREC1-6

Su Repubblica.it, si parla del nuovo sistema di erogazione del budget di 500 euro per l'aggiornamento professionale dei docenti che sarà avviato il 30 novembre. "...Lo scorso anno, eccezionalmente, il ministero dell'Istruzione erogò i 500 euro ad oltre 740mila docenti di ruolo accreditandoli direttamente sui loro conti correnti personali. E entro lo scorso 31 agosto gli insegnanti dovettero rendicontare con fatture, scontrini e biglietti d'ingresso le spese sostenute. Ma da quest'anno si cambia: arriva la carta digitale. O meglio, per un controllo più stringente delle spese e per evitare inutili e onerose rendicontazioni che sovraccaricano le segreterie scolastiche, tutti gli acquisti passeranno attraverso il web. Ecco cosa fare...".

Io odio la matematica!

10 novembre 2016

http://www.scienze.rai.it/articoli/daniela-lucangeli-io-odio-la-matematica/35144/default.aspx

Su ScienzeRai.it, l'intervista a Daniela Lucangeli a cura di Rai Cultura durante il Festival della Scienza di Genova 2016.

Le voci? Potremo photoshoppizzarle!

9 novembre 2016

http://www.repubblica.it/tecnologia/prodotti/2016/11/08/news/project_voco_il_photoshop_per_la_voce-151574363/?ref=HRLV-8

Su Repubblica.it, si parla di Adobe (quella di Photoshop) e del nuovo progetto a cui sta lavorando, che permetterà di "photoshoppizzare" le voci, ovvero "... manipolare la voce umana, correggendo gli errori, certo, ma anche sulla base di una registrazione, di un campionamento, creare parole o frasi ex novo, con la voce di chiunque. Il progetto si chiama Feed Project VoCo, funziona registrando circa venti minuti di audio con la voce umana, che poi viene elaborata dal computer consentendo di editare tutto offrendo risultati finali naturali. Come si fa oggi con i testi, le foto, il video, si potrà tagliare incollare parole e frasi, ma anche aggiungere parole che non sono state dette, con la voce della persona registrata, creando nuove frasi...".
Al di là di questa nuova, inquietante possibilità di manipolare la realtà, difficile non pensare ai riscontri che se ne potrebbero ricavare anche in ambito scolastico: tutti da immaginare e scoprire, al momento...

Per una scuola a prova di privacy.

7 novembre 2016

http://194.242.234.211/documents/10160/0/Vademecum+%22La+scuola+a+prova+di+privacy%22+pagina+doppia+%28anno+2016%29.pdf

In PDF, l'opuscolo La scuola a prova di privacy, con cui l'Autorità Garante della Privacy si rivolge in particolar modo al mondo della scuola per aiutare studenti, famiglie, professori e la stessa amministrazione scolastica a muoversi agevolmente nel mondo della protezione dei dati.

Cyberbullismo in classe? Intervenire cosi!

http://video.repubblica.it/rubriche/social-risk/social-risk-mia-alunna-vittima-dei-cyber-bulli-cosa-devo-fare/257934

Su Reptv, Paola Brodoloni, presidente di Cuore e Parole onlus, che da oltre 10 anni si occupa di cyberbullismo, spiega quale sarebbe la procedura più efficace per intervenire a scuola in caso di cyberbullismo, nonchè il ruolo importantissimo degli “spettatori” del caso stesso.

Il mobile è sempre più mobile.

4 novembre 2016

http://www.repubblica.it/tecnologia/mobile/2016/11/02/news/smarthone_e_tablet_piu_accessi_in_rete_di_computer_e_laptop_la_rivoluzione_di_ottobre_e_mobile-151152231/?ref=HRLV-9

Su Repubblica.it, si segnala che nel mese appena concluso, come rileva StatCounter, "...si è consumato il sorpasso atteso. Nel 2010 solo il 5% dei dispositivi che visitavano pagine web era mobile: adesso comandano con il 51,3% contro il 48,7% di desktop e portatili...".  Usa e Italia in controtendenza: infatti, negli Stati Uniti, "...il computer comanda ancora con il 57,97%% degli accessi contro un mobile che si ferma al 33,33% e i tablet 8,7%)...", mentre in Italia "...i computer (64%) superano ancora smartphone (30%)  e tablet (5,7%)...". "... Ma la strada è tracciata e questo ottobre web non dà affatto l'idea che un giorno si possa invertire la tendenza e tornare indietro...".

Una qualche riflessione su tale trend andrebbe forse fatta anche in ambito scolastico...

Meglio programmare fin da piccoli!

3 novembre 2016

http://www.clementoni.com/blog/con-il-coding-i-nativi-digitali-diventano-una-generazione-di-programmatori/

Sul blog della Clementoni, azienda leader nei giocattoli educativi, si parla anche di bambini e coding. "...Avvicinarli al coding significa aiutarli a non essere fruitori passivi ma soggetti attivi di tecnologia, aiutarli a sviluppare le capacità logiche di orientamento nello spazio, allenarli ad imparare dagli errori e a risolvere i problemi... Grazie al coding, i bambini saranno in grado, crescendo, di affrontare l’uso delle tecnologie con maggiore consapevolezza e saranno predisposti allo studio delle materie scientifiche con più facilità e “piacere”...".

