Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Abolire la Scuola Media? Sì! No!

30 dicembre 2016

http://www.orizzontescuola.it/abolire-la-scuola-media-elementarizzarla-o-rivedere-in-chiave-olistica-le-discipline/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

Su OrizzonteScuola, Eleonora Fortunato discute delle tesi esposte nel libro Abolire la scuola media? (il Mulino 2015) da Cesare Cornoldi, professore ordinario di Psicologia generale nell’Università di Padova e da Giorgio Israel, già professore ordinario di Storia della matematica nella Sapienza – Università di Roma. Il primo sostiene la drastica soppressione dell’attuale scuola media a favore di un ciclo unico che privilegi lo sviluppo delle competenze; il secondo difende la struttura a tre cicli all’interno di un progetto di riqualificazione fondato sulla trasmissione delle conoscenze.

Noterella marginale... a margine: quanto sarebbe bello in ogni caso tornare (anche ufficialmente) alla vecchia dizione "Scuola Media", buttando alle ortiche l'attuale e pomposa e lunga "Scuola secondaria di primo grado"!...

La didattica metache?

29 dicembre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/archivio/item/26325-che-cos-e-la-didattica-metacognitiva.html

La Tecnica della Scuola , ente accreditato Miur, presenta  un corso online in modalità webinar  incentrato  sulla didattica metacognitiva e previsto per il 18 e il 23 gennaio: "...con la didattica metacognitiva si punta a favorire negli studenti questo genere di competenze (metacognitive, strategiche e autoregolative) e ad aiutarli a migliorare le loro strategie di studio e di apprendimento, così come a gestire meglio le emozioni che entrano in gioco nel percorso formativo...". 

Jessica dietro le quinte.

26 dicembre 2016

https://youtu.be/AskiWMloEu0

Divertenti "dietro le quinte" di Jessica Redeghieri, di cui spesso il Quadernone ospita gli efficaci e utili videotutorial didattici.

Due versioni? Hallelujah!...

24 dicembre 2016

http://video.repubblica.it/mondo/canta-hallelujah-l-interpretazione-di-questa-bambina-autistica-e-da-brividi/263371/263737



https://youtu.be/Q7C2MKoBL7Q

"Hallelujah", di Leonard Cohen, nella versione di Kaylee Rodgers, una bambina autistica irlandese e in quella dei Russian Kids: una bella lotta! Versioni comunque superiori a quelle di tanti "grandi"...

Canta Kaylee, hallelujah!

23 dicembre 2016

http://video.repubblica.it/mondo/canta-hallelujah-l-interpretazione-di-questa-bambina-autistica-e-da-brividi/263371/263737

Kaylee Rodgers, una bambina autistica irlandese, canta in maniera struggente "Hallelujah", di Leonard Cohen.

Uno "Schiaccianoci" da ascoltare.

21 dicembre 2016

http://www.softwaredidatticofree.it/schedaschiaccianoci.html

Da Software Didattico Free, la "Guida all'ascolto de 'Lo Schiaccianoci' di P. I. Ciaikovski".

Biglietto d'auguri? Sì, ma luminoso!

18 dicembre 2016

https://youtu.be/LKS_2pPPdPk

Il videotutorial di Jessica Redeghieri per fare auguri speciali creando in modo molto semplice e con pochi materiali un bigliettino d'auguri luminoso.

Controcoding.

15 dicembre 2016

http://www.techeconomy.it/2016/03/16/contro-il-coding/

Su Techeconomy, il duro attacco sferrato alcuni mesi fa 
"coding" come mero "scrivere codice", quando invece è (dovrebbe essere) se mai sinonimo di "pensiero computazionale": altre implicazioni, altri orizzonti, altra storia...

Solo competenze digitali di base?

14 dicembre 2016

http://www.repubblica.it/economia/miojob/lavoro/2016/12/13/news/competenze_digitali_studenti_universitari-153958005/?ref=HRLV-7

Su Repubblica.it, il quadro sconfortante che emerge dalla seconda edizione della ricerca 'Il Futuro è oggi: sei pronto?' realizzata tra oltre 2.600 universitari dalla società University 2 business, che punta a promuovere la cultura dell'innovazione tra gli studenti: "...Un giretto in Rete, qualche chattata e un aggiornamento di status. Per oltre la metà degli studenti universitari italiani il web è solo questo: Internet e i social network. Nessuna competenza digitale approfondita...".

Ah, ecco.

Fare presentazioni? Così Impari!

13 dicembre 2016

https://youtu.be/0sW3TBRRVwY

Nel video di Elisabetta Buono, l'utilizzo di una piattaforma gratuita, tutta italiana e con strumenti davvero interessanti, per la facile creazione, ad es., di presentazioni multidevice e condivisibili online.

Il compito (acrobatico) dei docenti.

