Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

La geografia? Semplifichiamola!

31 marzo 2016

https://youtu.be/Mlk7oedRIKs

Una videointroduzione chiara e semplificata alla geografia, ai suoi strumenti, alle sue parole.

Aiuto! Dislessia!

30 marzo 2016

http://www.aiutodislessia.net/

Aiuto Dislessia è il sito di supporto allo studio per Bambini e Ragazzi, con DSA e non, creato e gestito da Nicoletta, mamma di una ragazza dislessica di 16 anni. Vi si trova tantissimo materiale utile: schede didattiche, mappe, video, indicazioni pratiche di strategie di supporto, di software e risorse per bambini e ragazzi in difficoltà.

Siamo in 600.000 e programmiano il futuro!

29 marzo 2016

http://www.istruzione.it/comunicati/focus250316.html

Dal Rapporto di monitoraggio del Ministero: "L’iniziativa “Programma il Futuro”, un progetto triennale nato dalla collaborazione fra il MIUR (Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca) e il CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) per sperimentare nelle scuole la formazione al pensiero computazionale, ovvero il lato scientifico-culturale dell'informatica, ha riscosso sin dal primo anno un notevole successo. In questo rapporto di monitoraggio viene presentato e discusso l’andamento del progetto nella fase iniziale del secondo anno di attività. I dati confermano la crescente adesione delle istituzioni scolastiche alle attività didattiche del progetto e l’elevata soddisfazione di insegnanti e studenti...".





Il Pinocchio di Paolo Poli.

28 marzo 2016

http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock-e60345d6-e673-49cd-b6cd-9f51049b3d62.html?refresh_ce

La lettura di Pinocchio in podcast da parte del grande Paolo Poli.

Per una Pasqua di Pace.

26 marzo 2016


Il messaggio augurale inviato ieri dal ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, a docenti, ds e Ata della scuola.

Gita sicura! (Sicuri?).

22 marzo 2016

https://youtu.be/NXv0-TWkp2E

Video spot dell'Anav (Associazione Nazionale Autotrasporti Viaggiatori) realizzato in collaborazione  con la Polizia Stradale per la campagna “Sicurezza 10 e lode” (si veda il blog www.gitasicura.it ). 

Come la recentissima cronaca purtroppo ci ha ricordato, mai abbassare la guardia sulla sicurezza in tema di gite e viaggi di istruzione...

Una primavera tutta da ascoltare.

21 marzo 2016


Per l'ascolto musicale, ripropongo due miei software per un approccio consapevole e guidato a celebri brani...di stagione: il concerto "La Primavera" da "Le quattro stagioni" di Antonio Vivaldi...



...e "Riti di primavera", che abbina l'ascolto de "La Sagra della Primavera" di Igor Stravinskij, e de "La Grande Pasqua Russa" di Nikolaj Rimskij-Korsakov. 

Buon ascolto e... buona primavera a tutti!

Videolezioni? Sì, ma interattive!

19 marzo 2016

https://youtu.be/SWd5jHGPPag

Videotutorial di Gianfranco Marini in cui "...viene illustrato come realizzare lezioni a partire da un video pubblicato sul web con TED Ed Lesson, una applicazione web gratuita che permette di costruire un ambiente comunicativo intorno a un video da noi scelto aggiungendo:
- domande
- discussioni
- approfondimenti
- conclusioni...".

Una scuola NON di sana e robusta Costituzione.

18 marzo 2016

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2016/03/17/scuola-per-619-studenti-poca-costituzione-in-classe_ff3d87e7-5685-4934-8978-fdaace46c55f.html

Su ANSA.it, i risultati dell'indagine "L'educazione alla cittadinanza nella scuola superiore italiana", svolta dall'Associazione Treellle, da cui risulta che "...In generale, un diplomato su 5 (20,5%) dice di non aver mai letto la Costituzione durante il percorso di studi e il 54,2% ne ha letto solo qualche articolo. Tra i banchi si è parlato poco anche di temi riguardanti l'educazione civica o l'educazione alla cittadinanza: mai affrontati o affrontati solo una o due volte l'anno a detta del 66% degli intervistati...".

Inaccettabile. E negli ordini e gradi inferiori? L'indagine non se n'è occupata, ma temo un'analoga situazione. Però abbiamo 2 ore settimanali di Religione cattolica, evvai!... 

La scuola? Si dovrà fare in (1 +) 4!