10 lavori che 10 anni fa non c'erano.

2 novembre 2016

https://www.weforum.org/agenda/2016/06/10-jobs-that-didn-t-exist-10-years-ago/

Su Weforum, 10 lavori che solo 10 anni fa non esistevano ancora: dallo sviluppatore di app all'analista di big data, all'operatore di droni... 

E fra 10 anni?

Terremoto: cosa fare (e non fare).

1 novembre 2016

http://video.repubblica.it/dossier/terremoto-30-ottobre/cosa-fare-in-caso-di-terremoto-i-consigli-della-protezione-civile-la-videoscheda/257584/257850      Home     Terremoto 30 ottobre     Cosa fare in caso di terremoto, i consigli della Protezione Civile - la videoscheda  Lascia un commento


 Un video di Reptv con i consigli della Protezione Civile da seguire in caso di terremoto.

Le scuole in Italia? Funzionano così (così).

31 ottobre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/tecnica-della-scuola/item/24959-invalsi,-i-dati-del-questionario-scuola-su-processi-e-funzionamento-delle-istituzioni-scolastiche.html

Su La Tecnica della Scuola, in sintesi, i dati del Questionario scuola su processi e funzionamento delle istituzioni scolastiche come si possono ricavare dalla presentazione del Rapporto “I processi e il funzionamento delle scuole”.
Due dati (per me) abbastanza sconvolgenti:
- Biblioteche: "...Il patrimonio librario delle scuole del I ciclo è di circa 3.400 volumi, mentre quello del II ciclo è di 7.140...".
- Elezioni organi collegiali: "...La partecipazione delle famiglie è maggiore nel I ciclo (23% circa I ciclo,10% circa II ciclo)...".

App...erò, che musica!...

30 ottobre 2016

http://scribble.audio/

Sul blog Maestrucola si segnala un'applicazione per fare... "musica" di Kyle Stetz, designer e programmatore a San Francisco. L'app, Scribble.Audio, curiosa e bizzarra la sua parte, potrebbe piacere ai piccoli (un po' meno alle nostre orecchie, dopo qualche minuto di ascolto...).

Ancora... e ancora...

27 ottobre 2016

http://iononrischio.protezionecivile.it/terremoto/sei-preparato/se-arriva-il-terremoto/

Su Io non rischio, le buone pratiche di protezione civile, purtroppo sempre di attualità...

Faceb...ullismo.

25 ottobre 2016

https://www.facebook.com/safety/bullying/educators
La Piattaforma di Prevenzione del Bullismo che Facebook ha lanciato ultimamente "...è una risorsa per ragazzi, genitori e insegnanti alla ricerca di un punto di riferimento per la prevenzione e gestione del bullismo''. La sezione dedicata agli insegnanti fornisce informazioni che consentiranno di aiutare gli studenti coinvolti in situazioni di bullismo: quando e dove parlare con loro, cosa dire esattamente e su cosa riflettere per intervenire in un momento successivo. Alcuni suggerimenti e strategie generali per consentire di creare e implementare normative scolastiche, promuovere un clima positivo in classe e prevenire il bullismo sono contenuti in un PDF liberamente scaricabile.

Fumetti facili? Con Google si può!

24 ottobre 2016

https://youtu.be/j9TLWbWeYK8

Un videtutorial di Francesca Fancini che spiega come creare con facilità semplici fumetti utilizzando la risorsa Presentazioni Google.

Tablet pei piccoli: dal No al SÌ, però.

23 ottobre 2016

http://www.repubblica.it/salute/2016/10/22/news/bambini_web_tablet-150319275/?ref=HREC1-31

Su Repubblica.it, si dà conto del fatto che "...Per la prima volta l'Accaemia Americana dei Pediatri arretra di fronte all'evidenza e allenta le redini nei confronti di telefonini, computer e tablet. Nelle sue nuove linee guida per i bambini fino a cinque anni, pubblicate sulla rivista Pediatrics, si riduce l'età del "digiuno digitale completo", portata a 18 mesi rispetto ai due anni di prima. E si ammette che internet può perfino diventare 'uno strumento educativo'....".

Morire andando a scuola.