12 dicembre 2016

http://nova.ilsole24ore.com/progetti/la-trasformazione-del-docente/

Su Nòva - il Sole 24 ore, Flavia Foradini sottolinea che "...fra le raccomandazioni di organismi internazionali come l’Ocse, l’Onu e l’Unesco, quelle relative al ruolo giocato dagli educatori nel XXI secolo sono sempre più numerose e pressanti. La difficile congiuntura di molti Paesi, le sfide del mondo globale, sempre più tecnologico e pervaso da saperi via via più interconnessi, fanno sì che il mondo dell’istruzione venga riconosciuto come centrale per la formazione delle giovani generazioni e dunque per il futuro del mondo. I docenti vengono dunque visti come i professionisti del sapere, come coloro in grado da un lato di trasmettere conoscenze derivanti dal passato e dall’altro di forgiare competenze per il futuro. Un compito acrobatico, che in molti Paesi vede porre gli insegnanti molto in alto nella scala delle professioni più considerate, più ambite, meglio remunerate, più incoraggiate e aiutate ad un continuo aggiornamento di conoscenze, abilità, metodi...".

In molti Paesi: certo non nel nostro...

PISA, un giudizio che pesa.

10 dicembre 2016

http://www.gildavenezia.it/ocse-pisa-2015-i-dati-dellindagine/

Ancora commenti sui risultati (non proprio confortanti per la scuola italiana) emersi dall'indagine Ocse-PISA 2015, commenti questa volta provenienti dalla Gilda degli insegnanti. Concludendo l'analisi, si riportano dati meritevoli di riflessione: "...Infine, i dati sulla spesa: secondo l´Ocse, l´Italia investe circa 81mila euro a studente tra i 6 e i 15 anni, vicino alla media Ocse di 84mila euro. Tra il 2005 e il 2013, tuttavia, la spesa pubblica per studente è calata di circa l´11% in termini reali, mentre nella media Ocse dei Paesi con dati disponibili è cresciuta del 19%...".

A qualcuno piace "Mein Kampf".

8 dicembre 2016

http://www.repubblica.it/cronaca/2016/12/07/news/la_biblioteca_dei_ragazzi_dieci_classi_scelgono_il_mein_kampf-153668959/?ref=HREC1-10

Su Repubblica.it, si parla dello sconcertante esito del concorso "La biblioteca dei ragazzi" lanciato al Salone di Torino dal ministero dell'Istruzione, che ha coinvolto tre milioni e mezzo di studenti: in otto città, alcune classi, "dopo una discussione condivisa", hanno indicato nella lista dei primi dieci libri preferiti "Mein Kampf", l'opera scritta da Adolf Hitler.

No comment. 

Quindicenni: sempre più giù nelle competenze.

6 dicembre 2016

http://www.repubblica.it/scuola/2016/12/06/news/ocse_scuola_studenti_nord_e_sud-153559264/?ref=HREC1-9

Su Repubblica.it, si parla dello studio realizzato dall'Ocse sui 15enni secondo il quale l'Italia resta nelle retrovie per le competenze tra i 35 paesi aderenti all'organizzazione, scendendo dal 32esimo al 34esimo posto. E ancora: da tale studio, tra l'altro, "...emerge che i 15enni di alcune province o regioni del nord Italia, quali Bolzano, Trento e la Lombardia hanno competenze che li collocano ai primi posti della graduatoria globale, mentre gli studenti della Campania sono nella parte bassa della classifica, vicini ad Azzorre e Argentina. Un dato che stride con i risultati della maturità che vede al Sud una diffusione di voti massimi e lodi molto più elevata che al Nord...".

Bravo Braille!

3 dicembre 2016

http://www.tecnicadellascuola.it/tecnica-della-scuola/item/25774-la-giornata-della-disabilita-per-suggellare-l-attualita-del-braille.html

La Tecnica della Scuola si occupa della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2016 che si celebra appunto oggi. Si tratta di "...un appuntamento che è stato istituito nel 1981, in occasione dell’Anno Internazionale delle Persone Disabili, con lo scopo di promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita e allontanare ogni forma di discriminazione e violenza...". Tra le iniziative concrete programmate per la Giornata, vengono segnalate  quelle dedicate ai non vedenti, con la particolare finalità di sottolineare l'importanza che tuttora riveste il sistema di lettura e scrittura Braille.

APPrendere a programmare con 10 app.

1 dicembre 2016

http://www.wired.it/mobile/app/2015/10/23/10-app-programmare/

Su Wired, si presentano 10 app studiate per insegnare a programmare a bambini e ragazzi, come ScratchJr, un’app ispirata al noto linguaggio di programmazione visuale Scratch, utilizzato da milioni di giovani in tutto il mondo. È disponibile gratuitamente per Android e iPad. Nel creare ScratchJr si è ridisegnata l’interfaccia e adattato il linguaggio di programmazione ai bambini più piccoli.