17 marzo 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/archivio/item/19095-scuola-aperta-il-modello-italiano-per-gli-edifici-del-futuro.html

Su La Tecnica della Scuola, si parla del manifesto “1+4 spazi educativi per il nuovo millennio” che i funzionari dell’Indire illustreranno al convegno internazionale “Ambienti per la formazione. Formazione per gli ambienti“, organizzato dall’università di Kassel, in Germania. 1+4 è il disegno  dei nuovi spazi didattici, dove  “1” è lo “spazio di gruppo”, l’ambiente della vecchia “aula/classe. "...A questo spazio però si affiancano altri 4 spazi, previsti dal modello: l’agorà, un grande spazio assembleare dove tutti possono ritrovarsi per seguire eventi di interesse plenario; lo spazio informale, con cuscini, divani, sedie o altro in grado di accogliere i ragazzi nel loro tempo libero (in genere questi spazi rendono abitabili zone che prima erano solo di passaggio); lo spazio individuale, dove lo studente può concentrarsi estraniandosi dal contesto circostante; lo spazio di esplorazione, generalmente collegato ai laboratori...".

DSA? Sono tutte storie...

16 marzo 2016

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/15/disturbi-specifici-dellapprendimento-le-storie-a-scuola-mi-mettevano-in-un-angolo-a-fare-nulla-ora-sono-laureata/2520703/

Su il Fatto Quotidiano.it, si parla di Martina Ferrari, 24 anni, disgrafica, disortografica, discalculica e dislessica dall’età dalla quarta elementare, che "...Si è da poco laureata in scienze dell’educazione alla 'Bicocca' e ora con altri ragazzi che come lei hanno vissuto questa esperienza ha lanciato 'My Story': “Siamo un gruppo di dieci giovani che girano l’Italia portando la propria testimonianza...".

La bella scienza.

15 marzo 2016

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/ricerca/2016/03/08/la-grande-bellezza-della-scienza-in-20-immagini-_abd66a2b-6db8-4fd4-8842-11e4ffc597bf.html?idPhoto=1

Su ANSA.it, le 20 immagini vincitrici dei Wellcome Image Awards 2016. La grande bellezza della scienza.

La migliore docente in campo (profughi).

14 marzo 2016

http://www.repubblica.it/scuola/2016/03/13/news/l_insegnante_migliore_al_mondo_lavora_in_un_campo_profughi_l_annuncio_di_papa_francesco_in_un_video-135387130/?ref=HREC1-4

Su Repubblica.it,si parla di Hanan Al Hroub, 43 anni, giovane palestinese nata e cresciuta nel campo di Betlemme, che "... ha vinto il Premio Nobel per il miglior professore 2016, assegnato dalla Fondazione Varkey durante il global forum per l'educazione che si è svolto a Dubai. Il nome del vincitore è stato comunicato via video da Papa Francesco, che ha ricordato 'l'importanza degli insegnanti, costruttori della pace, creatori dell'incontro. I bambini devono imparare giocando, imparando l'allegria, auguri alla maestra Hanan'...".
"...Anche gli insegnanti italiani avranno il loro Nobel. Un premio tutto italiano è appena nato per certificare il miglior insegnante italiano, quello che con passione e inventiva ha aiutato nel nostro paese gli studenti a capire, crescere, nonostante tutte le difficoltà e i pochi mezzi. Ad annunciare l'iniziativa - 50mila euro al primo arrivato, 30mila a testa ad altri quattro finalisti da spendere in progetti nelle loro scuole - è stato il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, anche lei in video...".

Un'altra bambina col vestitino rosso.

13 marzo 2016

http://www.ansa.it/sito/photogallery/primopiano/2016/03/12/migranti-la-disperazione-negli-occhi-dei-piu-piccoli_5635b92a-36a6-4135-9f3f-17a0015b9205.html

Su ANSA.it, un fotoracconto dal campo profughi di Idomeni in Grecia.

Cyberbullismo? Per i genitori, ragazzate...