22 ottobre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/tecnica-della-scuola/item/24729-siria-1,7-milioni-di-bambini-non-possono-andare-a-scuola.html


Su La Tecnica della Scuola, si parla della drammatica situazione scolastica in Siria: "...Secondo i nuovi dati, con l'inizio dell'anno scolastico in Siria, oltre 1,7 milioni di bambini non frequentano la scuola e altri 1,3 milioni rischiano l'abbandono. In tutto il paese devastato dalla guerra, 1 scuola su 3 non può essere utilizzata perché o danneggiata o distrutta o impiegata come rifugio per gli sfollati interni o per scopi militari. Dall'inizio della guerra nel 2011, ci sono stati 4.000 attacchi contro le scuole. L'acuirsi delle violenze, degli sfollamenti, l'aumento della povertà e un sistema dell'istruzione al limite e con poche risorse continuano a tenere i bambini fuori dalla scuola, negando il loro diritto all'istruzione...In Siria i bambini rischiano di morire andando a scuola. Nelle ultime due settimane, 9 studenti, di circa 5 anni, hanno perso la vita in due attacchi separati contro o vicino le scuole," ha dichiarato Hanaa Singer, Rappresentante UNICEF in Siria. "La scuola non dovrebbe essere una trappola mortale. Le scuole dovrebbero essere luoghi dove i bambini sono protetti e possono imparare, crescere e sviluppare le loro potenzialità...".

Le competenze digitali più utili? Sono 5!

21 ottobre 2016

http://www.lastampa.it/2016/10/21/tecnologia/idee/le-competenze-digitali-che-servono-per-trovare-lavoro-2vucMCzwGq3g52Sqdys70M/pagina.html

Su La Stampa.it, le 5 competenze digitali più utili ai fini lavorativi secondo l'esperta Patrizia Manganaro, responsabile risorse umane di Everis, società di consulenza multinazionale in campo digitale presente anche in Italia. 

Sussidiari preveggenti.

20 ottobre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/item/24667-referendum-4-dicembre-su-alcuni-sussidiari-della-primaria-il-si-ha-gia-vinto.html

Su La Tecnica della Scuola, si dà conto del fatto che, a quanto pare, "...in diverse scuole primarie sarebbero stati adottati dei sussidiari di classe quinta con il Parlamento già ridotto e i senatori che corrispondono ai sindaci. Il modello, in pratica, sarebbe quello della rinnovata Costituzione italiana, sulla base di un’eventuale vittoria del sì in occasione del referendum del prossimo 4 dicembre...".

Si son portati avanti: un azzardo?

Continua la "Formazione continua".

19 ottobre 2016

http://www.lascuola.it/it/home/editrice_detail/schede-didattiche-primaria-ottobre-non-aderenti

Su La Scuola.it, si annuncia che "...a partire dal mese di ottobre 2016 e per la durata dell'anno scolastico 2016/2017, Editrice La Scuola mette a disposizione dei docenti di scuola primaria materiali e spunti didattici.
Si tratta di un'iniziativa gratuita...", cui si può aderire da questo link.

Si comincia con un'ape e poi...

17 ottobre 2016

https://youtu.be/D4mq6jGo9x4

Nel Video di Maria Teresa (Liberi di scrivere), per inaugurare la Settimana Europea del coding, robot in classe con lo slalom di una giovane ape programmata da alunni di prima e seconda classe.

 

La scuola? Non tanto "buona"...

16 ottobre 2016

http://www.repubblica.it/scuola/2016/10/16/news/l_indagine_demos-coop_bocciata_la_riforma_alta_la_fiducia_nel_corpo_docente_specialmente_negli_atenei_sempre_piu_apprez-149879864/?ref=HRER1-1

...ma gli insegnanti sì... Su Repubblica.it, si commentano i risultati di un sondaggio di Demos-Coop condotto negli ultimi giorni. "...Certo, l'istituzione scolastica continua a suscitare grande fiducia, come dichiara oltre metà (52%) degli italiani (intervistati). Tuttavia questo dato appare in calo (4 punti in meno), rispetto all'anno scorso. Tanto più rispetto al decennio precedente: oltre 10 punti. Insomma, la scuola resta al centro dell'interesse dei cittadini. Ma, rispetto al passato, suscita qualche dubbio in più...".

Le cose? Facciamole parlare noi!

15 ottobre 2016

https://youtu.be/AEXF33EgH0w

Splendido video, estremamente chiaro ed efficace, che in pochi minuti ci fa "...capire che lingua parlano gli oggetti e perche' e' venuto il momento di impararla...", imparando, cioè, a programmare. E proprio oggi parte "... la settimana europea della programmazione, Europe Code Week, arrivata alla quarta edizione. Nel corso della settimana si svolgeranno migliaia di eventi in ogni parte d'Europa per offrire a giovani e giovanissimi l'opportunita' di iniziare a programmare! Non si trattera' di semplici seminari, ma di vere e proprie esperienze di programmazione, che consentiranno anche ai piu' piccoli di divertirsi in modo costruttivo vedendo le proprie idee prendere forma. I materiali e i metodi sperimentati nel corso del CodeWeek resteranno a disposizione di chiunque voglia utilizzarli ed estenderli...".

Tutto sui B.E.S.

14 ottobre 2016

Su MAMMAstyle, tutto quello che i genitori (e non solo...) devono sapere sui BES (Bisogni Educativi Speciali) è compendiato in un PDF liberamente caricabile.