12 marzo 2016

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2016/03/10/cyberbullismo-in-meta-delle-scuole-genitori-minimizzano_fc013471-2004-49a4-9b49-db196941beef.html

Su ANSA.it, i dati piuttosto allarmanti dell''indagine sull''Uso consapevole dei media digitali' che è stata condotta dal Censis attraverso questionari inviati nelle scuole ai quali hanno risposto 1.727 presidi delle medie e delle superiori. "...Insulti, maldicenze, foto compromettenti: corrono sul web e diventano pericoli concreti.Vessazioni, minacce, quando non avvicinamenti da parte di adulti malintenzionati. In metà delle scuole - rileva il Censis in collaborazione con la Polizia postale - ci sono stati episodi di cyberbullismo, nel 10% di sexting (l'invio di foto o video sessualmente espliciti) e nel 3% di adescamento online. Nel 51% dei casi i presidi si sono dovuti rivolgere per questo alle forze dell'ordine...". L'81% dei presidi "...ha risposto che però i genitori tendono a minimizzare il problema, ritenendolo il bullismo digitale poco più che uno scherzo tra ragazzi, non si rendono conto della gravità del fatto, il 20% ha percepito una vera e propria difficoltà da parte delle famiglie a capire esattamente cosa fosse successo...".

I videogiochi? Non così dannosi!

11 marzo 2016

http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/salute_bambini/giochi_e_sicurezza/2016/03/10/contrordine-su-videogiochi-per-studio-rendono-socievoli_74543705-6517-43f0-9c6a-1fd627e3daac.html

Su Ansa.it, si parla di uno studio della Columbia Mailman School of Public Health pubblicato su Social Psychiatry and Psychiatric Epidemiology, secondo il quale "...i videogiochi, generalmente associati ad effetti negativi sulla salute, potrebbero non essere poi così dannosi per il benessere dei bambini. Perlomeno quello psicologico e sociale, se è vero che con un uso intenso sembrano aumentare le chances di migliorare le capacità intellettive , il rendimento scolastico e si è più socievoli, si hanno insomma meno problemi di relazione con i coetanei...". Naturalmente, "...è necessario fissare dei limiti sull'utilizzo dello schermo, una componente importante della responsabilità dei genitori come strategia globale per il successo dei ragazzi". spiega Katherine M. Keyes, autrice dello studio.

È in arrivo il Pi Day!

10 marzo 2016

http://www.innovationgym.org/piday-la-festa-della-matematica/

Su Phyrtual, si ricorda l'imminente celebrazione del Pi Day, "... festa nata negli Usa, proclamata nel 1988 dall’Explorarium, il grandioso museo delle scienze di San Francisco, per festeggiare la matematica (Pi sta per Pi greco) e che sta prendendo piede anche in Italia. Viene festeggiata non a caso il 14 marzo dato che gli anglosassoni scrivono la data indicando prima il mese poi il giorno, quindi 3/14, richiama il 3,14 del Pi greco.
In questa giornata vengono organizzate feste, sfide, conferenze, dibattiti sul tema della matematica, proliferano battute e vignette con dialoghi tra radici quadrate e numeri negativi, preparati buffet con cibi, in particolare torte, decorati con Pi greco e altri simboli, il tutto dal sapore decisamente nerd.
Una bella occasione per dare rilievo e lustro all’aspetto giocoso della matematica, considerata da gran parte degli adulti materia complicata e noiosa perché spesso associata ad esercizi ripetitivi e poco creativi...".

L'inglese? Lo sanno di più le donne.

9 marzo 2016

glese-negletto-per-gli-italiani.html

Su La Tecnica della Scuola, si riferisce che l'Italia si piazza al 28° posto (dal 27°) al mondo su 70 per la conoscenza dell’inglese e agli ultimi in Europa. In particolare, va notato che "...le donne conoscono meglio la lingua straniera rispetto agli uomini. In Italia conquistano un punteggio medio di 54.58 contro il 53.46 dei maschi. In linea con le tendenze globali: in Europa il dato è molto simile, 56.56 per le donne e 54.74 per gli uomini; nel resto del mondo 53.40 contro 52.08...".

Rosa: digitale e petalosa.

8 marzo 2016

http://www.repubblica.it/tecnologia/2016/03/06/news/settimana_rosa_digitale-134876327/?ref=HRLV-9

Su Repubblica.it, si parla dei numerosi eventi che, dal 7 al 13 marzo, saranno dedicati al mondo femminile in ambito tecnologico ed informatico, "...LA FESTA DELLA DONNA è anche un'occasione per indicare il divario di genere in ambito tecnologico ed informatico. E capire cosa si può fare per cancellarlo. Dal 7 al 13 marzo il movimento RosaDigitale si occupa di formare, preparare e introdurre giovani e meno giovani alla tecnologia e all'informatica: eventi di base dedicati a chiunque voglia avvicinarsi al settore digitale e appuntamenti più specifici per chi possiede già delle conoscenze con lo scopo di coinvolgere e unire donne e bambine in una battaglia mirata all'annientamento del divario di genere...".

Buona Festa digitale della Donna a tutte!

Il giornalino del Tablet School.

7 marzo 2016

https://madmagz.com/magazine/727699?utm_source=m3&utm_medium=email&utm_campaign=fuop#/page/1

Un e-giornalino scritto dagli alunni della 3a A della Scuola Primaria Arcobaleno di Osimo, con informazioni e spiegazioni riguardanti l'evento Tablet School di Ancona, cui avevano partecipato. Vi sono foto dei laboratori tenuti in quell'evento, ma anche dei codici QR e degli Aurasma in cui gli stessi alunni hanno caricato informazioni in più, in modalità realtà aumentata.

Scuola disabile.

5 marzo 2016

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/04/scuola-aumentano-gli-alunni-disabili-ma-un-istituto-su-4-non-ha-tecnologie-idonee/2519509/

Da Il Fatto Quotidiano: "...Nonostante il numero degli alunni con disabilità iscritti nel 2014-2015 siano circa 235mila (2,7% del totale), in crescita del 3% rispetto all’anno precedente, gli istituti scolastici della Penisola continuano ad avere barriere che impediscono il diritto all’istruzione per tutti...".

La maestra ha detto alla mamma che...

4 marzo 2016

https://it.pinterest.com/pin/100838479127611921/
Su idscforlife.org: "La mia insegnante disse a mia mamma che non sarei stata in grado di seguire delle direttive o seguire delle attività ripetute. Mia mamma mi ha procurato una nuova insegnante! E questo è!".
" Per difendere le persone Down la perseveranza è d'obbligo!" (Nicoletta Lastella).  

La scuola del bello non è per i piccoli.

3 marzo 2016

https://www.facebook.com/sky3Dchannel/videos/1043042382422586/

Su Sky 3 D, l'annuncio di un’iniziativa senza precedenti sul territorio italiano: "...dal 21 al 23 marzo, gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado saranno invitati a partecipare alla visione cinematografica di #FirenzeUffizi3D, prodotto da Sky 3D, grazie al progetto ITALIA LA SCUOLA DEL BELLO - ARTE, CULTURA E PATRIMONIO.
Fino all’11 marzo 2016 docenti e istituti possono prenotare direttamente presso le sale aderenti, consultabili qui: www.istruzione.it www.agiscuola.it e www.nexodigital.it.
#ItaliaScuoladelBello, un progetto per far scoprire gli aspetti sorprendenti del patrimonio artistico e culturale del nostro Paese!...".

Sì, ma perchè solo per le secondarie di secondo grado?

Come nacque il Piccolo Principe.

2 marzo 2016

http://www.sulromanzo.it/blog/ecco-com-e-nato-il-piccolo-principe

Su Sul romanzo.it, si parla di un libro illustrato di Peter Sís, Il Pilota e il Piccolo Principe. La vita di Antoine de Saint-Exupéry (edito, in Italia, da Adelphi, per la traduzione di M. Orti Manara), che spiega la genesi della celeberrima opera dello scrittore-aviatore francese.

E...Tackk, la presentazione è pronta!

1 marzo 2016

https://youtu.be/JzEwSadqZWM

Un videotutorial di Anna Laghigna su Tackk, ambiente free per la pubblicazione web. Così Gianfranco Marini:  "...Con Tackk è possibile realizzare un'ampia gamma di oggetti multimediali: blog, presentazioni, wall, etc. Supporta la condivisione e la collaborazione, favorisce la cura e organizzazione dei contenuti, consente i commenti. Un oggetto realizzato con Tackk può contenere: audio, video, immagini, link, applicazioni, mappe, etc.

COME PUO' ESSERE UTILIZZATO TACKK
Data la sua versatilità, Tackk si presta ad una molteplicità di usi:
  • documentare un'esperienza
  • presentare un argomento
  • realizzare report di attività
  • realizzare una ricerca
  • creare un e-portfolio
  • realizzare lavori di gruppo
Il suo uso è molto semplice ed è possibile anche scaricare le app per Android e iOS...".